Calciomercato Inter/ Ferraria (ag.FIFA): Lavezzi, ecco i nodi. L’esterno? Dall’estero (esclusiva)

- int. Flavio Ferraria

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Flavio Ferraria parla del calciomercato dell’Inter e in particolare della pista legata a Lavezzi, attaccante argentino del Psg

lavezzi_11
Ezequiel Lavezzi (Infophoto)

Walter Mazzarri vuole assolutamente rinforzi per l’attacco. Lo ha anche detto al nuovo patron dell’Inter Thohir specificando che a gennaio dovrebbero arrivare solo giocatori importanti e di spessore. Insomma l’Inter vuole assolutamente puntare su giocatori di un certo livello. Nel mirino dei nerazzurri c’è Lavezzi del Psg, ex attaccante del Napoli, calciatore molto dotato tecnicamente e veloce nei movimeti. Insomma un giocatore di grande livello. Il problema è che Lavezzi ha un valore di mercato importante e soprattutto ha un ingaggio fuori dai parametri societari dell’Inter. In esclusiva per IlSussidiario.net, Flavio Ferraria, agente FIFA, ha parlato del mercato dell’Inter.

L’Inter ha problemi in attacco. Crede che a gennaio si debba intervenire? Sì ma onestamente non so quanto a gennaio si possano trovare le soluzioni giuste, non credo che il mercato di riparazione possa fornire innesti dello spessore necessario. Ci sono sempre le eccezioni come il Balotelli dell’anno scorso, ma in linea generale non sono sicuro che l’Inter possa trovare l’attaccante di cui ha bisogno a gennaio.

Eppure si parla della pista Lavezzi… Sono molto dubbioso al riguardo, non credo sia che Lavezzo sia un acquisto da mercato di gennaio; ha un valore economico di primo livello, il PSG chiederà almeno 20 milioni di euro e non è scontato che Thohir finanzi subito questo tipo di operazione.

Ci sarebbe la pista del prestito. Che ne pensa? Dipenderà dai due club ma anche del giocatore che dovrebbe tornare in Italia per guadagnare di meno.

C’è un problema Kovacic. Il suo rendimento è calato, come mai? Rendiamoci conto che è un classe ’94 di grande livello, ma è ancora molto giovane. Va aspettato con calma.

Perché Mazzarri sembra non fidarsi di Belfodil?

C’è un problema tattico: Belfodil non è una prima punta, credo giochi meglio come esterno d’attacco. Se Belfodil deve sempre entrare in campo per risolvere le partite non renderà ancora al massimo: ha fisico da centravanti ma può giocare meglio più largo, magari al servizio di una prima punta.

A proposito di esterni. A sinistra ne serve uno, lei chi consiglierebbe? E’ un mercato difficile quello degli esterni, l’unico consiglio che posso dare è quello di guardare all’estero, in Italia non vedo esterni importanti per l’Inter.

(Claudio Ruggieri)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori