Calciomercato Inter/ News, ag. Grenier: so che Clement è seguito in Italia. Notizie all’11 novembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, il club nerazzurro nel recente passato ha pensato a Clement Grenier del Lione per il centrocampo. Ecco le parole dell’agente Frederic Guerra sul futuro del giocatore.

huntelaar_depay
Klaas-Jan Huntelaar (sinistra), 30 anni (dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup)

Frederic Guerra, agente di Clement Grenier, ha parlato ai microfoni di tuttomercatoweb del futuro del centrocampista del Lione: “Prima dell’infortunio c’erano stati degli interessamenti da parte di diversi club, adesso deve pensare a tornare in gruppo dopo l’infortunio, poi a gennaio si vedrà, manca ancora un mese. So che è ancora seguito da più di un osservatore proveniente dalla Serie A“. L’Inter è stata segnalata tra i club fortemente interessati a Grenier che era visto come il centrocampista di qualità utile da inserire nello scacchiere di Walter Mazzarri. Ora il francese è infortunato ed ogni discorso va rimandato in avanti.

Uno degli ultimi nomi accostati all’Inter per gennaio è quello di Lukas Podolski, attaccante tedesco dell’Arsenal. Il calciatore ha manifestato mal di pancia in Inghilterra e sembra pronto a cambiare aria. Interessanti le parole riportate da CalcioNews24.com in cui il calciatore ha confermato di non essere soddisfatto del momento: “Non sono soddisfatto del minutaggio che ho all’Arsenal. Il motivo lo dovete chiedere a Wenger. E’ difficile giocare dieci minuti a partita, come si può parlare di scarso rendimento se non gioco? Sono deluso e arrabbiato, consapevole del fatto che alcuni club erano interessati a me in estate e a gennaio valuterò il da farsi“.

Non sarà semplice per l’Inter assicurarsi Klaas Jan Huntelaar in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio. Il club di corso Vittorio Emanuele vorrebbe approfittare del contratto in scadenza dello stesso nazionale olandese a giugno del 2015, ma dovrà essere abile nel superare una concorrenza a dir poco agguerrita. Secondo le notizie riportate dai tabloid inglesi nelle ultime ore, pare che sull’ex Milan, Real Madrid e Ajax vi siano i top club della Premier League, a cominciare dall’Arsenal di Wenger e dal Liverpool di Rodgers. Quest’ultimo potrebbe rivendere Balotelli fra poche settimane e puntare appunto su un bomber di razza come l’ex lanciere. Fra le varie ipotesi anche quella di un possibile rinnovo del contratto con lo Schalke 04 anche se fino ad oggi non vi sono segnali che spingano in tale direzione.

E’ davvero interessante e per certi versi clamoroso il retroscena di calciomercato svelato da La Gazzetta dello Sport, stamane. Parlando dell’incontro avvenuto ieri sera fra il presidente dell’Inter, Erick Thohir, e l’ex numero uno Massimo Moratti, si evince come il vecchio patron abbia consigliato al tycoon indonesiano di esonerare Walter Mazzarri. Thohir pare sia intenzionato a trattenere il tecnico toscano almeno fino alle prossime tre sfide, il derby, l’Europa League e la Roma, ma in caso di nuova debacle potrebbe seriamente accogliere il consiglio del petroliere meneghino. Per sostituire Mazzarri si punterebbe su uno fra Vecchi (allenatore Primavera), Zenga e Leonardo.

Secondo quanto riportato da SportMediaset, l’Inter avrebbe deciso di puntare su Walter Zenga come possibile traghettatore fino a giugno. Thohir vorrebbe cambiare la situazione in panchina, fuori Mazzarri e dentro l’ex portiere nerazzurro oggi allenatore. Ma c’è una situazione che riguarda l’ex tecnico Al-Jazira: Zenga vorrebbe accettare la proposta dei nerazzurri ma con una clausola pro-Europa a suo favore per una conferma per la stagione prossima. Thohir ci sta pensando anche se preferirebbe puntare su Sinisa Mihajlovic per il ruolo di allenatore nella prossima stagione.

Faranno sicuramente discutere le dichiarazioni rilasciate in queste ore da Darijo Srna e riguardanti il calciomercato dell’Inter. Il 32enne terzino dello Shakhtar Donetsk, nazionale croato che sarà probabilmente in campo durante Italia-Crozia di domenica sera, ha parlato del proprio connazionale, il centrocampista nerazzurro Mateo Kovacic. Secondo Srna l’ex Dinamo Zagabria farebbe meglio ad abbandonare la società di corso Vittorio Emanuele il prima possibile: «Kovacic è uno dei migliori giovani che giocano in Italia, è uno che fa la differenza. L’inter al momento non è un top team e non può aiutarlo a migliorare più velocemente come succederebbe se fosse in un club migliore». Su Kovacic vi sono le principali big europee a cominciare da Barcellona, Real Madrid e Chelsea. Chissà che al sentire tali parole non vengano invogliate a presentare una nuova proposta concreta.

Starebbe pensando ad un vecchio obiettivo in vista del calciomercato di gennaio. Stando alle indiscrezioni circolanti nelle ultime ore in particolare in Spagna, il club meneghino sarebbe sulle tracce di Martin Montoya, terzino destro del Barcellona nel giro della nazionale spagnola. Il ragazzo ha rinnovato poco fa il contratto fino al 30 giugno del 2018, ma il suo futuro sembrerebbe essere lontano dal Camp Nou. Luis Enrique, il tecnico dei blaugrana, non lo “vede”, e di conseguenza lo stesso starebbe pensando al cambio di casacca per trovare una squadra con cui giocare con continuità. Molte le squadre interessate al ragazzo e fra le più agguerrite attenzione all’Inter che necessita proprio di innesti per la fascia destra.

Il derby contro contro il Milan permetterà a Thohir di capire bene la situazione dell’Inter. I nerazzurri non vogliono perdere altro terreno nei confronti delle dirette concorrenti per il terzo posto, per questo una sconfitta potrebbe stravolgere interamente la situazione di Mazzarri. E’ chiaro che in caso di addio di Mazzarri la dirigenza nerazzurra dovrà trovare un traghettatore fino a giugno: nel mirino ci sono Leonardo o Vecchi. Il primo è già stato l’ex allenatore dell’Inter di Moratti, mentre il secondo sta facendo benissimo nella Primavera nerazzurra. I due allenatori sembrano avere il benestare anche dell’altro socio Moratti.

In casa Inter è stata ribadita per l’ennesima volta la fiducia a Walter Mazzarri. Naturalmente, come ogni allenatore, il tecnico toscano è legato ai risultati, e in caso di nuove debacle nei prossimi impegni (in serie, Milan, Europa League e Roma), nulla sarà da lasciare al caso. Sono molti comunque quelli convinti che a fine stagione, a meno di qualificazione in Champions, l’ex Napoli farà le valigie per lasciare il posto ad un nuovo allenatore. Thohir ha già stilato una mini-lista di papabili, a cominciare da Sinisa Mihajlovic che in questa stagione si sta confermando ad altissimi livelli. Altro nome caldo, da diversi mesi ormai accostato a corso Vittorio Emanuele, è quello di De Boer dell’Ajax, anche se l’olandese potrebbe sbarcare a Barcellona. Infine, attenzione alla new entry Robero Martinez, tecnico dell’Everton che nella stagione 2012-2013 ha conquistato la FA Cup ai tempi del Wigan.

Secondo quanto riportato da L’Equipe, l’Inter sta seguendo con molta attenzione Steevens Babootari. Si tratta un talento di 18 anni che milita nel Bastia e che potrebbe arrivare a fine stagione per poi trasferirsi in prestito ad una società di Serie B per fare un po’ di esperienza e maturare. Il ragazzo non ha ancora esordito con la prima squadra del club della Corsica che milita nella Ligue 1. Erick Thohir non può permettersi investimenti onerosi dovendo fare i conti con un bilancio profondamente in rosso che è entrato nel mirino dell’Uefa. Il presidente nerazzurro è stato a Nyon per spiegare la strategia attraverso la quale intende sistemare le finanze dell’Inter. Niente spese pazze, si cercherà di abbassare ulteriormente il monte stipendi e di puntare su giovani talenti low cost. Fino a quando i conti non saranno a posto la linea sarà questa. Il direttore sportivo Piero Ausilio è alla ricerca di profili sui quali puntare per il futuro ed ha già diversi nomi interessanti nel suo taccuino. Tra questi ci è finito anche quello di Babootari, che potrebbe essere bloccato fin da subito per evitare che altri club possano inserirsi e scipparlo al club di via Durini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori