Calciomercato Inter/ News, Mbaye-Dodò: Ausilio e Sabatini contrari allo scambio (esclusiva)

Calciomercato Inter news: secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, sul possibile scambio di giovani tra nerazzurri e giallorossi ci sarebbe il no dei due d.s.

07.07.2014 - La Redazione
mbaye
Ibrahima Mbaye, 19 anni (infophoto)

Walter Mazzarri non è mai stato un grande sostenitore della linea verde, solo qualche giovane ha avuto la fortuna di poter essere lanciato dal tecnico toscano, pensiamo ad esempio a Marek Hamsik che comunque aveva già maturato un’esperienza da protagonista a Brescia. Altri giovani hanno faticato con Mazzarri per questo spesso i presidenti del tecnico toscano cambiano strategia. Erick Thohir però ha dichiarato qualche giorno fa di non voler perdere per strada altri giovani talenti, come è successo degli ultimi anni nerazzurri. Qualcosa però non torna, perché attualmente molti giovani dell’Inter sono nel mirino di altri club e la sensazione è che possano partire. Per esempio la situazione di Ibrahima Mbaye è emblematica: per lui positiva stagione di apprendistato a Livorno, pupillo della dirigenza e in particolare di Ausilio ma non ritenuto ancora pronto per la prima squadra da Mazzarri. E l’ultima notizia è quella di uno scambio di prestiti con diritto di riscatto con Dodò della Roma. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, nel possibile scambio tra Inter e Roma Mbaye-Dodò, il no è arrivato da parte dei due d.s. delle società, Piero Ausilio per l’Inter e Walter Sabatini per la Roma. Mbaye, come detto gode della stima di Ausilio, a lui sono interessati tanti club a partire dal Monaco che qualche anno fa voleva acquistarlo a titolo definitivo. Anche la Lazio starebbe puntando tanto su Mbaye ma Ausilio ha sempre frenato tutto. Ora la situazione è diversa: Mazzarri avrebbe dato l’ok alla cessione del senegalese ma Walter Sabatini, d.s. della Roma, non vuole scambiarlo con Dodò. L’affare per ora non ha ancora fatto registrare passi in avanti, però la situazione è da monitorare.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori