PROBABILI FORMAZIONI/ Pescara-Inter: notizie alla vigilia (serie A, prima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Pescara-Inter, in programma domani sera alle 20.45. La banda Stramaccioni inizia in Abruzzo il suo cammino, contro la neopromossa orfana di Zeman…

stramaccioni_pinzoloR400
Foto: InfoPhoto

Inizia sul campo del neopromosso Pescara l’avventura 2012-13 dell’Inter di Andrea Stramaccioni. I nerazzurri, archiviato il successo contro il Vaslui nel preliminare di Europa League, esordiranno in campionato domani sera allo stadio Adriatico. Obiettivo dell’Inter è quello di tornare ai vertici dopo una stagione difficile, e l’accelerazione di mercato degli ultimi giorni regala prospettive interessanti. I biancazzurri invece, orfani di Zeman, ripartiranno dalle idee di Giovanni Stroppa, un altro tecnico che si muove nel solco del 4-3-3, marchio di fabbrica del boemo. Il calcio offensivo, dunque, continuerà ad essere un tratto distintivo della formazione abruzzese, che dovrà però stare attenta a non scoprirsi troppo. La serie A, infatti, è un campionato molto duro, sopratutto dal punto di vista tattico, e certe ingenuità, specie contro le big, possono essere pagate a caro prezzo. Ma Stroppa, tutto questo, lo sa bene. Sebastiani gli ha affidato le chiavi del nuovo Pescara, convinto che il nuovo mister saprà fare tesoro degli insegnamenti dell’illustre predecessore.

In porta ci sarà Mattia Perin, talento di scuola Genoa. La linea difensiva a quattro sarà formata da Zanon e Balzano sulle corsie esterne e Capuano-Romagnoli al centro. Occhi puntati soprattutto su Marco Capuano, che in estate è stato al centro di innumerevoli voci di mercato. Tanti i club interessati alle sue prestazioni, dal Napoli al Monaco, ma alla fine il presidente Daniele Sebastiani ha tenuto duro ed è riuscito a trattenere il suo gioiellino. A centrocampo spazio alla corsa e e alle geometrie del trio Nielsen-Colucci-Cascione, davanti l’ex romanista Caprari e Celik affiancheranno la prima punta Elvis Abbruscato, che proverà ad imporsi anche in massima serie dopo tanti buoni campionati in cadetteria.

Tanti volti nuovi tra le riserve (che da quest’anno sono ben dodici), dall’attaccante brasiliano Jonathas, ‘protetto’ di Mino Raiola, a Emanuele Blasi, da Weiss, prelevato dal Manchester City, al promettente Quintero. Il loro inserimento in squadra sarà graduale. Stroppa, almeno per il momento, preferisce affidarsi a gente collaudata e già in palla sotto il profilo atletico. Meglio non lasciare nulla di intentato.

Assente il solo Crescenzi, altro gioiello di scuola giallorossa, che dovrebbe rientrare già per la prossima giornata. Per il resto il tecnico degli abruzzesi ha l’intero organico a sua disposizione: ottime notizie per lui. Affrontare una big come l’Inter nel pieno delle forze farà indubbiamente accrescere le chances pescaresi di mettere le mani su un risultato di prestigio.

Stramaccioni schiererà la squadra meneghina con un 4-3-2-1 (il famoso ‘albero di Natale’). Assente Handanovic, toccherà a Castellazzi difendere la porta nerazzurra. In difesa Zanetti (che tocca quota 801 presenze ufficiali) e Nagatomo saranno gli esterni, Silvestre e Ranocchia i centrali. A centrocampo esordio alle porte per Walter Gargano, che comporrà la linea mediana assieme a Guarin e Cambiasso, in gol giovedì scorso. In attacco Cassano – anche lui al debutto dopo lo show in conferenza stampa – e Sneijder assisteranno Milito. Se l’olandese e l’argentino faranno una stagione ai loro livelli, la nuova Inter potrà davvero funzionare.

Maicon, probabilmente al passo d’addio, non si accomoderà nemmeno tra le riserve (non convocato), dove invece ci sarà Jonathan, promesso al Napoli. Solo uno dei due terzini destri brasiliani, però, partirà. Pronto ad entrare in corsa l’uruguaiano Alvaro Pereira, altro volto nuovo in casa nerazzurra. Lo stesso dicasi per il brasiliano Coutinho.

Assenti Palacio per squalifica (retaggio della scorsa stagione) e gli infortunati Handanovic, Samuel, Chivu, Stankovic, Alvarez, Obi, Mariga e Mudingayi: in pratica, un piccolo esercito. Inizio in salita per Stramaccioni.

 

 

Perin; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen, Colucci, Cascione; Caprari, Abbruscato, Celik. All.: Stroppa.

A disp.: Anania, Cosic, Terlizzi, Bocchetti, Chiaretti, Bjarnason, Blasi, Weiss, Jonathas, Quintero, Ragusa, Brugman.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Crescenzi.

Castellazzi; Zanetti, Silvestre, Ranocchia, Nagatomo; Guarin, Gargano, Cambiasso; Cassano, Sneijder; Milito. All.: Stramaccioni.

A disp.: Belec, Jonathan, Juan, Mbaye, Bianchetti, Benassi, Pereira, Pasa, Coutinho, Livaja, Longo, Garritano.

Squalificati: Palacio (1).

Indisponibili: Handanovic, Samuel, Chivu, Stankovic, Alvarez, Obi, Mariga, Mudingayi.

 

Arbitro: Guida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori