Calciomercato Inter/ Tra presente e futuro: Nainggolan-Mendez. Notizie del 27 novembre (aggiornamento in diretta)

- La Redazione

Il direttore sportivo del Cagliari, Nicola Salerno, ha parlato di Radja Nainggolan confermando che a gennaio potrebbe profilarsi un’asta. Nel frattempo la società osserva anche un uruguaiano

nagatomo_inchino
(INFOPHOTO)

L’Inter è attiva su più fronti. L’orizzonte più immediato ha il profilo di Radja Nainggolan, centrocampista del Cagliari in scadenza di contratto nel 2015. Il direttore sportivo della squadra sarda, Nicola Salerno, ha parlato di questa situazione al canale Sport Uno, nella trasmissione Football Clan: “Ho letto, io posso dirvi che ce l’hanno chiesto anche alcune società spagnole, di cui preferisco non fare nomi. Cellino ha aperto ad una trattativa con la Juve, vedremo se ci saranno le condizioni perché accada. Radja ha una valutazione importante, è uno dei più forti centrocampisti d’Italia e, forse, anche d’Europa“. Il presidente Cellino ha recentemente ammesso che la Juventus sarebbe in pole position in caso di asta per Nainggolan, non a caso l’Inter è tornata a farsi viva con il Genoa per Juraj Kucka. In ogni caso i nerazzurri pensano anche a giocatori più giovani, che possano rappresentare la società negli anni a venire. Erick Thohir ha già dato un’occhiata al settore giovanile che coltiverà con attenzione, ma nel frattempo cercherà i migliori talenti sparsi per il mondo, da acquistare prima che i prezzi salgano alle stelle. Uno di questi potrebbe essere Kevin Mendez, attaccante centrale di appena 17 anni. Nato il 10 gennaio 1996, Mendez è di proprietà del Penarol di Montevideo e si è messo in evidenza ai recenti mondiali Under 17 con 2 gol in 5 partite. L’Uruguay si è fermato ai quarti di finale, persi contro i futuri campioni della Nigeria, ma Kevin Mendez ha destato un ottima impressione e non solo agli osservatori dell’Inter. Sembra che il giovane centravanti sia finito sul taccuino di Barcellona, Atletico Madrid e anche del Liverpool, consigliato dal connazionale Luis Suarez. E’ ancora presto per stimare le valutazioni economiche di Mendez ma è un giocatore che l’Inter continuerà a seguire. Capitolo Wallace: il giornalista Fabrizio Romano, collaboratore di Gianluca Di Marzio di SkySport, ha smentito l’interesse del Benfica per il giovane laterale brasiliano. In estate Wallace è stato trattato per quasi un mese: per ora Mazzarri lo ha utilizzato con il contagocce, anche per i miglioramenti di Jonathan che attualmente è il titolare incontrastato sulla fascia destra. Ciononostante l’Inter non dovrebbe cederlo a gennaio: il progetto resta quello iniziale ovvero di far crescere il diciannovenne e valutarlo a fine stagione, quando potrebbe essere studiata un’opzione per il riscatto con il Chelsea.

Sarebbe perfetto per Mazzarri l’esterno del Torino, Cerci: ecco le parole a riguardo dell’agente FIFA, Canovi, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione. L’agente Fifa, Svanera, ci parla invece della forte possibilità che il prossimo dt nerazzurro sia Berta, attualmente all’Atletico Madrid: ecco le sue parole.

Continua a circolare in casa Inter il nome di Ezequiel Lavezzi, attaccante del Paris Saint Germain e nazionale argentino. Gli ultimi rumors riportati da L’Equipe, noto ed autorevole quotidiano sportivo francese, indicano l’ex Napoli come uno dei possibili partenti dal Parco dei Principi in vista del prossimo mercato di riparazione. In casa parigina si registra infatti un sovraffollamento sulla trequarti con i vari Lucas, Menez e appunto il Pocho, e uno dei tre (forse anche due), lascerà sicuramente la Francia per iniziare una nuova avventura. L’Inter è naturalmente alla finestra visto che Lavezzi è storicamente un pupillo di Walter Mazzarri ed inoltre si unirebbe l’utile al dilettevole, tenendo conto della necessità della compagine di corso Vittorio Emanuele di assicurarsi un nuovo attaccante per rinforzare il reparto avanzato. Un’operazione che Erick Thohir potrebbe permettersi, viste le alte disponibilità economiche del magnate indonesiano, e che farebbe naturalmente piacere ai tifosi nerazzurri. Lavezzi ha sempre dichiarato il proprio apprezzamento nei confronti di Milano e non disdegnerebbe affatto un’esperienza a San Siro. Sulle sue tracce vi è anche il Milan ma i rossoneri difficilmente verseranno i 20/25 milioni di euro richiesti dal PSG.

Sembra invece sempre più vicino all’addio Alvaro Pereira, terzino sinistro della nazionale uruguagia, in disuso in questo inizio di stagione. Nagatomo è letteralmente esploso (ha ottenuto il premio di miglior giapponese dell’anno battendo Honda), e di conseguenza l’ex Porto può fare le valigie. Sono molte le società interessate al classe 1985, a cominciare dal Tottenham, visto che Villas Boas non ha mai smesso di pensare al suo pupillo. Servirà un’offerta di almeno 10/12 milioni di euro e a quel punto i nerazzurri cederanno il giocatore dopo solo un anno e mezzo di permanenza alla Pinetina. Pereira, del resto, non è mai riuscito a convincere in pieno dal suo sbarco ad Appiano Gentile, e il probabile arrivo di Vrsaljko rischia di complicare ancor di più i piani dello stesso.

Torna di moda il nome di Bernat in casa Inter. Il giovane talento classe 1993 del Valencia, nazionale spagnolo Under-21, è stato visionato da vicino da alcuni osservatori nerazzurri in occasione del recente match fra l’Elche e gli stessi Pipistrelli, gara giocatasi domenica scorsa e conclusasi con una vittoria dei primi. Bernat non è la prima volta che viene accostato all’Inter visto che già nelle scorse settimane l’ipotesi è circolata fortemente negli ambienti nerazzurri. Sbarcato a Valencia in occasione della scorsa estate, il ragazzo si sarebbe fatto attrarre da tali sirene prestigiose e in vista del mercato di riparazione del prossimo gennaio tutto può succedere. Non va infatti dimenticato che il talento solo 20enne di Cullera ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2015 e di conseguenza il Valencia sarà obbligato a cederlo durante la prossima estate per evitare poi di perderlo a zero al gennaio seguente. Di rinnovo non se ne parla, visto che il ragazzo ha fino ad oggi respinto ogni proposta, e in cambio di circa 5 milioni di euro lo si imbarca su un volo di sola andata destinazione Milano.

Come un fulmine a ciel sereno è tornato di moda anche il nome di Juraj Kucka, centrocampista del Genoa e della nazionale slovacca, in passato a metà proprio con l’Inter. Negli scorsi giorni, come svela il noto esperto di mercato di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, ci sarebbe stato un contatto per capire la disponibilità dello stesso già a partire dal mese di gennaio. L’Inter è alla finestra così come il Milan, altra società fortemente interessata al 26enne slovacco. I rossoneri, al pari dei cugini nerazzurri, sono in ottimi rapporti con il Grifone e starebbero pensando di mettere sul piatto il cartellino di M’Baye Niang, mai utilizzato quest’anno, per arrivare appunto al classe 1987 di Bojnice. Tutto può succedere ad inizio anno prossimo ma la sensazione circolante è che per Kucka sia giunto finalmente il momento del salto di qualità definitivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori