Calciomercato Inter/ Iovino (ag. FIFA): Lavezzi colpo importante. Belfodil e Icardi… (esclusiva)

- int. Francesco Iovino

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Francesco Iovino ha parlato del calciomercato dell’Inter e in particolare del possibile arrivo di un calciatore importante come Lavezzi.

lavezzi_11
Ezequiel Lavezzi (Infophoto)

Walter Mazzarri, tecnico dell’Inter, ha rivelato di aver ricevuto un messaggio da Lavezzi, campione argentino del Psg che ha già lavorato per diversi anni nel Napoli. L’Inter sembra voler puntare sul calciatore argentino per gennaio per rinforzare l’attacco a cui manca necessariamente un calciatore di qualità e bravo tecnicamente. Insomma i nerazzurri vorrebbero un grandissimo calciatore per l’attacco e il Pocho potrebbe essere il colpo giusto. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Francesco Iovino ha parlato del calciomercato dell’Inter.

Mazzarri ha rivelato che Lavezzi gli ha mandato un messaggio. Può succedere qualcosa a gennaio? Tutto è possibile anche se il Psg non ha certo paura di queste cose, è una società fortissima dal punto di vista economico. Potrebbe fare tutto.

Lavezzi sarebbe un grande colpo per l’attacco non crede? Assolutamente sì, anche perché conosce bene il modo di lavorare di Mazzarri. Potrebbe fare cose importanti in attacco. Dipenderà molto da Thohir.

Il nuovo patron dell’Inter potrebbe prendere qualche giocatore importante… Lui sa cosa serve all’Inter, ha già parlato con Mazzarri, se vuole rendere competitiva l’Inter dovrà fare qualcosa sicuramente.

I nerazzurri in attacco hanno Belfodil che però non convince Mazzarri. Bisogna insistere sul franco-algerino? Ha una tecnica individuale importante, è logico che bisogna puntarci e cercare di dare fiducia al ragazzo. Il problema però è Mazzarri.

In che senso? Non è mai stato un allenatore che ha lanciato molti giovani talenti, per questo Belfodil potrebbe trovare poco spazio.

Stesso discorso per Icardi? 

E’ un calciatore dalle grandi potenzialità, anche lui però ha bisogno di sentire la fiducia attorno a sé.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori