Calciomercato Inter/ News, Pedullà: Campagnaro deve convincersi a partire. Oggi 12 agosto 2014 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news, analisi e commenti in diretta al 12 agosto 2014. Secondo il giornalista Pedullà le ore in nerazzurro di campagnaro sono ormai giunte agli sgoccioli.

rolando_primo_piano
Rolando Jorge Pires da Fonseca, 27 anni, difensore portoghese del Napoli (INFOPHOTO)

Il giornalista Alfredo Pedullà nell’editoriale pubblicato oggi sul proprio sito alfredopedullà.com fa il punto sul mercato in uscita dei nerazzurri. Uno degli obbiettivi di Mazzarri è sicuramente quello di riprendere in rosa Rolando: dopo una stagione passata in prestito all’Inter, il difensore capoverdiamo è ritornato al Porto, club di origine. Per chiudere l’operazione però bisognerà attendere almeno dopo il 20 agosto, quando il mercato in uscita sarà avviato a conclusione: i tifosi nerazzurri devono quindi sperare che il giocatore possa pazientare ancora un po’. Legato al destino del giocatore del Porto è il futuro di Biabiany: l’esterno destro del Parma sarebbe felicissimo di tornare a Milano. Anche per il francese bisognerà aspettare dopo il 20 agosto, sempre che per quella data sia ancora con la maglia dei ducali e non sia quindi arrivata per lui una proposta da 9-10 milioni del West Bromwich Albion. Tutto bloccato anche in uscita: a proposito di Guarin:al momento nessuna proposta concreta, c’è tempo, considerato che le big d’Europa hanno prime scelte a centrocampo che possono o non possono concretizzarsi”. Anche per quanto riguarda Ruben Botta bisognerà aspettare, pur avendo ricevuto significativi interessamenti da parte di Torino e Parma. Più complessa invece la situazione di Hugo Campagnaro: “Campagnaro e la Samp ricominceranno a trattare, non tra poche ore o domani, ma soprattutto quando Hugo memorizzerà che non ci sono altre proposte e che arrivare alla scadenza in nerazzurro potrebbe essere nocivo. La Samp oggi è in stand-by, ma fa parte del gioco”.

, ex centrocampista del Cardiff City ha aspramente criticato la gestione dell’affare Medel del suo vecchio club. Secondo il giocatore gallese infatti il presidente Vincent Tan avrebbe completamente sbagliato a gestire la cessione all’Inter del cileno: “Con Mr Tan, considerando l’uomo d’affari che è, sono sorpreso che abbiano ceduto Medel a meno di quanto fu pagato al Siviglia. Devi fare affari migliori, è semplice. Se sei in trattativa e sei fermamente convinto di voler ottenere almeno 2 o 3 milioni di sterline in più rispetto a quanto l’hai pagato…qualsiasi cosa succeda tra agenti, manager e proprietari è follia che alla fine sia stato ceduto a 10 milioni di sterline, dopo il Mondiale che ha fatto“. Gary Medel era stato infatti acquistato dal Siviglia la scorsa stagione per 13 milioni di euro, una cifra record per i rossoneri, mentre è stato ceduto all’Inter di Thohir per circa 11 milioni di euro (più eventuali bonus).

Dopo la sconfitta per 3-1 per mano dell’Eintracht  le certezze dei neroazzurri reduci da un’ottima tournée americana sono cadute non irresistibile. Nel suo editoriale per fcinternews, Lapo De Carlo scrive: “la gestione Mazzarri è caratterizzata da un idiosincrasia verso la difesa a 4. Non voglio sparare alla croce rossa segnalando che con la difesa a 3 gli uomini di Mazzarri hanno subito l’improvviso cambio di velocità degli avversari e tre gol in dodici minuti. Ma è quello che è successo. Tuttavia l’acquisto di Medel e M’Vila suggerirebbe un cambio di modulo messo in cantiere, solo che mancano venti giorni all’inizio del campionato e due settimane al preliminare contro i simpatici islandesi. Perciò ci si chiede quando verranno fatti decisi esperimenti in questa direzione”. Si pone dunque un paradosso: “I problemi arrivano ora che Mazzarri deve decidere come far giocare Kovacic, Hernanes, M’Vila e Medel. La sensazione è che, conoscendolo, sarà più facile che giochino gli ultimi due, alternando in panchina il brasiliano e il giovane croato. Sembra scontato proprio perché nessuno dei due ha qualità da incontrista”. Inter 2014-2015: work in progress. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori