Calciomercato Inter/ Guarin, frenata nella cessione. A rischio l’assalto a Lamela e Lavezzi? Notizie del 28 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Frenata nella trattativa Guarin-Chelsea per le richieste eccessive di ingaggio. Se l’affare si complica rischiano di saltare le operazioni di mercato aperte dall’Inter.

montoya_salcido
Montoya (infophoto)

Il nuovo corso di Thoir all’Inter è all’insegna dell’autofinanziamento, o almeno così sembra. Infatti serve una cessione importante per consentire ai neroazzurri di operare sul mercato e la ‘vittima sacrificale’ sembra essere Fredy Guarín (27). Più volte Mourinho ha tessuto le sue lodi e lo vorrebbe al Chelsea per dare dinamicità al suo centrocampo. Sembrava tutto fatto oramai per il passaggio di Guarin in Inghilterra ma qualcosa non va. Come riportato da Tuttosport la trattativa sta entrando in una fase di stallo, infatti sembra che il colombiano abbia fatto richieste eccessive per quanto riguarda l’ingaggio. I 5 milioni richiesti dall’entourage del giocatore sono stati ritenuti eccessivi dal Chelsea. Tutto fa pensare che l’accordo si potrà trovare, ma questa situazione rischia di far rallentare le operazioni di mercato messe in piedi dai neroazzurri come l’impresa per portare Lavezzi a Milano o il prestito di Lamela.

Per il centrocampista ex-Roma Lamela sono tempi duri in Premier, portato in Inghilterra dal Tottenham con un grande esborso economico non si è ancora ambientato nel campionato inglese. Le sue prestazioni sono deludenti ed il suo impiego molto risicato e questo sta iniziando a destabilizzare l’ambiente intorno a lui. Visto il costo del suo trasferimento sostenuto dal club londinese, si sta concretizzando la possibilità di cercare un rilancio Lamela tramite una sua cessione in prestito. Ed è qui che si inserisce l’Inter, infatti l’arrivo dei mondiali sta portando i giocatori scontenti del loro impiego a chiedere la cessione per non perdere l’occasione di prendere parte a questo evento. Questo fattore gioca a favore dell’Inter che può garantire a Lamela un grande minutaggio in un campionato da lui conosciuto ed in cui ha dimostrato tutte le sue qualità. Vista l’attuale incedibilità di Lavezzi, ex Roma sarebbe la soluzione tattica e tecnica migliore per Mazzarri, necessaria per aumentare imprevedibilità delle manovre offensive dell’Inter. In questo scenario come rivela il Mundo Deportivo si fa sotto anche l’Atletico Madrid che ha differenza dei neroazzurri sarebbe disposto ad acquistare l’intero cartellino del giocatore.

L’amore tra Belfodil e l’inter non è mai sbocciato, poche presenze con scarsi risultati. Il giocatore è giovane ma non sembra in grado ancora di rendere secondo le aspettative dei dirigenti neroazzurri. I mondiali si avvicinano e un suo scarso impiego potrebbe compromettere una sua eventuale convocazione con l’Algeria, lui lo sa bene e per questo vuole trovare nuove soluzioni. SkySport24 vede nel Sassuolo e West Ham due possibili mete del giocatore. L’interesse per entrambi i club è per un prestito con diritti di riscatto. La posizione del cartellino vede Belfodil a metà tra Inter e Parma, ed il Sassuolo vorrebbe superare la concorrenza e provare a rilevare la parte degli emiliani per poi richiedere fino a fine anno il giocatore ai neroazzurri.

Il terzino del Barcellona Martin Montoya si allontana dall’Inter. Ormai la rottura tra il difensore catalano e i blaugrana sembra inevitabile, il giovane del 1991 non trova spazio nella rosa del Tata Matino e perciò alcune squadre si sono già gettate sulle sue tracce. Il club di Thohir ha tenuto a lungo sul taccuino il nome del calciatore cresciuto nella cantera del Barcellona per trovare un sostituto a Jonathan sulla fascia, ma in pole position sembrano esserci Roma, Tottenham e Liverpool. Questo è quanto è stato riportato dal noto quotidiano spagnolo AS. Il rinnovo del contratto di Montoya sembra un questione tutt’altro che risolta, il destino del giocatore è appeso a un filo  e questo avrebbe spinto i vari club a interessarsi per un possibile acquisto di riparazione nel mercato di gennaio. A questo punto l’Inter dovrà rivolgere le proprie mire su altri giocatori nella speranza che il neo presidente indonesiano possa regalare ai propri tifosi un rinforzo degno della fama del club.

L’Inter fa sul serio per Ezequiel Lavezzi e lo si capisce chiaramente dalle indiscrezioni circolanti nelle ultime ore. Stando a quanto riporta stamane il Corriere dello Sport, il club di corso Vittorio Emanuele avrebbe infatti rotto gli indugi presentando al Paris Saint Germain una proposta concreta pari al prestito semestrale con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Non si tratta in realtà di una vera e propria offerta ufficiale, visto che Palazzo Saras dovrà prima fare cassa (leggasi Guarin o Ranocchia) per introitare la moneta necessaria per un’operazione così importante, ma tale notizia fa capire la ferma volontà della società meneghina di provare a riportare in Italia il Pocho. Qualche giorno fa l’attaccante della nazionale argentina non si è nascosto, confessando la possibilità di un ritorno in Serie A; del resto l’ex Napoli è un panchinaro fisso del PSG e per questo rischierebbe di perdere il treno per i Mondiali che si giocheranno la prossima estate in Brasile, manifestazione alla quale ogni calciatore del pianeta vorrebbe partecipare.

Il Paris Saint Germain si dice disposto a cedere il proprio attaccante ma in cambio vorrebbe ottenere almeno 20/25 milioni di euro. Del resto i parigini hanno sborsato ben 37 milioni di euro soltanto 18 mesi fa, e cederlo a meno del 50% di quanto speso sarebbe un deprezzamento troppo eccessivo. L’Inter dovrà quindi alzare la posta in gioco e come dicevamo, tutto dipenderà dalle partenze. Sono infatti molteplici i calciatori con le valigie in mano di stanza ad Appiano Gentile. Oltre a Guarin e Ranocchia, attenzione anche a Kuzmanovic, accostato in questi giorni nuovamente al Milan; Alvaro Pereira, esterno d’attacco della nazionale uruguagia, piace invece ai turchi, senza dimenticarsi del Tottenham, squadra che lo segue da tempo. In uscita, in caso di offerta ad hoc di almeno 20 milioni di euro, la stellina Mateo Kovacic, reduce da un inizio di stagione sicuramente deludente. Infine, occhio a Belfodil e Icardi: il primo dovrebbe essere girato al Sassuolo o al West Ham mentre per il secondo nulla è da lasciare al caso soprattutto in caso di proposta interessante.

Lavezzi sbarcherà all’Inter ma solo a giugno. E’ questo quanto affermato in esclusiva ai nostri microfoni da parte di Malfitano, agente Fifa: ecco le sue dichiarazioni.

Torna nuovamente a Londra il direttore sportivo dell’Inter, Piero Ausilio. Dopo il tour di mercato pre-natalizio il ds nerazzurro ha fatto nuovamente visita nella city, in vista del mercato di riparazione di gennaio ormai alle porte. L’obiettivo dell’esponente di corso Vittorio Emanuele è quello di mantenere i contatti con il Chelsea relativamente all’affare Fredy Guarin. Le indiscrezioni circolanti nelle ultime ore parlano di operazione incagliatasi visto che l’Inter vorrebbe ottenere almeno 20 milioni di euro mentre i Blues si spingerebbero al massimo fino a 15. Un divario importante ma con grande probabilità il club milanese è convinto di poter limare la differenza fra proposta e richiesta nonostante lo stesso centrocampista della nazionale colombiana propendi per la permanenza ad Appiano Gentile. A Londra Ausilio potrebbe incontrare anche alcuni esponenti del West Ham, società londinese che nelle ultime ore si sarebbe avvicinata moltissimo a Ishak Belfodil, attaccante in comproprietà fra il Parma e i nerazzurri, che cerca una squadra con la quale giocare con continuità dopo una prima metà stagione passata più in panchina che in campo.

E’ chissà che a Londra il ds Inter non possa anche incontrare qualche emissario per Erik Lamela, stellina del Tottenham sbarcato da Roma durante lo scorso mercato estivo. Pagato 35 milioni di euro, gli Spurs vorrebbero rivenderlo al miglior offerente e fra i questi vi sarebbe appunto la società nerazzurra. Il capitano Javier Zanetti ha commentato ai microfoni di RockandCloss l’eventuale sbarcato alla Pinetina dell’ex River Plate, sottolineando: «Lamela all’Inter? Si può fare, in Italia se ne parla tanto…». L’idea del club di Thohir è quella di tentare un prestito semestrale con diritto di riscatto ad una cifra fissata attorno ai 25/30 milioni di euro. Non è da escludere anche il prestito semplice fino a giugno per poi ridiscutere il tutto a fine campionato, a bocce ferme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori