Calciomercato Inter/ News, Cicchetti (ag. FIFA): idea Di Santo. Che errore con Cambiasso (ESCLUSIVA)

- int. Gianfranco Cicchetti

Calciomercato Inter news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Gianfranco Cicchetti ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare della situazione attaccanti.

disanto_werder
Immagine d'archivio

L’Inter continua a monitorare il mercato delle punte in vista del calciomercato invernale di gennaio. Nel mirino dei nerazzurri ci sono diversi giocatori, in particolare Kramaric. In casa Inter si cercherà in ogni modo di trovare la risoluzione ai problemi che stanno attanagliando la squadra nerazzurra. L’agente Fifa Gianfranco Cicchetti, in esclusiva per IlSussidiario.net, ha parlato del calciomercato Inter.

L’Inter continua ad essere troppo discontinua: quale è il problema secondo lei? L’Inter in estate ha fatto un grande errore mandando via tutti i senatori del Triplete. Nell’Inter di oggi manca l’amore per la maglia, troppi stranieri e nessun leader.

Chi avrebbe confermato? Cambiasso l’avrei certamente confermato, nel Leicester è diventato il nuovo leader, è un idolo per i tifosi e il rinnovo è praticamente garantito. Nell’Inter avrebbe dato solidità al reparto, sarebbe stato il grande leader dei nerazzurri.

Inter che a gennaio vorrà puntare su un attaccante: quale sarà il centravanti nerazzurro? L’Inter segue sempre Kramaric perché è l’obiettivo più facile da raggiungere. Ha il contratto in scadenza nel 2015 con una valutazione di circa 3 milioni di euro. Ma c’è una novità.

Quale sarebbe? All’Inter piace il bomber del Werder Brema Franco Matias Di Santo, classe ’89, 193 centimetri d’altezza, già sei gol in Bundesliga. Ha il contratto in scadenza nel 2016 ed ha un valore di circa 6 milioni di euro.

Prevede qualche altro arrivo? Potrebbero arrivare due giocatori: il primo è Rolando per la difesa, lo vuole Mazzarri. Il secondo invece è Ledesma per il centrocampo.

In uscita chi potrebbe lasciare l’Inter? Kuzmanovic, Khrin e Campagnaro sono i maggiori indiziati in odore di cessione.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori