Calciomercato Inter/ News, Greco (ag. FIFA): Kovacic-Hernanes, problema tattico. Biabiany? Scettico perché… (esclusiva)

- int. Alessandro Greco

Calciomercato Inter news: in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Alessandro Greco parla di alcuni temi di casa nerazzurra, dai giocatori già in rosa ai possibili acquisti

Biabiany_r400
Jonathan Biabiany, 25 anni, esterno francese del Parma (Infophoto)

L’Inter ha intenzione di puntare su un altro rinforzo per l’attacco e nel mirino  del calciomercato ci sarebbe Biabiany, esterno d’attacco francese che piace tanto a Mazzarri. Il club nerazzurro prima dovrà cedere un calciatore come Guarin, centrocampista colombiano che piace all’estero. Intanto ci sono discussioni sul fronte Hernanes-Kovacic, potranno giocare assieme? L’agente FIFA Alessandro Greco, in esclusiva per IlSussidiario.net, ha parlato del calciomercato dell’Inter.

Mazzarri ha strigliato l’Inter dopo la sconfitta contro l’Eintracht. Solo incidente di percorso? Certamente, l’Inter ha fatto un ottimo lavoro in questo calciomercato estivo, Mazzarri non vuole assolutamente che la squadra perda concentrazione 

Si parla della convivenza tattica tra Hernanes e Kovacic. Potranno giocare assieme? Nel modulo di gioco di Mazzarri non credo che ci sia spazio per entrambi, visto che il tecnico toscano non vede Kovacic come un regista di centrocampo.

Il modulo potrà cambiare secondo lei? Sarà molto difficile perché Mazzarri è fedele a un modulo tattico da diversi anni e non credo possa cambiarlo.

Alla luce di quanto detto, la permanenza di Guarin all’Inter non durerà tanto non crede? Sono d’accordo anche io, infatti l’Inter sta cercando di cedere un calciatore come Guarin per rinforzare la squadra con un altro acquisto.

Si parla di Biabiany… Il francese è un calciatore veloce e rapido, ha fatto benissimo come esterno d’attacco e non come esterno di centrocampo.

Che significa? Nel modulo di Mazzarri onestamente non capisco dove Biabiany possa giocare visto che non può fare l’esterno nel 3-5-2.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori