Calciomercato Inter/ Son Heung-Min primo colpo di Thohir? (esclusiva)

- La Redazione

Son Heung-Min, 21enne esterno d’attacco del Bayer Leverkusen, è uno dei giocatori che l’Inter di Erick Thohir segue con molta attenzione. Su di lui però c’è la concorrenza di altre squadre

Son_tripletta
Son Heung-Min esulta dopo la tripletta all'Amburgo (Infophoto)

L’avvento di Erick Thohir apre ufficialmente una nuova era in casa Inter; non solo per l’addio di Massimo Moratti, ma anche e soprattutto per l’entrata di capitali stranieri a lungo invocati. Avere tanti soldi non significa automaticamente vincere (e di esempi ce ne sono), ma rispetto a un recente passato di austerità i cordoni della borsa si possono aprire. Particolare non secondario, la provenienza geografica del tycoon: Indonesia significa Asia, e dunque tutto un mercato da conquistare e nel quale l’Inter aveva già posto qualche base, andando ad esempio a giocare proprio a Giacarta nel corso di una tournee. Indonesia e non solo, per l’appunto: si pensa subito alla possibilità Radja Nainggolan, ma il marketing d’Oriente è globale e comprende Paesi dal ben più vasto bacino. Questo i nerazzurri lo sanno, e lo sfrutteranno a proprio vantaggio; riuscire a sfondare da quelle parti e, al tempo stesso, portarsi in casa un talento dall’avvenire sicuro sarebbe la mossa da scacco matto. Ecco perchè, stando a indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, ha ripreso vigore la pista che conduce a Heung-Min Son, un calciatore che era già stato sondato negli scorsi mesi. Coreano, classe 1992, esterno d’attacco che può giocare anche dietro la prima punta (e dunque ben si adatterebbe, in questo senso, al 3-5-1-1 di Mazzarri fornendogli alternative), dopo una stagione da 12 gol con la maglia dell’Amburgo si è trasferito al Bayer Leverkusen la scorsa estate, andando a formare un tridente altamente competitivo con Sidney Sam e Stefan Kiessling. Non è un caso che la squadra delle Aspirine sia terza in classifica con gli stessi punti del Borussia Dortmund, e che i tre sopra citati abbiano già messo a segno 18 gol in 12 partite di Bundesliga. Per Son ce ne sono 4, con una tripletta nell’ultimo turno contro, guardacaso, proprio l’Amburgo; giocatore tuttofare al servizio dei compagni, uno che spesso predilige l’ultimo passaggio più che la soluzione personale, ha anche realizzato 5 gol in 20 partite con la Corea del Sud. L’Inter sa che, come era stato per Kazuyoshi Miura e Hidetoshi Nakata ai tempi, portarselo in casa potrebbe significare anche avere tanti sponsor pronti a bussare alla porta di Appiano Gentile e un giro di affari in Oriente a livello di vendita del marchio; e in più Walter Mazzarri avrebbe a disposizione un giovane che è sulla bocca di tante squadre europee. Il problema, quantomeno in Italia, è rappresentato dalla Juventus che ci sta pensando da tempo (clicca qui per approfondire) e potrebbe avere la meglio. Staremo a vedere: chissà che la presenza di Erick Thohir non si riveli decisiva.

(Claudio Franceschini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori