CALCIOMERCATO/ Inter, Badia (ag. FIFA): serve Paulinho. Icardi arriverà mentre Damiao… (esclusiva)

- int. Riccardo Badia

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Riccardo Badia, ha parlato del possibile arrivo a luglio di Paulinho, centrocampista brasiliano che piace molto a Moratti.

Paulinho_Yokohama
Foto Infophoto

Nei ricordi dei tifosi dell’Inter Diego Milito avrà sicuramente un posto indimenticabile. Nella finale di Champions League a Madrid contro il Bayern Monaco, il Principe segnò la doppietta decisiva che regalò ai nerazzurri il terzo trionfo nella massima competizione continentale. E’ chiaro che l’infortunio di Milito legato all’età del giocatore fanno riflettere i dirigenti dell’Inter che stanno cercando il possibile sostituto dell’attaccante argentino in vista della prossima stagione. Tutti gli indizi portano a Mauro Icardi, ma secondo molte indiscrezioni i nerazzurri vorrebbero acquistare anche un altro giocatore di livello come Leandro Damiao o Edin Dzeko. Massimo Moratti ha però parlato di un affare Paulinho rimandato a luglio, anche se appare difficile pensare che i nerazzurri potranno spendere tanti soldi per il centrocampista brasiliano, Icardi e un’altra punta di valore, anche perché la politica della società milanese è chiara, per prendere qualche giocatore bisognerà prima vendere e nel mirino di molti club stranieri c’è Yuto Nagatomo, terzino giapponese che piace molto a Sir Alex Ferguson, manager del Manchester United. Chiaro che molto dipenderà dalla qualificazione alla prossima Champions League con il club nerazzurro a un solo punto dal terzo posto. Per parlare del mercato dell’Inter abbiamo intervistato in esclusiva a Ilsussidiario.net Riccardo Badia, agente FIFA ed esperto di mercato brasiliano.

Quando Moratti parla di Paulinho come affare rimandato sbaglia? Non credo, Paulinho è ancora un affare fattibile per l’Inter. Se i nerazzurri vorranno davvero il giocatore potranno portarlo a Milano, anche perché i nerazzurri hanno pochi campioni e quelli che ci sono hanno più di 30 anni.

Si parla però di una cifra importante… Sì, siamo sui 18-20 milioni di euro, ma l’Inter ha molte speranze di prendere il giocatore a meno che non arrivi un’offerta importante dall’Inghilterra.

Paulinho aumenterebbe la qualità del centrocampo nerazzurro? E’ un grande giocatore, è quello che servirebbe all’Inter per essere maggiormente competitiva, a centrocampo farebbe la differenza.

Dopo l’infortunio di Milito è caccia al sostituto… L’Inter è vicina all’acquisto di Mauro Icardi, sarebbe sicuramente un colpo importante per i nerazzurri visto che è giovane e ha dimostrato di essere un ottimo talento.

Oltre a Icardi crede possa arrivare un altro giocatore tipo Leandro Damiao?

Damiao è sicuramente un ottimo attaccante, è ancora giovane, ma qui parliamo di un valore di mercato vicino ai 18-20 milioni di euro. Non credo che l’Inter voglia spendere così tanto per assicurarsi questo giocatore.

Tra l’altro per comprare bisognerà anche vendere. Nagatomo piace al Manchester United, potrebbe essere sacrificato? Io credo che Nagatomo sia uno dei giocatori migliori dell’Inter in questo momento. Non avrebbe senso cedere lui per poi andare a prendere un altro giocatore nel suo ruolo.

A sinistra c’è anche Pereira. Sorpreso dall’andamento negativo del giocatore portoghese? Sì, sono sorpreso perché io lo ricordo ai tempi del Porto e devo dire che faceva ottime cose. Fisicamente c’è, ma l’impatto con il calcio italiano non è mai facile. Gli darei ulteriore tempo prima di bocciarlo.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori