CALCIOMERCATO INTER / News, il Torino pressa per Botta. Notizie al 12 e 13 agosto (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news: Jonathan Biabiany resta un nome caldo tra i possibili acquisti. In uscita invece il Torino pressa per il prestito di Ruben Botta, trequartista argentino classe 1990

botta_francoforte
Francoforte Infophoto

Il futuro di Ruben Botta all’Inter è ancora in bilico. Il trequartista argentino potrà restare in rosa soprattutto se i nerazzurri non riusciranno a completare una cessione di rilievo, da qui alla fine del calciomercato. Se invece le acque si muoveranno in uscita, e quindi successivamente in entrata con l’innesto di un nuovo attaccante, allora per Botta si aprirebbero le porte del prestito: dal Cagliari al Torino sono diverse le società interessate. Secondo il quotidiano torinese Tuttosport la società granata è intenzionata a spingere per l’ingaggio di Botta; stando a quanto riportato nei prossimi giorni il Toro dovrebbe ricevere una nuova offerta dall’Atletico Madrid per Alessio Cerci: si parla di 16 milioni di euro che la dirigenza potrà reinvestire per migliorare l’attacco. In tal senso si fanno i nomi di Abel Hernandez del Palermo e proprio dell’interista Botta. Nel frattempo l’agente del giocatore è a Milano per valutare al meglio la situazione. 

L’Inter continua il pressing sul Parma per Jonathan Biabiany, che resta dunque un nome caldo per il calciomercato dei nerazzurri. Tuttavia, bisogna sottolineare che al momento le parti sembrano ancora lontane. Come ha riferito l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, infatti, la società emiliana chiede almeno 5-6 milioni di euro, mentre i nerazzurri per ora offrono la metà più il cartellino di Ezequiel Schelotto, che già ha giocato a Parma (proprio insieme a Biabiany) da gennaio a giugno di quest’anno, per poi tornare in nerazzurro per fine prestito. La distanza comunque non è incolmabile, anche se resta da capire se i ducali accetterebbero Schelotto o se vorranno davvero soltanto contanti: l’accelerazione decisiva a questa trattativa potrà arrivare dopo aver ipotecato la qualificazione alla fase a gironi di Europa League: contro lo Stjarnan ci vorrebbe una netta vittoria già all’andata per guadagnare tempo.

A ore arriverà l’ufficialità per un nuovo colpo di calciomercato in uscita di casa Inter. Oggetto dell’operazione è Diego Laxalt, giovane talento dell’Under-20 uruguagia. Il calciatore sudamericano, rientrato ad Appiano Gentile dopo il prestito al Bologna, vivrà una nuova esperienza lontano dalla Milano nerazzurra e precisamente a Empoli. L’accordo con il club toscano c’è già da ore e si tratterà di un prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto in favore della società meneghina. A conferma di ciò le parole rilasciate poco fa a FcInter1908.it da parte di Marcello Carli, il direttore sportivo del club empolese: «Penso che questa mattina si possa chiudere per Diego Laxalt, è quasi tutto definito. Arriva con la formula del prestito, riscatto per noi e controriscatto per l’Inter».

Vuole tornare all’Inter durante il calciomercato estivo in corso, il difensore centrale Rolando. Il nazionale portoghese ha fatto ritorno in patria lo scorso 30 giugno, dopo che è scaduto il prestito e dopo che la società nerazzurra non l’ha riscattato. Da quel giorno, però, i contatti fra le varie parti in gioco non si sono mai interrotti, fino ad oggi 13 agosto. La volontà di Rolando è chiara, vuole rivestire il nerazzurro, e il Corriere dello Sport riporta di un sms che lo stesso giocatore avrebbe spedito negli scorsi giorni ai suoi ex compagni: «Spero di tornare presto da voi». La sensazione circolante è che in corso Vittorio Emanuele si stia aspettando la doppia partenza di Campagnaro e Silvestre per poi tentare l’affondo sul lusitano, anche perché in caso di mancate cessioni il reparto sarebbe decisamente sovraffollato. L’inizio della prossima settimana potrebbe essere decisivo, visto che sarebbe in programma un incontro fra Ausilio e l’agente di Rolando: l’offerta nerazzurra sarà di 3 milioni di euro.

La settimana attuale potrebbe essere una sette giorni clou per il calciomercato di casa Inter. E’ atteso a breve l’agente di Fredy Guarin in Italia, il signor Marcelo Ferreyra, e di conseguenza si capirà quale sarà il futuro del nazionale colombiano. Ufficialmente il procuratore sbarcherà nel Bel Paese per parlare del futuro di Balanta con Roma, Lazio e Juventus, ma è scontato pensare ad un incontro con l’entourage nerazzurro. Guarin non è stato ufficialmente messo in vendita da corso Vittorio Emanuele ma in caso di offerta ad hoc da 15 milioni di euro l’ex Porto farebbe le valigie. Il problema principale resta trovare una squadra disposta ad investire cotanta somma, con l’aggiunta dell’ingaggio da circa 3 milioni netti annui. Alla finestra vi sono il Tottenham, il Manchester United e la Juventus, e occhio anche a Monaco e Atletico Madrid. Qualcosa sicuramente accadrà nei prossimi giorni: non ci resta che iniziare il conto alla rovescia.

È centrale nel progetto di Walter Mazzarri anche se le continue offerte che arrivano da prestigiosi club fanno tremare i tifosi neroazzurri. La punta ha voluto rassicurare tutti in occasione della presentazione dell’iniziativa in cui verrà regalata la sua maglia. Ecco le parole riportate da SportMediaset: “Inizia una stagione molto importante sia per me che per l’Inter. Per questo ho deciso di stare ancora più vicino ai nostri tifosi. Saranno decisivi. Ecco il mio regalo per loro, la mia prima maglia ufficiale autografata per chi farà il videolean più bello con le mie foto“.

Walter Mazzarri ha deciso, il rinforzo dell’Inter per l’attacco sarà Jonathan Biabiany. Il francese sta rifiutando tutte le destinazioni che il Parma gli sta proponendo pur di tornare a Milano, dove ha già giocato con la maglia neroazzurra sulle spalle. Secondo il Corriere dello Sport Biabiany avrebbe detto no anche allo Schalke dopo aver rifiutato anche le destinazioni inglesi. L’ala permetterebbe a Mazzarri di avere un’alternativa in più davanti, pronto a cambiare modulo e passare dal suo solito a un nuovo e più offensivo 4-3-3.

  Diego Laxalt, come riportato pochi minuti fa da Sky Sport 24, ha lasciato il ritiro dell’Inter per andare a parlare con l’Empoli e per trovare un accordo. Sembra ormai davvero vicino il raggiungimento dell’accordo e quindi la fine della trattativa. Il centrocampista offensivo, reduce da un ottimo precampionato, sarà girato ai toscani in prestito.

In Inghilterra ne sono sicuri, il Tottenham è pronto a presentare un’offerta irrinunciabile all’Inter per Fredy Guarin. Secondo quanto riportato da Hitc Sport sembra che gli Spurs vogliano mettere sul piatto il cartellino dell’attaccante Soldado. Questi è arrivato un anno fa al Tottenham, senza però riuscire a imporsi. I neroazzurri ci pensano, anche perchè hanno appena preso un altro attaccante dalle caratteristiche simili come Daniel Pablo Osvaldo. Sul centrocampista colombiano rimane comunque forte l’interesse anche della Juventus.

Arriva la firma sul contratto di Ibrahima Mbaye. Il giovane difensore dell’Inter, tornato ad Appiano Gentile dopo il prestito al Livorno, ha prolungato come da indiscrezioni il proprio accordo. Per il talentuoso senegalese, un anno in più, dal 30 giugno del 2016 al , a 600 mila euro netti annui con l’aggiunta di bonus. A questo punto Mbaye è libero di lasciare l’Inter per trasferirsi al Genoa. L’operazione dovrebbe chiudersi entro le prossime 24/48 ore visto che fra il Grifone e il giocatore c’è già l’intesa mentre manca quella fra le due società: i rossoblu propendono per un prestito biennale con diritto di riscatto e controriscatto, ma l’Inter vorrebbe che la scadenza venisse fissata al 30 giugno 2015.

Ancora nulla di certo nel futuro di Diego Laxalt: dopo un ottimo pre campionato sotto la guida del tecnico nerazzurro Mazzarri, il giovane uruguaiano potrebbe abbandonare Milano per altre lidi. A tal proposito si è espresso in un’intervista esclusiva rilasciata al sito FcinterNews.it, il procuratore del giocatore Vincenzo D’Ippolito, che non ha ancora svelato le prossime mosse del centrocampista. Tutto sembra che dipenderà dalle decisioni della dirigenza milanese: tra le ipotesi più accreditate rimane l’idea del prestito: “’l‘idea è farlo crescere. A Bologna stava facendo benissimo, poi è subentrato un nuovo allenatore che non lo vedeva. Un’altra stagione in prestito gli farà bene per la sua esperienza“. Per il talento classe 1993 si sono fatti avanti parecchi nomi tra Cesena, Cagliari, Parma, Almeria, Empoli e Stoccarda.

È ad un passo dal rinnovo del contratto. La vicenda legata al prolungamento del neo-capitano dell’Inter è passata un po’ in sordina, ma negli ultimi giorni l’entourage del giocatore e la dirigenza di corso Vittorio Emanuele hanno trattato e trovato un punto in comune. Le due parti sono d’accordo su tutto e a breve arriverà l’annuncio ufficiale (molto probabilmente già entro questa settimana), con l’ex centrale di difesa di Genoa e Bari che si blinderà in nerazzurro con un contratto fino al 30 giugno del . Ranocchia è stato accostato spesso e volentieri alla Juventus nelle scorse settimane, ma l’addio di Conte e la volontà dell’Inter di fare del centrale un perno del progetto presente e futuro, hanno convinto lo stesso giocatore a sposare la causa meneghina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori