Calciomercato Inter/ News, Pettinato (ag. FIFA): Biabiany, l’uomo giusto! Che errore su Milito…(esclusiva)

Calciomercato Inter news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Pettinato ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare della situazione di Biabiany.

26.06.2014 - int. Antonio Pettinato
Biabiany_r400
Jonathan Biabiany, 25 anni, esterno francese del Parma (Infophoto)

L’Inter per ora non sembra voler fare i grandi colpi di calciomercato. La società nerazzurra sta lavorando in silenzio, in passato eravamo tutti abituati ad altre situazioni. Thohir vuole prendere solo quei giocatori funzionali al progetto di Mazzarri, in grado di far fare il salto di qualità alla squadra, anche perché l’Inter dovrà trovare il terzo posto in classifica nella prossima stagione. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Pettinato ha parlato del calciomercato Inter. 
L’Inter per ora non fa proclami a livello di calciomercato. I tifosi dovrebbero essere preoccupati? Assolutamente no, anzi, a me fa piacere questa strategia del presidente Thohir. Credo che l’Inter voglia trovare i giocatori giusti.
M’Vila si avvicina: lui è un acquisto giusto? M’Vila è un centrocampista importante che piace a diversi club, l’Inter fa bene a puntare su di lui. Ma Mazzarri vorrebbe Behrami.
Il tecnico toscano vorrebbe anche Biabiany. Farebbe bene? Biabiany è un giocatore che conosce bene il campionato italiano e potrebbe fare la differenza anche nell’Inter. Il francese permetterebbe a Mazzarri di usare un altro modulo.
Si avvicina anche Ibarbo… Non sarebbe un giocatore in grado di fare la differenza, potrebbe giocare come terza punta ma non titolare della squadra nerazzurra. 
Su chi dovrebbe puntare l’Inter? Su un attaccante di esperienza, secondo me con Milito è stato fatto un errore, se l’argentino è in forma può ancora fare la differenza in Italia.
Lei chi sponsorizzerebbe? Alberto Gilardino sicuramente, un attaccante che conosce il campionato italiano ed è ancora integro fisicamente.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori