Calciomercato Inter/ News, Pagano (procuratore): Osvaldo-Astori, alcuni dubbi. E Kovacic… (esclusiva)

Calciomercato Inter news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’Avvocato e procuratore Vincenzo Pagano ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare del futuro di Kovacic.

21.06.2014 - int. Vincenzo Pagano
garay_osvaldo
Daniel Osvaldo (infophoto)

L’Inter continua a doversi difendere dalle offerte di calciomercato per il giovane talento Mateo Kovacic, centrocampista croato che piace a tante squadre spagnole come il Real Madrid. Kovacic è un calciatore molto tecnico, Ancelotti lo ha messo nel mirino del calciomercato e i nerazzurri dovranno stare attenti. L’Inter sta anche cercando di rinforzare la squadra con possibili arrivi di Osvaldo in attacco e Astori in difesa. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’Avvocato e procuratore Vincenzo Pagano ha parlato del calciomercato Inter.
M’Vila si avvicina. Mazzarri ha detto sì al suo acquisto: buon colpo? Secondo me sì, è un giocatore che si troverà bene nel modulo dell’Inter. Solo che i nerazzurri ora dovranno puntare anche su altri colpi per la prossima stagione
Che colpi di calciomercato?
Un difensore di livello e anche un attaccante importante, solo in questo modo l’Inter potrà fare molto bene nella prossima stagione.
In difesa si parla di Astori. E’ l’uomo giusto?
Non credo sia il difensore in grado di aumentare la forza del reparto arretrato, servirebbe un altro tipo di giocatore di qualità.
Qualche esempio…
 Per esempio un giocatore come Hummels oppure un altro più difficile da raggiungere come Thiago Silva. Ma so perfettamente che stiamo parlando di colpi quasi impossibili.
In attacco si pensa a Osvaldo. Che ne pensa dell’italo-argentino?
Osvaldo è un bel giocatore però non può fare la differenza in Europa. Tra l’altro nella Juventus non ha giocato molto e quindi può essere un problema.
Kovacic nel mirino del Real Madrid, può andare via?
Non credo che l’Inter voglia cedere un giocatore del genere, tra qualche anno potrà essere ceduto a una cifra ancora più superiore.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori