CALCIOMERCATO/ Inter, D’Ippolito (ag.FIFA): Cristoforo? Simile a Diego Perez, possibile affare col Bologna (esclusiva)

- int. Vincenzo D'Ippolito

L’agente FIFA Vincenzo D’Ippolito, esperto di calcio uruguaiano, parla di Sebastian Cristoforo, giovane centrocampista del Penarol che l’Inter potrebbe acquistare e parcheggiare in prestito

esultanza_penarol
Dal Penarol può arrivare un rinforzo per la difesa del Genoa (INFOPHOTO)

L’Inter è molto attiva sul mercato del Sudamerica. Al di là di Paulinho, obiettivo primario della società nerazzurra, sono tanti i giocatori giovani tenuti d’occhio dagli osservatori interisti. Attualmente si sta disputando il campionato sudamericano Under 20, che raccoglie i migliori talenti del continente. L’Inter tiene d’occhio in particolare il panorama argentino, col quale da qualche anno c’è un canale privilegiato: le ultime voci di mercato parlano dell’interesse per Luis Farina, centrocampista del Racing, Lucas Romero, volante del Velez Sarsfield, e Lisandro Magallan, difensore del Boca Juniors; quelle più datate invece riguardano talenti come Gino Peruzzi, Facundo Ferreyra e Luciano Vietto. Si tratta dei migliori giovani emergenti del calcio argentino: quasi tutti facevano parte della Seleccion Under 20, clamorosamente uscita al primo turno del mondiale sudamericano. Questo potrebbe essere un vantaggio per l’Inter: dopo il fallimento della baby Argentina nel Sub 20 le quotazioni di molti gioielli, destinate ad impennarsi in caso di vittoria, potrebbero abbassarsi. Argentina ma non solo: i nerazzurri tengono d’occhio anche la nazionale dell’Uruguay, che contrariamente all’Albiceleste sta facendo molto bene. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da ilsussidiario.net, l’Inter sta seguendo con particolare attenzione Sebastian Cristoforo, centrocampista classe 1993 che gioca nel Penarol. I nerazzurri stanno studiando un’operazione assieme ad una società minore -Bologna a Pescara le maggiori indiziate-, che prevede l’acquisto di Cristoforo e il dirottamento in prestito. Per saperne di più ci siamo rivolti in esclusiva a Vincenzo D’Ippolito, agente FIFA esperto di calcio uruguaiano.

L’Inter sta seguendo il giovane Sebastian Cristoforo: può descriverlo brevemente, per chi non lo ha mai visto giocare? Come caratteristiche Crisotoforo è molto simile a Diego Perez del Bologna, forse un pò più bravo tecnicamente. Come Perez ha questa dinamicità che è tipica dei giocatori uruguaiani, che fa sì che in campo riesca a dare sempre tanto.

L’Inter lo parcheggerebbe in prestito ad una società come il Pescara o lo stesso Bologna: è la soluzione migliore per Cristoforo, detto anche che l’Inter ha più bisogno di un regista? Sì, sicuramente la cosa migliore per Cristoforo sarebbe il prestito in una piccola, è una soluzione che si può verificare.

Anche in questo caso, ritiene che Cristoforo sia pronto per giocare titolare in una squadra medio-bassa italiana?

Cristoforo è un classe ’93, però ha già all’attivo più di trenta partite da titolare nel Penarol, una squadra molto forte che ha disputato la Copa Libertadores: è un giocatore già sbocciato.

Si aspettava i flop di Argentina e Brasile a campionato sudamericano Under 20? No, non me li aspettavo. Sono appena tornato dal Sudamericano, e devo dire che mi hanno deluso moltissimo entrambe, più il Brasile che l’Argentina. I talenti di cui si è parlato in giro, che costano tanti soldi, sono stati sopravvalutati. In questo momento il Brasile non ha bisogno di soldi, quindi questo che anche dopo questo flop le quotazioni andranno scemando, nella prossima finestra di mercato.

 

(Claudio Ruggieri, Carlo Necchi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori