Calciomercato Inter / Spinosi (ag. FIFA): conosco Wallace, è un fenomeno. Wellington? Oggi è un affare (esclusiva)

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Lodovico Spinosi, esperto di calcio brasiliano, parla di Wallace Oliveira dos Santos e Wellinton Aparecido Martins, obiettivi dell’Inter

02.08.2013 - int. Lodovico Spinosi
wellington_acrobazia
(INFOPHOTO)

Il calciomercato dell’Inter parla brasiliano. I due obiettivi principali della società nerazzurra sono il terzino destro Wallace Oliveira dos Santos, classe 1994 del Chelsea, e Wellington Aparecido Martins, centrocampista centrale classe 1991 del San Paolo. Quest’ultimo ha da poco dichiarato di sognare la maglia nerazzurra, in attesa della quale ha già rifiutato l’offerta del Galatasaray. Per Wellington si parla di un prestito oneroso, con diritto di riscatto obbligatorio dopo un certo numero di presenze ufficiali. Più vicino ancora è Wallace, che il Chelsea deve cedere in prestito (secco): nei prossimi giorni dovrebbe diventare un giocatore dell’Inter. Per parlare dei due giocatori brasiliani ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva l’agente FIFA Lodovico Spinosi, esperto di calcio verdeoro.

Lo conosco benissimo perchè sono amico del suo agente: è un potenziale campione, un giocatore fortissimo. Diro di più, vado spesso in Brasile per visionare dei giocatori e da tempo non vedevo un classe ’94 così forte, come lo è Wallace. L’Inter va sul sicuro.

Eppure potrebbe non convincere del tutto Mazzarri: sarà per la giovanissima età? Sono sicuro che Mazzarri potrà aiutare Wallace ad esprimersi al meglio fin da subito: è un giocatore forte fisicamente nonostante non sia altissimo, spinge tanto e difende discretamente. E’ adatto al gioco di Mazzarri. Il Chelsea lo cede perché non ha raggiunto le presenze in Nazionale necessarie per essere tesserato, ma non a caso solo in prestito.

Altro brasiliano nel mirino dell’Inter è Wellington… Un altro giocatore molto interessante. L’Inter farebbe un bel colpo di mercato acquistandolo. Soprattutto adesso che costa relativamente poco, e può essere prelevato in una formula conveniente: tra un paio d’anni la sua valutazione potrebbe schizzare.

E’ lui il giocatore destinato a stare davanti alla difesa? Wellington può fare tutto, può giocare in quel ruolo come sta facendo attualmente nel San Paolo, oppure da interno, più avanzato. Abbina qualità e quantità. 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori