Calciomercato Inter/ News, Pomponio (ag. FIFA): Evra? I campioni fanno bene. Gabi, difficile il suo arrivo (esclusiva)

- int. Marco Pomponio

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Marco Pomponio ha parlato del calciomercato Inter e in particolare del possibile arrivo di un giocatore a centrocampo come Gabi.

evra
Evra

L’Inter vuole cambiare tanto, dopo l’arrivo di Vidic a parametro zero dal Manchester United, i nerazzurri sono pronti a puntare anche su un altro giocatore dello United, ovvero Patrick Evra, terzino sinistro in scadenza di contratto. Un altro giocatore pieno di esperienza che potrebbe rinforzare la difesa nerazzurra. In attacco piace tantissimo Dzeko, ma c’è anche l’ipotesi di Morata per l’Inter. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Pomponio ha parlato del calciomercato Inter. 
L’Inter dopo l’acquisto di Vidic vorrebbe puntare anche su Evra. Troppi giocatori d’esperienza? Quando si tratta di campioni non c’è nessun problema, Vidic lo è, Evra anche, quindi sono due giocatori che aumenterebbero la forza dell’Inter.
Inter che vorrebbe anche il capitano dell’Atletico Madrid Gabi. Le piace il giocatore spagnolo? Molto, un giocatore d’ordine che potrebbe essere una pedina importante per il centrocampo dell’Inter, un vice Cambiasso. Solo che ho dubbi sulla fattibilità dell’affare.
Perché? L’Atletico Madrid non credo proprio che voglia lasciare andare il proprio capitano, i madrileni sembrano una macchina perfetta in questo momento e anche per dopo.
Inter che vorrebbe un attaccante. E’ giusto così? Credo che i nerazzurri vogliano un attaccante in modo da poter puntare su Icardi in maniera molto più tranquilla e senza pressioni.
Morata è il giocatore giusto? Non credo perché per lo spagnolo sarebbe la prima esperienza da titolare in carriera. Meglio puntare su un altro attaccante più esperto.
Tipo Dzeko? Esatto, il bomber bosniaco sarebbe perfetto per l’attacco dell’Inter, è un giocatore che vuole avere maggiore spazio rispetto a quello che sta ottenendo in questo momento nel City.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori