Calciomercato Inter/ News: Hernanes-Kovacic, il Profeta sacrificato a giugno (esclusiva)

- La Redazione

Calciomercato Inter news: secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, il brasiliano dell’Inter Hernanes potrebbe andare via a giugno anche per ragioni tattiche

hernanes_barella
Hernanes, 29 anni, brasiliano (infophoto)

In questo inizio di stagione l’Inter di Mazzarri si è scoperta fragile dal punto di vista difensivo. Nelle ultime due giornate di campionato i nerazzurri hanno subito sette gol perdendo sia in casa contro il Cagliari che a Firenze. Due batoste che non sono piaciute al presidente Erick Thohir e a tutto l’ambiente nerazzurro, ma nelle ultime giornate è apparso molto evidente un altro problema che riguarda il centrocampo. Hernanes e Kovacic non riescono a esperimersi ad alti livelli quando giocano insieme, il giovane croato sembra reagire meglio a questa convivenza mentre il Profeta non ha ancora sfornato una prestazione di alto livello degna delle sue qualità. La sensazione è che i due non si trovino a meraviglia nel modulo di Mazzarri. Erick Thohir ha sempre difeso i giovani talenti dell’Inter, vorrebbe presto rinnovare il contratto a Kovacic e Icardi fino al 2019 per blindarli da eventuali offerte di grandi club. Discorso diverso per Hernanes che potrebbe pagare la difficile convivenza con il croato. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, Hernanes a giugno potrebbe andare via dopo un anno e mezzo di Inter. Sarebbe un addio doloroso soprattutto per Thohir visto che il Profeta è stato il primo grande colpo dell’indonesiano da presidente nerazzurro. Hernanes ha mercato soprattutto in Inghilterra, l’Inter non vorrebbe cederlo a gennaio perché quasi certamente non rientrerebbe dall’esborso economico di gennaio 2014 (circa 20 milioni di euro alla Lazio). Le prestazioni negative di Hernanes di certo non aiutano i nerazzurri a cedere il calciatore a peso d’oro, una ripresa in questi mesi sarebbe auspicabile anche per un addio in estate.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori