FC Inter/ Moratti: non parlatemi di scudetto, pensiamo a far bene. Che bravo Cambiasso

- La Redazione

Anche Massimo Moratti non ha fatto mancare il suo commento dopo la vittoria contro la Fiorentina, che ha rilanciato l’Inter al secondo posto in classifica. Ecco le parole del presidente

Moratti_Fiorentina
Massimo Moratti (Infophoto)

Anche Massimo Moratti ha esultato per la vittoria dell’Inter sulla Fiorentina. In attesa del tanto atteso passaggio delle quote societarie (“bisogna aspettare” ha detto, rimandando perciò, ancora una volta, la questione), il presidente nerazzurro ha detto la sua sui tre punti conquistati ieri sera, che hanno confermato la squadra al secondo posto in classifica, a due punti dalla capolista Roma e quindi in piena corsa scudetto. “Ma non parliamone, anche perchè ogni volta pronunciamo quella parola e poi si perde… siamo solo all’inizio, per il momento pensiamo a fare bene”. E bene si sta facendo: cinque partite, quattro vittorie e l’unico pareggio arrivato contro la Juventus, in una gara che con un po’ più di attenzione si sarebbe anche potuta vincere. “Si gioca ancora tra 48 ore, non festeggiamo troppo; però ammetto che questa è una bella mattinata”, ha detto Moratti, che poi ha dovuto rispondere alla domanda, scontata, sul paragone sull’ultima Inter vincente e dominante, quella di José Mourinho. “Non c’è bisogno dei paragoni; direi che questa è una squadra che ha carattere e giocatori che hanno amor proprio e vogliono dimostrare le cose che fanno in allenamento e gli sforzi che mettono sul campo”. In particolare ci sono stati elogi per tre di loro: “Cambiasso è un grande trascinatore, ha fatto un gol pazzesco e tutto quello che un calciatore può fare. Sono contento per lui e la sua famiglia, e sono contento anche per Jonathan e Alvarez, sono diventati due punti di riferimento per squadra e società”. In effetti, i due giocatori rappresentano il simbolo di una squadra che ha saputo risollevarsi dalla polvere di un nono posto per tornare sul livello delle grandi. In tutta questa felicità, c’è qualcosa che stona: i fischi che la curva Nord ha riservato a Fredy Guarin, che ha risposto con un gesto provocatorio. Il presidente ha preso le difese del colombiano: “Non ho capito l’episodio, Fredy è un bravo ragazzo e quando l’ho visto dopo l’accaduto l’ho trovato tranquillo”. Per ora il caso è rientrato: l’Inter vola, e questo episodio è una semplice sbavatura che fatica a vedersi. E a Moratti va bene così. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori