Calciomercato Inter/ Su Ranocchia ancora il City. Notizie del 13 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

La stampa inglese sta insistendo sul possibile addio di Fredy Guarin dall’Inter, destinazione Premier League; ma il colombiano non è l’unico nerazzurro che piace oltremanica

taider_alvarez
Saphir Taider (infophoto)

Il calciomercato corre rapido sull’asse Inter-Inghilterra. Fredy Guarin non è l’unico nome in transito, c’è anche Andrea Ranocchia. Che continua a non convincere del tutto in Serie A e a piacere alle squadre di Premier League. In particolare il quotidiano Daily Mail riporta l’interesse del Manchester City per il difensore classe 1988, sotto contratto con l’Inter fino al 2015 (circa 2,2 milioni di euro lo stipendio stagionale). La squadra allenata da Manuel Pellegrini ha bisogno di un difensore centrale in più, possibilmente non troppo in là con gli anni. L’attuale pacchetto di centrali comprende il capitano, Vincent Kompany, gli esperti Demichelis (32 anni) e Lescott (31) e il giovanissimo Nastasic (20): il numero 23 dell’Inter può fare al caso dei Citizens anche se permangono alcuni problemi di natura economica. E’ vero che il Manchester City ha risorse finanziarie elevate, grazie alla ricchezza del presidente Khaldoon Al Mubarak, ma per acquistare Ranocchia ci vogliono almeno 18 milioni di euro. Tanti ne pagarono i nerazzurri per acquistare il difensore dal Genoa, e non è scontato che il club inglese sarà disposto a sborsare una somma del genere. D’altra parte le alternative nominate rischiano di essere più costose: si parla di Nicolas Otamendi (25 anni, contratto fino al 2015) ed Eliaquim Mangala (22-2016), che però il Porto valuta non meno di 20 milioni di euro; anche il portoghese Pepe del Real Madrid, pur avendo già 30 anni, fu pagato 30 milioni di euro (proprio dal Porto) e la sua eventuale cessione non ne richiederebbe meno di 20. Ci sono perciò buone possibilità che il Manchester City bussi presto alla porta dell’Inter per Ranocchia: le partite prima di Natale (Napoli e derby) saranno test importanti per il nazionale azzurro.

Attenzione a Fredy Guarin. Nonostante le recenti parole del suo agente, che ha confermato come il colombiano voglia restare e vincere all’Inter, le indiscrezioni di calciomercato si sono letteralmente scatenate nelle ultime ore. In particolare dall’Inghilterra dove i quotidiani Daily Express e Metro parlano di molteplici interessi per l’acquisto del centrocampista nerazzurro. Si parla anzitutto del Chelsea: Josè Mourinho sta cercando un centrocampista di spessore anche perché Frank Lampard (35 anni) si avvia al tramonto, Micheal Essien (31) non è più quello esplosivo di inizio millennio, John Obi Mikel e Ramires sono elementi più votati alla fase difensiva mentre il giovane Marco Van Ginkel, acquistato in estate dagli olandesi del Vitesse, si è rotto un legamento crociato e tornerà a disposizione solo per la prossima stagione. In cambio i Blues potrebbero offrire all’Inter soldi (5 milioni di euro) più Demba Ba, attaccante senegalese di 28 anni. Premesso che l’Inter preferirebbe monetizzare maggiormente, per coprire i circa 13 milioni di euro spesi per l’acquisto di Guarin dal Porto, sembra che Walter Mazzarri preferisca una contropartita tecnica come Juan Mata, trequartista spagnolo che Mourinho considera una riserva. Oltre al Chelsea anche il Tottenham vorrebbe acquistare il colombiano: si è parlato di un intreccio con Erik Lamela, poco utilizzato da Villas Boas (13 presenze complessive di cui 8 da titolare), ma al momento pare una possibilità poco plausibile, anche perché gli Spurs hanno speso 30 milioni di euro per l’argentino ed intendono valorizzarlo. Occhio allora al Manchester United, che può offrire 20 milioni di euro in contanti oppure, secondo l’altro quotidiano Daily Telegraph, una contropartita tecnica come il messicano Javier ‘Chicharito’ Hernandez, seconda punta classe 1988. La stampa inglese riporta che il direttore tecnico dell’Inter, Marco Branca, ha incontrato gli emissari dei Red Devils e del Tottenham per discutere l’eventuale cessione di Guarin: le fonti italiane sono più caute in questo senso ma sembra probabile che i nerazzurri possano ricevere a breve offerte concrete per il nazionale colombiano. Tutto questo ammesso e non concesso che Thohir voglia ascoltarle: in questo momento l’Inter punta molto su Guarin che per caratteristiche tecniche e anagrafiche rappresenta un punto di partenza per il nuovo ciclo indonesiano. L’impressione è che solo un’offerta economicamente alta potrebbe far vacillare il presidente interista. Non che a Chelsea, Tottenham e Manchester United manchino i soldi…

Osvaldo e Lavezzi possono coesistere assieme: è questo quanto afferma l’agente Fifa, Gorrasi, intervistato in esclusiva da IlSussidiario.net. Cuccarese, agente Fifa, consiglia invece Hosiner, già ribattezzatto il Pippo Inzaghi dell’Austria: ecco le sue parole ai nostri microfoni in esclusiva.

Vuole chiarezza l’allenatore dell’Inter, Walter Mazzarri. Come riportato stamane da La Gazzetta dello Sport il tecnico livornese pretende rinforzi in vista del mercato di riparazione. Negli ambienti nerazzurri sente parlare di Champions League e di obiettivo terzo posto ma il realista Walter la pensa diversamente ed è convinto che con l’attuale rosa sarà quasi un’impresa raggiungere la coppa dalle “grandi orecchie”. Meglio a questo punto mettere le cose in chiaro e parlare di campionato di transizione per poi rivedere i piani in vista della prossima estate. Mazzarri pretendente investimenti mirati e sarebbe disposto anche a cedere qualche pezzo pregiato e a “tagliare” una rosa ampia da 25 giocatori pur di assicurarsi quei giocatori che sarebbero veramente utili per centrare l’obiettivo. In cima alla lista dei desideri continua ad esservi Ezequiel Lavezzi che vuole lasciare il Paris Saint Germain e che l’Inter acquisterebbe con i soldi derivanti dalla doppia partenza Guarin-Ranocchia.

Attenzione anche a Jeremy Menez, altro partente dal Parco dai Principi e per giunta con il contratto in scadenza a giugno. Continua a piacere anche Lucas, vecchio amore dell’Inter ma l’operazione appare la più complicata delle tre visto che lo stesso brasiliano non sarebbe proprio convinto di lasciare Parigi. Nel frattempo stanno iniziando a circolare timidamente le voci che vogliono Frank De Boer, allenatore dell’Ajax, papabile per la panchina nerazzurra del 2014-2015. Il numero uno dei Lancieri ha svolto un ottimo lavoro in questi anni ad Amsterdam e pare che Erick Thohir se ne sia letteralmente innamorato: che la gara contro il Milan di mercoledì sera sia stato un primo approccio a San Siro per il buon Frank?

Non sarà Denis il prossimo rinforzo di casa Inter. Ne è convinto l’agente Fifa Lacerenza con il quale abbiamo colloquiato in esclusiva del mercato nerazzurro di gennaio.

Durante il blitz londinese Branca ha assistito a Chelsea-Steaua Bucarest di Champions League e non è da escludere che abbia tenuto altri contatti nella city. Fra i tanti giocatori accostati all’Inter in queste ore è rispuntato il nome di Erik Lamela, in partenza del Tottenham, ma gli Spurs chiedono moltissimo dopo averlo pagato 6 mesi fa ben 35 milioni di euro, e di conseguenza l’affare appare tutto in salita. L’Inter potrebbe giocarsi la via del prestito semestrale per poi ridiscutere il tutto a fine stagione ma gli inglesi, se mai dovessero farlo, lo cederanno soltanto a titolo definitivo. La cosa certa è che per Ranocchia e Guarin Mourinho fa sul serio: non ci resta che attendere i prossimi aggiornamenti.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori