Calciomercato Inter/ News, Trombetta (ag. FIFA): Cerci sì, Biabiany no. E Mazzarri può cambiare modulo (esclusiva)

Calciomercato Inter news, in esclusiva per IlSussidiario.net, Domenico Trombetta ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare della situazione che riguarda Cerci.

25.06.2014 - int. Domenico Trombetta
cerci_ventura
Alessio Cerci e Giampiero Ventura (Infophoto)

In casa Inter si parla di un Mazzarri non contento dell’attuale campagna acquisti dei nerazzurri. Per ora l’Inter non ha chiuso nessuna trattativa di calciomercato se non quella di Vidic che è stato preso qualche mese fa a parametro zero. Mazzarri continua a puntare su Behrami a centrocampo, mentre per l’attacco il suo obiettivo principale di calciomercato sembra essere Cerci del Torino, ma i nerazzurri trattano anche Biabiany. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Domenico Trombetta ha parlato del calciomercato Inter.
Mazzarri continua a chiedere Behrami. Arriverà?
Credo di sì, anche perché il Napoli a centrocampo potrebbe lasciare andare qualcuno. E chissà che non sia l’inizio di un affare con il Napoli.
In che senso?
Al Napoli serve un difensore e nell’Inter c’è Ranocchia che secondo me sarebbe un colpo giusto per la difesa di Benitez. Credo che lo scambio possa anche andare in porto.
A proposito di scambio: Guarin-Isla, può andare in porto lo scambio di calciomercato con la Juventus?
Onestamente credo che l’Inter non debba fare questo tipo di scambio perché Guarin è un grande centrocampista.
A Mazzarri però piace il cileno…
Isla alla Juventus non ha dimostrato nulla, all’Udinese ha fatto benissimo ma mi vien da pensare che possa giocare bene soprattutto nei club di medio livello.
Cerci o Biabiany per rinforzare l’attacco?
Cerci tutta la vita, secondo me il giocatore italiano è superiore al francese. A questo punto credo che Mazzarri possa davvero cambiare modulo.
Che tipo di modulo potrebbe utilizzare?
Si parla di un 4-3-3 o di un 4-2-3-1 con tre trequartisti dietro una grande punta davanti. Con Kovacic utilizzato alla Hamsik.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori