Calciomercato Inter/ Cannavaro se parte Ranocchia. Notizie dell’8 gennaio (aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Inter, i neroazzurri pronti a tuttelarsi in caso di cessione di Ranocchia al Chelsea. Paolo Cannavaro il sostituto individuato. Le parole del suo procuratore

08.01.2014 - La Redazione
guarin_bianca
Fredy Guarin (infophoto)

L’inter e Ranocchia non hanno mai trovato il feeling giusto. Il difensore è spesso finito nel mirino delle critiche dei giornali per le sue prestazioni e spesso è stato accostato a molte squadre. Mourinho è un suo grande estimatore e nel caso lo porti con se al Chelsea i neorazzurri stanno pensando a Paolo Cannavaro come sostituto. Come riporta Sky Sport non ci sono ancora stati contatti diretti ed il suo agente Enrico Fedele intervenendo a Radio Gol fa il punto sul futuro del suo assistito ed apre ad una possibile cessione: “A Paolo dispiace molto questa situazione, non ha possibilità di giocare ed è impensabile andare avanti altri quattro-cinque mesi così. Non c’è stato un incontro con Bigon, bisogna capire cosa vuol fare il Napoli, Paolo non vuol sentirsi un peso per una squadra a cui ha dato tutto. Contatti? Paolo è un calciatore che ha mercato come tutti i calciatori del Napoli, ma non ci sono contatti avviati con nessuno”. Il difensore del Napoli gode della stima di Mazzarri che lo ha già allenato nella sua esperienza di allenatore del club di De Laurentis.

Non è ancora terminato il tormentone Fredy Guarin. Il centrocampista colombiano prima era ad un passo dal Chelsea, poi sembrava confermato in nerazzurro, ora viene accostato al Barcellona. I fatti: stando a indiscrezioni raccolte da Calciomercato.it l’agente del calciatore si sarebbe incontrato con Gerardo Martino in Argentina – dove il Tata ha trascorso le vacanze – e i due avrebbero affrontato l’argomento Guarin blaugrana. Il tecnico del Barcellona avrebbe sostanzialmente fatto sapere a Marcelo Ferreyra del gradimento per il colombiano, e della volontà di metterlo sotto contratto adesso (qualora dovesse partire un centrocampista, con Song maggior indiziato) o a giugno. La priorità rimane comunque l’Inter: il procuratore non ha mancato di ricordare alla dirigenza nerazzurra che la promessa della scorsa estate era quella di un rinnovo. E’ anche vero che adesso in corso Vittorio Emanuele c’è un nuovo presidente…

E’ da tempo uno dei nomi più chiacchierati del mercato quello del centrocampista brasiliano del Tottenham, Sandro, calciatore già da tempo nel mirino delle big europee. Il calciatore classe 1989, continua a macinare prestazioni su prestazioni, facendo aumentare il numero delle squadre sulle sue tracce. Il calciatore non pare però preoccupato dagli interessi nei suoi confronti, come svelato dallo stesso Sandro al sito ufficiale del club londinese: “Inter e Roma mi vogliono? Lo so bene, sono sempre a conoscenza degli interessi nei miei confronti. Però io al Tottenham sto bene e sono felice, e non ho avuto alcuna proposta da nessun club. Posso comunque dire che è sempre bello essere apprezzati”. Un chiaro messaggio tra le righe alle società interessate: con un’offerta concreta potrei anche pensare di partire. Intanto Sandro, nella stessa intervista, ha solidarizzato con il precedente tecnico degli Spurs, Andrè Villas Boas, esonerato da qualche settimana: “Per me non è stato del tutto corretto, però si sa che nel calcio contano principalmente i risultati”.

Non sarà Francesco Bardi il calciatore inserito nella trattativa tra Inter e Torino per il trasferimento in nerazzurrro di Danilo D’Ambrosio, laterale sinistro che pare ormai ad un passo dal vestire la divisa della squadra meneghina. L’agente del calciatore, Vincenzo Rispoli, intervistato da FcInterNews, ha spiegato infatti come la società presieduta da Erick Thohir non pare essere disposta a cedere neanche una metà del cartellino del promettente portiere al momento in prestito al Livorno:  “La metà di Francesco Bardi al Torino per arrivare a D’Ambrosio? Non è vero, non ci risulta nulla: l’Inter non cede la metà. Non escludo la trattativa per D’Ambrosio, ma so che i nerazzurri erano contrari a darlo al Cagliari, e non credo sia cambiata la loro intenzione. L’Inter vuole tenere Bardi interamente; infatti attualmente è in prestito secco a Livorno senza riscatto”. Bisognerà dunque trovare un altro calciatore da inserire nella trattativa D’Ambrosio. Tutti gli indizi, al momento, sembrano portare al centrocampista Gaby Mudingayi, poco utilizzato da Mazzarri anche a causa di molteplici infortuni.

Da qualche giorno a questa parte è tornato di moda in casa Inter il nome di Pablo Daniel Osvaldo, attaccante del Southampton e della nazionale italiana, che ha lasciato la Roma la scorsa estate. L’italo-argentino sarebbe già stanco dell’esperienza in Premier League e si dice pronto a fare ritorno in Serie A fra le fila di una big, dove tra l’altro godrebbe di una maggiore visibilità in ottica Mondiali 2014. I nerazzurri ci stanno provando ma per chiudere la trattativa con la società inglese dovranno prima piazzare qualche esubero. Con la situazione di Fredy Guarin bloccata, il nome tornato in cima alla lista dei partenti è quello di Andrea Ranocchia, centrale di difesa che ha molteplici ammiratori, a cominciare dal Chelsea di Josè Mourinho. Corso Vittorio Emanuele accetta offerte per il proprio difensore da almeno 15 milioni di euro, la cifra che l’Inter girerebbe al Southampton per Osvaldo. E chissà che il sostituto di Ranocchia non possa essere Nemanja Vidic, centrale di difesa del Manchester United. Il cui contratto è in scadenza al prossimo giugno e come spiegato dal suo agente Silvano Martina, non verrà rinnovato. Il difensore serbo ha diversi ammiratori in Italia, a cominciare proprio dall’Inter per arrivare fino a Milan, Juventus e Napoli. Si tratterebbe naturalmente di un’operazione in ottica estiva visto che lo stesso Vidic non lascerà l’Old Trafford a gennaio ma bisognerà aspettare l’estate per acquistarlo a costo zero.

Breve aggiornamento sul futuro di Ishak Belfodil. Come vi abbiamo riportato poco fa il West Ham ha incontrato l’Inter per avere il giocatore franco-algerino. Gianluca Di Marzio di Sky Sport fa sapere che le due società hanno trovato l’intesa sulla base di un prestito, forse con diritto di riscatto. La palla passa ora nelle mani dello stesso giocatore che dovrà dare il suo assenso o meno al trasferimento a Londra. Attenzione anche al Parma, co-proprietaria del cartellino del giocatore, che potrebbe dire no all’operazione: si attendono novità nelle prossime ore.

Nonostante abbia giocato davvero poco da agosto ad oggi, sono ancora moltissime le società pronte a scommettere su Ishak Belfodil. Il talento franco-algerino dell’Inter, in comproprietà con il Parma, sembra destinato a lasciare la Pinetina dopo soli sei mesi e fra le società maggiormente interessate vi sarebbero i londinesi del West Ham. Gli Hammers sembravano pronti a chiudere ma nelle ultime ore sono sorti alcuni intoppi che hanno indotto gli stessi a raggiungere Milano per trattare direttamente con la società di corso Vittorio Emanuele così come con l’entourage dello stesso ex Parma. In questi istanti, come riportato da Sky Sport, si sta svolgendo un incontro fra l’ad degli inglesi, Pincher, George Atangana, agente di Belfodil, e Ludovic Fattizzo, intermediario. La delegazione si trova nella sede dell’Inter e l’intenzione del club inglese è quella di chiudere la trattativa con la formula del prestito anche se dovrà fare i conti con il Sassuolo. Il patron degli emiliani, Squinzi, non intende infatti mollare la presa e starebbe puntando all’acquisto della metà gialloblu di Belfodil. Nelle prossime ore sono attese novità e sicuramente il quadro sarà più nitido.

Spunta un nome un po’ a sorpresa in casa Inter per il mercato di riparazione. Stando a quanto riportato stamane da Tuttosport, noto quotidiano di casa Juventus, il club nerazzurro starebbe pensando a Fabio Quagliarella, epurato dei campioni d’Italia, già con le valigie in mano. Sulle tracce del bomber stabiese vi sono moltissime società di Serie A, a cominciare da Fiorentina, Lazio e Sampdoria, senza dimenticarsi delle inglesi West Ham, Sunderland e Tottenham. L’Inter è l’autentica novità delle ultime ore, altra società che come quelle elencate sopra, è alla ricerca di un giocatore da inserire nel reparto avanzato per dare man forte a Rodrigo Palacio, l’unico che da agosto ad oggi ha dato segnali positivi. Oltre ad Osvaldo e Lamela, quindi, in corso Vittorio Emanuele si sono messi sulle tracce dell’ex centravanti di Napoli, Samp, Chievo e Udinese, che sembra sempre più lontano da Torino per il poco spazio trovato in questa prima metà stagionale. L’operazione è possibile ma non è delle più semplici anche perché Antonio Conte vorrebbe evitare di cedere il proprio giocatore ad una concorrente diretta per lo scudetto come appunto la compagine milanese.

L’attaccante dello Shakhtar Donetsk, Eduardo, si candida per una maglia nerazzurra: ecco le sue dichiarazioni in esclusiva a IlSussidiario.net. In casa Inter potrebbe verificarsi un terremoto con l’addio di Mazzarri, come ci svela l’agente Fifa, Biasin. Infine, attenzione alle parole di Bottini, anch’egli agente Fifa, secondo cui l’accordo fra Lamela e i nerazzurri sarebbe ad un passo: qui le sue dichiarazioni.

Potrebbe essere Danilo D’Ambrosio il primo colpo della nuova Inter targata Erick Thohir. Il terzino sinistro del Torino, il cui contratto è in scadenza al 30 giugno del corrente anno, ha già detto si ai nerazzurri e attende che le due società trovino l’intesa. L’ok potrebbe arrivare nelle prossime ore visto che i Granata avrebbero individuato in Botta la contropartita ideale per liberare il proprio vice-capitano. In poche parole, Urbano Cairo si assicurerebbe la metà del cartellino dell’ex Tigre, in cambio di tutto D’Ambrosio. Una meta, quella piemontese, che sta bene naturalmente allo stesso Botta. Il suo agente, Sergio Levinton, intervistato stamattina da Tuttosport, ha confessato: «Il contatto con il Toro c’è stato, anche se tramite un intermediario. Io posso ribadire quanto ho detto a quella persona: ogni tipo di decisione spetta all’Inter, perché è la società proprietaria del cartellino. Noi da parte nostra siamo disposti a valutare sia la permanenza in nerazzurro, sia il trasferimento in prestito. La comproprietà? Dovremmo valutare insieme all’Inter, ma posso dire che un club con la prestigiosa storia del Toro è una soluzione interessante. In effetti per noi la vera condizione è un’altra».

La speranza di Botta, come sottolinea lo stesso agente, è che Giampiero Ventura gli conceda un po’ di spazio. E’ logico pensare che l’argentino non sarà titolare, reduce da un infortunio serio come la rottura del crociato, ma è ipotizzabile un impiego “part-time” che permetta a Botta di ritrovare la fiducia di un tempo, aspetto fondamentale per quei giocatori che subiscono uno stop così lungo e gravoso. Permangono comunque le ipotesi legate a Duncan, M’Baye, e Longo, anche se il mirino del Torino sembrerebbe maggiormente indirizzato verso Botta. Fra i nomi circolanti in casa Inter, infine, attenzione a Pablo Daniel Osvaldo, attaccante del Southampton tornato di moda in questi ultimi giorni: fattibile l’ipotesi prestito con diritto di riscatto a 15 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori