PROBABILI FORMAZIONI/ Tottenham-Inter: le ultime novità (Europa League, andata ottavi)

Le probabili formazioni di Tottenham-Inter, attesa partita d’andata degli ottavi di finale della Europa League 2012-2013. Sarà una grande sfida con Villas Boas e Bale

07.03.2013 - La Redazione
tottenham_inter
Infophoto

Questa sera alle ore 21.05, nello storico stadio londinese di White Hart Lane, andrà in scena l’attesissima partita Tottenham-Inter, andata degli ottavi di finale di Europa League. Senza dubbio sarà la partita di cartello di questo turno, dal momento che si affrontano la terza della Premier League e la quarta della serie A: insomma, è una partita che non avrebbe per nulla sfigurato anche in Champions League. Chi passerà il turno probabilmente potrà essere considerata la prima favorita per il successo finale del torneo. I motivi di interesse sono davvero tanti: alla guida degli Spurs c’è Villas Boas, l’allenatore portoghese che fino all’autunno 2009 fu assistente di Mourinho, e dunque per un anno e qualche mese lavorò nello staff dell’Inter; nella rosa del Tottenham c’è il fenomeno gallese Gareth Bale, oggetto del desiderio delle squadre di mezza Europa, e il precedente tra le due squadre (girone di Champions League 2010/2011) ci regalò 11 gol in due partite. Per l’Inter certamente non è stato un abbinamento fortunato, ma d’altronde lo stesso discorso vale per gli inglesi. Eccovi ora le ultime notizie sulle probabili formazioni delle due squadre.

Queste sono state le parole di André Villas Boas nella conferenza stampa della vigilia: “Tottenham-Inter è una gara da Champions. L’Inter mi ha trattato benissimo. Ho splendidi ricordi e con alcune persone il contatto è rimasto frequente, ci sentiamo anche tre volte alla settimana. Andai via perché, come avevo confessato a Mourinho più volte, volevo allenare. L’Inter è l’avversario più difficile dell’Europa League. Merita il massimo rispetto visto che lotta su tre fronti e il successo di Catania le ha dato morale. Stramaccioni è giovane, ma rispetto a me è stato calciatore. Per lui, come per tutti gli allenatori, non è facile lavorare all’Inter dopo Mourinho. La stanchezza per noi si fa sentire di più al sabato in campionato, il giovedì non c’è problema. Bale ha visto Manchester-Real? Sapevo che l’avrebbe fatto, non c’è alcun problema. Io posso solo dire che lui è straordinario e che restare al Tottenham farà bene alla sua carriera”. Il rientro di Defoe come punta centrale alleggerisce il peso dell’assenza di Adebayor, e dietro di lui giostreranno i temuti Bale, Lennon e Sigurdsson. In difesa occhi puntati su Vertonghen, mentre in porta ci sarà l’eterno Friedel, quasi 42 anni ma ancora affidabile.

A disposizione del mister degli Spurs ci saranno i seguenti sette giocatori: il portiere Lloris, i difensori Dawson, Gallas e Naughton, i centrocampisti Huddlestone e Livermore, il trequartista Holtby, ottimo talento tedesco. Il turnover è ridotto al minimo, solo Lloris e Dawson abitualmente sono titolari della squadra.

Tre giocatori indisponibili per Villas Boas: non ci saranno questa sera i centrocampisti Sandro e Dempsey e l’attaccante Adebayor, una delle stelle della formazione londinese.

Queste sono state le parole di Andrea Stramaccioni nella conferenza stampa della vigilia: “Non possiamo permetterci di rischiare chi non è in perfette condizioni, in questo momento la disponibilità dei giocatori è in emergenza e con noi oggi ci sono sei ragazzi della Primavera e l’obiettivo principale è il terzo posto. Cassano è stato convocato e si è allenato, sono sicuro che a gara in corso o dal primo minuto darà il suo contributo, non ci sono problemi. Il Tottenham non è solo una squadra forte fisicamente, ma ha tanta qualità e gioca un bel calcio. Villas-Boas ha fatto un ottimo lavoro, ha grandi meriti nella crescita degli Spurs. Servirà una grande prestazione perché loro sono la squadra più in forma della Premier: non cerco alibi e avremo una motivazione in più data dall’emergenza. C’è rispetto per Bale come per gli altri grandi giocatori del Tottenham, ma anche l’Inter ha i suoi campioni e sono certo che gli Spurs ci rispettano; da parte nostra nessuna paura. Bale è un giocatore da tenere in grande considerazione, in ogni caso la sfida è Tottenham-Inter e non Bale-Inter. Quest’anno abbiamo iniziato un progetto di rinnovamento dopo un ciclo in cui si era vinto tutto, in rosa c’è un mix di giocatori importanti e giovani che saranno il futuro dell’Inter: il progetto va avanti bene”. Cassano potrebbe essere titolare, a differenza di Guarin: dunque in avanti partirà titolare Palacio, spalleggiato dall’inedito trio Cassano-Kovacic-Pereira. C’è attesa soprattutto per il giovane croato, mentre in difesa la buona notizia è che Ranocchia dovrebbe farcela a giocare fin dall’inizio.

La lista dei sette giocatori che Stramaccioni porterà con sé in panchina questa sera è un mix di gioventù e classe, anche se piuttosto forzato dalle condizioni fisiche di troppi giocatori della rosa nerazzurra. Dunque ci saranno Belec come secondo portiere, i difensori Pasa, Mbaye e Jonathan, i centrocampisti Guarin e Benassi, l’attaccante Alvarez (o Cassano), elemento di spicco al pari di Guarin. Ragionevolmente potrebbero essere loro ad entrare in campo a partita in corso.

La lista dei giocatori nerazzurri che non potranno giocare questa partita è davvero lunghissima. Oltre a chi non è nemmeno stato inserito nella lista Uefa, come i nuovi acquisti Kuzmanovic, Schelotto e Rocchi, sono indisponibili per infortunio i vari Milito, Samuel, Castellazzi, Mudingayi, Nagatomo, Obi e Silvestre. Una lista impressionante, nella quale spicca la presenza del Principe e del Muro – per dirla con i soprannomi di Milito e Samuel, gente che avrebbe fatto molto comodo a White Hart Lane.

 

Friedel; Walker, Caulker, Vertonghen, Assou-Ekotto; Dembele, Parker; Lennon, Bale, Sigurdsson; Defoe. All. Villas Boas.

A disp.: Lloris, Dawson, Gallas, Huddlestone, Holtby, Livermore, Naughton.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Sandro, Adebayor, Dempsey.

Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Gargano, Cambiasso; Cassano, Kovacic, Pereira; Palacio. All. Stramaccioni.

A disp.: Belec, Pasa, Mbaye, Jonathan, Guarin, Benassi, Alvarez.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Milito, Samuel, Castellazzi, Mudingayi, Nagatomo, Obi, Silvestre.

 

Arbitro: Lahoz (Spa).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori