CALCIOMERCATO INTER / News, M’Vila: Kuzmanonivic e Taider le chiavi. Notizie al 10 e 11 giugno (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

L’Inter non perde di vista Stevan Jovetic per il calciomercato estivo. Il club nerazzurro tenterà un assalto concreto al nazionale montenegrino: due le possibili strategie attuabili

jovetic_dante
Marek Hamsik (Infophoto)

Cresce l’interesse dell’Inter per Yann M’Vila, calciatore francese di origine congolese, centrocampista del Rubin Kazan. La stima da parte dei dirigenti neroazzurri è nota da tempo e si sta provando ad intavolare una trattativa con il club russo. L’idea sarebbe quella di impostare la trattativa puntando tutto sull’inserimento di contropartite per abbassare il prezzo del conguaglio per il cartellino del francese. Secondo Mario Giunta SkySport “Si proverà a inserire nella trattativa Taider e, in aggiunta, Kuzmanonivic. La formula prevederebbe questi due giocatori più un conguaglio in denaro, anche se bisognerà convincere l’ex Bologna e il mediano serbo ad accettare la destinazione”.

Stevan Jovetic è uno dei principali obiettivi del calciomercato estivo dell’Inter. Il club nerazzurro tenterà un assalto concreto per avere il nazionale montenegrino trasferitosi la scorsa estate fra le fila del Manchester City. Due sembrerebbero le vie percorribili. La prima, è quella di attendere gli ultimi giorni di agosto, quando il mercato storicamente entrerà nel vivo e quando l’ex Fiorentina potrebbe cercare in extremis una nuova squadra con probabile sconto annesso. La seconda strada, invece, vede l’Inter pronta a racimolare un tesoretto con qualche cessione eccellente, su tutte quella di Fredy Guarin che tra l’altro potrebbe piacere proprio ai Citizens. Nel contempo Thohir potrebbe racimolare in Asia quei 40/50 milioni di euro che sta ancora ricercando e che permetterebbero un mercato sicuramente più agevole, senza fare eccessivi calcoli. Nel mirino per l’attacco continua ad esserci anche Lamela (che piace ad altre big di Serie A), ed occhio anche ad Ezequiel Lavezzi del Paris Saint Germain, che secondo la stampa francese potrebbe tornare in Italia.

L’Inter è intenzionata ad individuare un nuovo terzino sinistro per il calciomercato estivo e dopo i molteplici sondaggi e le piste sfumate, il cerchio sembrerebbe essersi ristretto a due papabili. Il primo è Gabriel Silva, brasiliano classe 1991 dell’Udinese, che i friulani rivenderanno ad una cifra che si aggira attorno ai 5/7 milioni di euro. L’Inter punta ad assicurarsi il sudamericano in cambio di qualche contropartita tecnica, ed in particola Longo e Obi, due giocatori che Stramaccioni (allenatore dei friulani), conosce molto bene, senza dimenticarsi anche di Ruben Botta, che ad Appiano Gentile ha trovato pochissimo spazio. L’altro candidato è Rodriguez, terzino sinistro della nazionale svizzera (di chiare origini spagnole), che gioca in Germania, fra le fila del Wolfsburg. I tedeschi vogliono 15 milioni di euro e di conseguenza il club di corso Vittorio Emanuele starebbe pensando di girare Alvarez in Bundesliga per uno scambio alla pari. Nella lista c’è infine Schmelzer del Borussia Dortmund: operazione però non semplice.

Una nota sul sito dell’Inter comunica l’ufficialità del riscatto di Mauro Icardi. “F.C. Internazionale e US. Sampdoria comunicano di aver risolto consensualmente l’accordo di partecipazione a favore del club nerazzurro”. Icardi è tutto dell’Inter: non si parla di cifre ma, stando a quelle che erano le premesse di un anno fa, l’operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 6 milioni di euro. La sua metà era stata acquistata la scorsa estate dai blucerchiati, dopo che a Genova l’attaccante argentino del ’93 si era messo in evidenza timbrando 10 reti e contribuendo alla salvezza del club ligure. L’Inter ha bruciato sul tempo tutte le concorrenti e se lo è assicurato; un inizio lento ma poi, complice anche i guai fisici di Diego Milito, gli è stata data la fiducia necessaria per decollare e nel girone di ritorno il bomber è tornato a segnare, chiudendo il suo primo anno ad Appiano Gentile con 8 reti in carniere. Naturalmente deve ancora crescere in malizia, ma i mezzi ci sono tutti e li ha già fatti vedere; su questo scommette Walter Mazzarri che, in attesa magari di un attaccante di primo grido in arrivo da un campionato straniero, si affiderà a Maurito.

(– “Come faccio a commentare tutte le voci dei giornali? Posso dire che l’Inter non ha fatto nessuna offerta ufficiale per Fernando”. Così Mircea Lucescu, ai microfoni di FcInterNews, sulla possibilità che il giovane centrocampista lasci l’Ucraina per approdare alla corte di Mazzarri. “E’ vero – ha poi ammesso – che la situazione del club è difficile, ma non vuol dire che faremo partire i giocatori. Commenterò quando ci saranno i fatti, non solo per Fernando, ma al momento i fatti non ci sono”. Chiaro come sempre Lucescu, anche se lascia intendere – come sempre – qualcosa di più di quanto dica. Di fronte a un’offerta, quindi, il club la valuterà. E chissà che questa offerta dell’Inter sia in questa sessione di calciomercato per Fernando o per qualche altro gioiellino dello Shakthar…

(– Torna a circolare in casa Inter, in orbita calciomercato estivo, l’attaccante del Genoa Alberto Gilardino. Il centravanti rossoblu, scottato per la mancata convocazione di ct Prandelli per i Mondiali, viene dall’ennesima stagione positiva con 16 marcature distribuite fra Serie A e Coppa Italia. In estate non è da escludere un cambio di casacca anche perché al “Gila” piacerebbe chiudere la carriera di nuovo in una big dopo l’esperienza in chiaro/scuro fra le fila del Milan. L’Inter è alla ricerca di un attaccante di esperienza per sostituire Diego Milito e starebbe pensando proprio al Grifone, il cui contratto scadrà al 30 giugno del 2016. Si tratterebbe della classica operazione low cost visto che il cartellino costa attorno ai 6 milioni di euro, soldi che i nerazzurri potrebbero permutare in contropartite tecniche, magari uno fra Belfodil, Taider, Silvestre e Kuzmanovic, in partenza da Appiano Gentile, senza dimenticarsi dei vari talenti sparsi per l’Italia che farebbero comodo a Gasperini.

Andrea Ranocchia potrebbe rimanere nell’Inter durante il calciomercato estivo, ma anche lasciare la Pinetina. La situazione legata al futuro del centrale nerazzurro è alquanto incerta, e come sottolineato dalla redazione di Sky Sport, sarà lo stesso ex Genoa a decidere il futuro. L’Inter gli ha proposto un rinnovo del contratto di tre anni, passando dall’attuale scadenza datata 30 giugno del 2015, al 2018. Annesso vi è un ritocco dell’ingaggio verso l’alto e la fascia da capitano. La cosa che conterà di più per Ranocchia sarà però il ruolo che lo stesso avrà nel progetto futuro interista: il ragazzo vuole infatti sentirsi un titolare fisso e non un semplice rincalzo, e bisognerà fare chiarezza su questo punto. Si saprà sicuramente qualcosa di più dopo che il difensore farà ritorno dal Brasile dove si trova attualmente con la Nazionale in vista dei Mondiali: nel frattempo la Juventus rimane alla finestra.

L’Inter continua la sua opera di sfoltimento sul calciomercato estivo. E’ in partenza ufficialmente Gaby Mudingayi, centrocampista il cui contratto scadrà a brevissimo, al 30 giugno. Ha giocato poco nelle ultime stagioni, solo 17 apparizioni, complice qualche infortunio di troppo, ma il diretto interessato non si lamenta: «L’esperienza all’Inter è stata breve ma intensa – confessa l’ex Bologna a Fcinternews.it Ringrazio Moratti e Stramaccioni: il presidente è una persona straordinaria, ti fa sentire sempre uno di famiglia, ti chiama quando non stai bene o sei infortunato; al mister sono grato perché è stato lui a volermi a Milano dopo i quattro anni di militanza al Bologna. I due anni all’Inter sono stati molto positivi. Giocare con la maglia dell’Inter è il sogno di ogni giocatore e io sono riuscito a coronarlo dopo una carriera lunga, fatta di esperienza e piazze importanti». Mudingayi ha proseguito parlando del suo rapporto con Mazzarri, senza però mostrare eccessivo rancore nonostante il poco spazio trovato: «Mazzarri ha fatto altre scelte e puntato su altri calciatori, ma le decisioni degli allenatori si rispettano. Io ci ho messo tutto per farmi notare e mettere il mister in difficoltà al momento delle scelte. Purtroppo non è cambiato nulla e io non ho avuto opportunità di giocare. Quando sono stato infortunato ho rinunciato anche alle vacanze estive pur di riprendermi: ora sono un giocatore recuperato al cento per cento». Il futuro di Mudingayi potrebbe comunque essere in Italia visto che sulle sue tracce vi sono diverse società: «Il mio futuro? Sono in Italia da più di dieci anni: mi trovo bene in serie A e spero di rimanerci, anche perché qui ho la mia famiglia. Palermo, Sampdoria e Genoa? Se questi grandi club mi daranno un’opportunità ben venga: quello che mi preme e di ritornare a giocare con una certa continuità. Solo così potrò dimostrare il mio valore».

Secondo le ultime news di calciomercato, riportate da SkySport, l’Inter ha in programma per mercoledì o giovedì prossimo (11 o 12 giugno) un incontro con il Porto per il definitivo riscatto del difensore portoghese Rolando. Si può chiudere a 4 milioni di euro. Questi invece i sette giocatori incedibili proclamati dal presidente Erick Thohir da Giacarta: Handanovic, Vidic, Juan Jesus, Hernanes, Kovacic, Palacio e Icardi.

Tra i nomi più caldi legati al calciomercato dell’Inter vi sono Javier ‘Chicharito’ Hernandez del Manchester United e Jonathan Biabiany del Parma. Di loro si è parlato nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net dall’agente FIFA Simone Bottini, intitolata ‘Chicharito Hernandez, ci sono altre offerte. Biabiany indizio per…‘ (clicca qui per leggerla tutta). L’attaccante messicano sembra tutt’altro che incedibile e per lui ci sono altre concorrenti in gioco; Biabiany invece è ancora a metà tra Parma e Sampdoria e prima di discuterne il ritorno in nerazzurro andrà sciolta la compartecipazione tra le due squadre.

Due ex romanisti e ‘scaricati’ dalla Premier League per il calciomercato dell’Inter: sono Pablo Osvaldo ed Erik Lamela. Il primo non dovrebbe restare alla Juventus: in tal caso tornerà al Southampton con cui ha un contratto fino al 2017. Il secondo invece ha firmato fino al 2018 con il Tottenham lasciando la Roma l’estate scorsa, ma per un motivo o per l’altro ha giocato poco in Inghilterra (17 presenze complessive con 1 solo gol in Europa League). Anche di Osvaldo e Lamela ha parlato l’agente FIFA Simone Bortolan, nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net dal titolo ‘Osvaldo e Lamela solo in prestito. Guarin-Alvarez dopo i mondiali‘: clicca qui per leggerla per intero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori