CALCIOMERCATO/ Inter, intrecci con il Borussia Dortmund per due obiettivi

Il Borussia Dortmund “condiziona” il mercato dell’Inter: per sostituire Lewandowski i gialloneri pensano a Benteke, ma l’acquisto di De Bruyne potrebbe liberare Schurrle per i nerazzurri

14.05.2013 - La Redazione
Benteke
Foto Infophoto

Rischia di ruotare intorno alle due finaliste di Champions League il mercato delle squadre italiane; non c’è solo la Juventus che spera di mettere le mani su Arjen Robben, non solo il Milan che punta Mats Hummels per la difesa. Anche l’Inter partecipa al gioco degli incastri, con due giocatori nel mirino che si allontanano o avvicinano a seconda dei “movimenti” delle squadre tedesche. Questa volta di mezzo c’è il Borussia Dortmund, perchè la stampa tedesca ha lanciato indiscrezioni riguardo un paio di operazioni che riguardano l’attacco. Come noto, Mario Gotze ha firmato con il Bayern Monaco, e Robert Lewandowski è vicino a farlo; per sostituire il primo, i gialloneri avevano pensato a Christian Eriksen dell’Ajax (e qui si apre un altro capitolo che riguarda la serie A). Tuttavia, nelle ultime ore sembra che Michael Zorc, direttore sportivo del Dortmund, abbia già acquistato Kevin De Bruyne, belga che con il Werder Brema è stato protagonista di un’ottima stagione. Eriksen resta però nel mirino: pare che Marco Reus piaccia molto al Manchester City e a fronte di un’offerta irrinunciabile potrebbe partire. L’Inter a questo punto si potrebbe comunque consolare: infatti, De Bruyne è di proprietà del Chelsea, ed era la contropartita che i Blues pensavano di girare al Bayer Leverkusen per ottenere il grande obiettivo del mercato estivo (per ora) ovvero Andre Schurrle. Che quindi non andrebbe a Stamford Bridge, e tornerebbe buono per i nerazzurri. Allo stesso tempo però un altro potenziale obiettivo rischia di sfumare sempre “a causa” del Borussia Dortmund: Christian Benteke, altro belga in grande crescita (nell’Aston Villa) è uno dei due attaccanti nel mirino per sostituire Lewandowski. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori