Calciomercato Inter/ News, Quo vadis Longo? Prima il Rayo, poi… Notizie al 4 aprile 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, il patron nerazzurro, Erick Thohir, ha confermato la fiducia a Mazzarri. Intanto si pensa ai giovani che torneranno dai prestiti, tra cui anche Samuele Longo

Longo_azione_R400
Longo (infophoto)

Che fine ha fatto Samuele Longo? Si parla sempre di giovani e futuro, le news di calciomercato relative all’Inter già si sprecano, la prima estate targata Erick Thohir è alle porte e l’attesa è fervente; alcuni giocatori ora in prestito dai nerazzurri sono già indicati come in procinto di tornare alla base: è il caso dei “livornesi” Francesco Bardi (bisognerà però scegliere: lui o Handanovic?), Ibrahima Mbaye, Alfred Duncan e Marco Benassi oltre a Ishak Belfodil. Bisogna però ricordarsi anche di Longo, che a gennaio è rientrato da Verona dove aveva giocato poco o nulla, ed è stato girato ancora in prestito secco in Spagna, al Rayo Vallecano. Ebbene: sinora 8 presenze con la terza squadra di Madrid, tutte da subentrante e senza gol. Dopo 31 giornate di Liga la formazione allenata da Paco Jemez è quattordicesima con 33 punti, 4 in più rispetto alla zona retrocessione. Longo cercherà di aiutare il Rayo a salvarsi ma a giugno tornerà ancora all’Inter, con cui ha un contratto ancora molto lungo (scadenza 2018). Cosa deciderà la società? Secondo quanto riporta il sito fcinternews.it l’attaccante classe 1992 potrebbe restare finalmente in prima squadra, nel pacchetto attaccanti completato da Palacio, Icardi e un altro bomber da reperire sul calciomercato. Può essere la soluzione migliore per tutti: Longo si metterebbe finalmente alla prova in un contesto d’alto livello mentre l’Inter potrebbe valorizzare un prodotto del vivaio. Uno dei migliori degli ultimi anni. 

E’ tornato in Italia il presidente dell’Inter, Erick Thohir. Il tycoon indonesiano, appena messo a piede a Linate, è stato circondato dal solito gruppo di giornalisti che erano lì ad attendere il suo arrivo. Interessanti le dichiarazioni rilasciate dal patron interista, in particolare, quelle sul futuro di Walter Mazzarri, per il quale ammette di avere immensa fiducia: «Certo che ho fiducia in Mazzarri. Se non l’avessi l’avrei mandato via un paio di mesi fa. Gli ho mandato un messaggio per dirgli che lo appoggio, come ho fatto nell’ultimo comunicato della scorsa settimana». Un accenno quindi al mercato estivo, che entrerà nel vivo solo al termine del campionato che volge alla conclusione: «Alla fine della stagione valuteremo i giocatori e l’allenatore insieme per costruire la futura Inter Ci sono i Mondiali, c’è la tourneé negli Stati Uniti. Dobbiamo cominciare a preparare il prossimo anno». Infine Thohir ha commentato così il pareggio per due a due contro il Livorno dello scorso weekend, gara che ha lasciata estrema amarezza fra le fila nerazzurre: «La Serie A è difficile. I giocatori devono imparare dagli errori che hanno fatto a Livorno. Dobbiamo concentrarci sulle partite perché restano ancora delle partite da giocare. La cosa positiva di Livorno è che comunque abbiamo fatto punti, come ho detto ultimamente noi dobbiamo fare punti in ogni partita. Vedremo: abbiamo un’altra partita, altra pressione».

Fra i rumors circolanti in questi ultimi giorni circa il futuro della panchina dell’Inter, è spuntato anche il nome di Sinisa Mihajlovic, allenatore della Sampdoria che sta portando i blucerchiati alla salvezza dopo un inizio di stagione disastroso. Interpellato dai microfoni de il Corriere della Sera, l’ex calciatore non si è affatto nascosto: «Dopo aver allenato la nazionale serba e la Sampdoria, i due sogni che mi restano da realizzare sono allenare Lazio e Inter. Lo sanno tutti. Ma non dico quando…. Fossi Thohir – prosegue Sinisa – confermerei Mazzarri, perché agli allenatori bisogna dare il tempo di lavorare». E chissà che il sogno di Mihajlovic non possa già avverarsi a breve. Nonostante le dichiarazioni di facciata, Walter Mazzarri potrebbe venire esonerato a fine stagione qualora non dovesse raggiungere la qualificazione alla prossima Europa League. Durante l’intervista di oggi, Mihajlovic ha svelato anche un retroscena su Ivanovic: «Ivanovic lo volevo portare all’Inter quando giocava all’Ofk Belgrado e costava pochissimo».

Proseguono i sondaggi di casa Inter in ottica calciomercato estivo. Il direttore tecnico Piero Ausilio è impegnatissimo, e dopo i tuor in Spagna e Inghilterra, negli scorsi giorni ha avuto modo di fare un blitz nell’America Latina, bacino da cui i nerazzurri hanno spesso e volentieri attinto negli ultimi anni. Secondo le indiscrezioni circolanti ad Ausilio sarebbe stato proposto Leonel Jesus Vangioni, terzino/esterno sinistro di 26 anni che gioca nel River Plate. Il Napoli, e di conseguenza Walter Mazzarri, lo ha seguito già qualche tempo fa ed ora l’idea sarebbe tornata di moda in ottica interista. Ausilio pare abbia già parlottato dell’eventuale operazione con Rodolfo D’Onofrio, il numero uno del club di Buenos Aires e l’operazione sembra fattibile anche perché il contratto scade al 31 dicembre nel 2015 ed inoltre gode del passaporto comunitario, caratteristica davvero importante quando si tratta un giocatore in America Latina. Durante il blitz Ausilio ha avuto modo di riallacciare anche i contatti con il San Paolo in merito a Wellington, giocatore seguito qualche tempo fa dall’Inter che potrebbe tornare di moda in estate: anche lui ha il contratto in scadenza nel 2015 e l’operazione sembra fattibile visto che lo stesso centrocampista 23enne non trova spazio fra i titolari.

Il presidente dell’Inter, Erick Thohir, tornerà in Italia questa mattina. Il magnate indonesiano sbarcherà a Milano per proseguire i suoi affari con le banche e i vari incontri con i dirigenti per pianificare il futuro. Un futuro che appare molto incerto a tutt’oggi, alla luce degli ultimi negativi risultati, che stanno facendo seriamente traballare la panchina del tecnico toscano Walter Mazzarri. Da De Boer e Mihajlovic, passando per Laudrup e da ieri anche Mancini. Hector Cuper, intervistato da Fanatik, ha svelato l’esistenza di una trattativa fra l’Inter e il tecnico jesino, per poi smentire il tutto, ma la notizia ha fatto il giro del mondo in pochi istanti. Thohir ha quindi preso in mano il suo telefono ed ha voluto mandare un sms di rassicurazione a Mazzarri: «Preso atto che più smentisco e più girano voci – il tono del messaggio interpretato dai colleghi de La Gazzetta dello Sport volevo confermarti la mia fiducia. Andiamo avanti insieme, programmando la prossima stagione ma senza perdere di vista il presente. Che significa fare i punti necessari per tornare subito in Europa». Il tycoon indonesiano vuole rasserenare il tecnico di modo che lo stesso possa vivere nel migliore dei modi un finale di stagione che si preannuncia infuocato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori