CALCIOMERCATO INTER / News: affare Biabiany, il Parma chiede Campagnaro o Silvestre. Notizie al 20 e 21 agosto (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news, notizie e aggiornamenti in diretta al 21 agosto 2014: nell’affare per portare Biabiany all’Inter potrebbero rientrare Hugo Campagnaro e Matias Silvestre.

Matri_Campagnaro_derby
Hugo Campagnaro (infophoto)

Ci sarebbero novità per quanto riguarda la situazione di Biabiany che potrebbe lasciare Parma per tornare all’Inter. I ducali infatti potrebbero perdere Gabriel Paletta a quel punto rimarrebbero senza un perno difensivo, per questo avrebbero chiesto all’Inter un calciatore per la difesa. Due i nomi più caldi, come rivela Tuttosport: Hugo Campagnaro, ex pupillo di Mazzarri, giocatore in esubero nell’Inter e Matias Silvestre, tornato dal prestito al Milan e messo sul mercato dalla società nerazzurra. Uno dei due calciatori potrebbero entrare nella trattativa per l’esterno francese che sogna di rivestire la maglia nerazzurra. L’Inter spera che l’inserimento di uno dei due difensori possa far scendere la richiesta di 8 milioni di euro da parte dei nerazzurri.

È diventato ufficialmente un giocatore dell’Inter a titolo definitivo. Infatti la presenza di ieri in Europa League in un match ufficiale ha fatto scattare l’obbligo di riscatto da parte dell’Inter che dovrà pagare 7,8 milioni di euro alla Roma con un pagamento dilazionato a partire dal 2016. Mazzarri ha già deciso di puntare con decisione sul ragazzo dandogli tanta fiducia ben ripagata in questo pre-campionato e nel primo impegno ufficiale. Un Dodò che inizia a convincere tutti, anche i tifosi più scettici che avevano mugugnato al momento del suo acquisto. E’ perfetto per il 3-5-2 di Mazzarri.

Giornata importante in casa Inter per quel che riguarda il futuro di Fredy Guarin, centrocampista colombiano che non rientra nei piani di Mazzarri. E’ previsto un incontro tra Piero Ausilio, dirigente nerazzurro e Marcelo Ferreyra, manager dell’ex Porto. L’Inter, come rivela la Gazzetta dello Sport, spera che l’agente del giocatore abbia in mano un’offerta concreta da parte di qualche club straniero. C’è tanto movimento attorno a Guarin, interessi presunti o reali, a cominciare dal Manchester United per finire al Monaco. L’Inter attende un’offerta concreta che non sia inferiore ai 15 milioni di euro, la cessione del colombiano sarà importante perché permetterebbe all’Inter di lavorare ancora in entrata.

L’Inter lavora sul mercato per sistemare il centrocampo. Secondo Il Messaggero domani ci sarà un incontro tra il procuratore di Guarin, Ferreyra, e Piero Ausilio. Su di lui ci sono Juventus, Tottenham e Zenit. Appena il colombiano cambierà maglia l’Inter farà alcuni interventi in entrata. Arriveranno Biabiany, Rolando e con ogni probabilità anche Firmino in prestito dall’Hoffenheim.

L’occasione di mercato per l’Inter potrebbe essere quello di Fabio Borini, attaccante che è tornato al Liverpool dopo il prestito al Sunderland. I Reds avrebbero già dato l’ok per il suo ritorno al club inglese dove ha ben figurato, il ragazzo però continua a rimandare la decisione, sperando in una chiamata dall’Italia. Secondo il Daily Mail il Sunderland avrebbe perso la pazienza di aspettare e potrebbe virare su Danny Welbeck del Manchester United. Che ci sia proprio l’Inter dietro al calciatore? 

Si infittisce il caso legato a Mbaye, centrocampista che doveva andare a giocare con la maglia del Genoa ma che al momento è rimasto in neroazzurro. Il suo agente, Giuseppe Accardi, ha parlato del futuro del ragazzo a Calciomercato.com: “In questo momento tutto dipende dal Genoa. Si è parlato di prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Le cifre non le so e non mi interessano. Sono cinque giorni che sono spariti tutti. Io ho visto Preziosi e ci siamo stretti la mano. Abbiamo un impegno con loro, restiamo in attesa di notizie. L’Inter non vuole vendere il giocatore. Con l’Inter sono sempre in contatto”. 

Non è ancora definita la situazione di Matias Silvestre. Il difensore argentino a fine stagione 2013-2014 ha fatto ritorno all’Inter: un anno prima, a seguito di un’esperienza negativa con la maglia nerazzurra (appena 9 presenze in campionato e tante difficoltà), si era trasferito al Milan in prestito oneroso con diritto di riscatto. Diritto che i rossoneri hanno scelto di non esercitare; del resto il difensore ha messo insieme solo 4 apparizioni (con un gol). Lontano dal giocatore che era stato ammirato a Catania e Palermo, Silvestre adesso cerca una sistemazione ideale; soprattutto gliela sta cercando l’Inter, che vuole liberarsi dell’ingaggio di un elemento che non fa più parte dei piani di Walter Mazzarri. L’ultima pretendente sembra ora essere la Sampdoria: più che altro l’Inter avrebbe offerto il calciatore alla società blucerchiata, che sta cercando con insistenza un difensore. Tuttavia Sinisa Mihajlovic ha altri piani in mente: oltre ad Alessio Romagnoli, che piace molto ma la Roma non ha intenzione di mollare, c’è il nome di Eder Balanta che come abbiamo detto potrebbe essere vicino al trasferimento a Bogliasco.

L’Inter vorrebbe concludere il calciomercato in entrata con l’arrivo di un giocatore importante, Biabiany è sempre in pole position. Ma il presidente dell’Inter Erick Thohir è stato molto chiaro, prima di prendere l’ultimo colpo bisognerà cedere qualche calciatore importante. Il Corriere dello Sport rivela che i nerazzurri potrebbero cedere due big, ovvero Guarin ed Alvarez. Per il colombiano per ora ci sono stati solo manifestazioni di interesse da parte di qualche club, nessuna offerta concreta. L’Inter spera di ricavare dalla cessione del colombiano circa 15 milioni di euro. Alvarez invece continua a piacere molto al Monaco, solo che i monegaschi non sembrano avere voglia e soldi per fare un colpo. Anche il club del Principato ha bisogno di cedere un pezzo da novanta, magari Falcao che piace a diversi club.

I tifosi dell’Inter hanno un grande rimpianto: si tratta di Philippe Coutinho. Acquistato dai nerazzurri quando aveva solo 18 anni, aveva trovato tanto spazio con Rafa Benitez ma, esonerato lo spagnolo, per lui le porte della formazione titolare si erano chiuse. Un prestito all’Espanyol, un’altra manciata di apparizioni con Andrea Stramaccioni, quindi i 13 milioni di euro del Liverpool e l’addio. Una plusvalenza di circa 10 milioni, sempre un bell’affare; ma l’esplosione e i numeri con la maglia dei Reds hanno fatto pensare a molti che forse sarebbe stato meglio tenerlo e farlo crescere. C’è chi sogna un ritorno in Italia e ad Appiano Gentile, ma il brasiliano è stato intervistato da ESPN e ha tarpato le ali a questi desideri. “Adoro il calcio inglese, è rapido e intenso e molto diverso da quello italiano. Ho imparato tanto dai miei compagni e sono felicissimo di essere a Liverpool”. Coutinho ha poi parlato dell’Inter: “Ero molto giovane quando ci sono arrivato, non mi ero adattato bene al calcio europeo. Oggi sono certamente più preparato e non rimpiango di aver cambiato”. Anche perchè grazie al Liverpool il calciatore ha guadagnato la convocazione in nazionale: indosserà la maglia verdeoro per sfidare Colombia ed Ecuador. “Aspettavo questa chiamata, grazie a Dio è arrivata e voglio fare del mio meglio”.

Intervistato in esclusiva da IlSussidiario.net, l’agente FIFA Claudio Purpura ha fatto il punto su alcune mosse di calciomercato dell’Inter (clicca qui per leggere l’intervista). Si è parlato in particolare del possibile addio di Fredy Guarin, che fin dall’inizio dell’estate è considerato come il più probabile partente nella rosa attualmente a disposizione di Walter Mazzarri. Secondo Purpura, il rischio è quello di incassare meno di quanto si potrebbe in base al reale valore tecnico del giocatore colombiano: in ogni caso, l’obiettivo è quello di reinvestire la cifra ottenuta da questa cessione per un attaccante esterno, magari Alessio Cerci oppure l’ex nerazzurro Jonathan Biabiany, che l’agente Fifa ritiene più adatto al gioco voluto dall’allenatore livornese, che dovrà anche gestire nel migliore dei modi la situazione in attacco, dove andranno gestite al meglio due prime punte con caratteristiche molto simili e caratteri vivaci, cioè Osvaldo e Mauro Icardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori