CALCIOMERCATO/ Inter, Bellugi: Ok Cassano, ma Coutinho? Gargano grande acquisto, Maicon? Dipende da… (esclusiva)

- int. Mauro Bellugi

Mauro Bellugi, storico difensore dell’Inter, commenta gli ultimi movimenti di mercato nerazzurri, che hanno portato agli acquisti di Cassano e Gargano, valutando anche la posizione di Maicon

Gargano_lettera
Walter Gargano, centrocampista del Napoli (Infophoto)

Gli ultimi movimenti di calciomercato hanno attizzato nuove speranze in casa Inter. L’acquisto di Cassano ha galvanizzato la tifoseria che ora ha un nuovo idolo, il fenomeno di Bari Vecchia. Lo scambio di calciomercato col Milan ha fruttato addirittura un beneficio a bilancio, i sette milioni versati dai rossoneri come conguaglio per arrivare a Pazzini. Con Cassano l’attacco di Stramaccioni è completo, e i dirigenti nerazzurri possono ora dedicarsi alla sistemazione del centrocampo. In attesa del jolly uruguaiano Alvaro Pereira, per il quale si continua a trattare col Porto, l’ennesimo blitz di calciomercato ha già portato un tassello molto importante: Walter Gargano, ventottenne in arrivo dal Napoli. L’ufficialità dell’operazione è attesa a ore: si tratta di un prestito (1,25 milioni di euro la spesa) con diritto di riscatto fissato a 5,25. Per Gargano, che ha già salutato con una lettera autografa (clicca qui per leggerla) i tifosi del Napoli, è pronto un contratto quadriennale. Mancano solo le visite mediche, poi l’uruguagio sarà un giocatore dell’Inter. Che ora si trova alle prese con i dilemmi in uscita: la trattativa per cedere Julio Cesar al Tottenham sembra essersi arenata (tanto che i londinesi hanno virato sul romanista Stekelenburg). C’è in sospeso anche Maicon, incluso nella lista Europa League ma sempre attorniato dalle indiscrezioni di calciomercato. Manchester City e Real Madrid restano in agguato ma nessuna ha ancora sferrato l’attacco decisivo per il terzino carioca. Per commentare gli ultimi movimenti di calciomercato dell’Inter abbiamo intervistato in esclusiva Mauro Bellugi, storico ex difensore nerazzurro (90 partite tra il 1969 e il 1974) e stimato opinionista televisivo per Italia 7 Gold. Ecco le sue impressioni:

Cosa pensa dell’acquisto di Cassano? Cassano può essere una sorpresa, è un ottimo acquisto.

Quale può essere la sua migliore collocazione tattica? La solita: può partire dietro l’unica punta, che bene o male è quello che ha fatto sempre. E’ la posizione migliore per sbrigliare il suo talento. Ho solo un dubbio.

Cioè? Lì c’è anche Coutinho: pensavo che questa fosse la stagione buona perché potesse farci vedere qualcosa in più. Però insomma, Cassano è un giocatore di un’altra categoria, anche a trent’anni.

Pensa che possa creare problemi a livello di gestione? Non credo. Si è calmato, è diventato un uomo: sono contento che sia venuto.

Come commenta invece l’altro nuovo arrivo, Walter Gargano? Sono veramente molto soddisfatto, perché a centrocampo l’Inter ha un po’ di giocatori stanchi, in relazione anche al fatto che nelle ultime stagioni hanno giocato sempre gli stessi. Gargano mi è sempre piaciuto, sono molto contento del suo arrivo.

Ora c’è il dilemma Maicon: trattenerlo o cederlo?

E’ un bel dilemma. Dipende da lui: se è quello degli ultimi tempi lo cederei, soprattutto perché adesso può ancora arrivare una bella offerta. Però mi resta un sospetto riguardo a Maicon…

Quale? Può ancora tornare quello del Triplete. Se così fosse chiaramente lo terrei.

 

(Carlo Necchi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori