Calciomercato Inter/ News, Lione (ag. FIFA): Dodò gran colpo. Icardi-Alvarez, spifferi… (esclusiva)

- int. Giovanni Lione

Calciomercato Inter news: in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Giovanni Lione parla della campagna acquisti nerazzurri valutando i volti nuovi e le possibili cessioni

dodo_vidic
(dall'account Twitter ufficiale @Inter)

In casa Inter c’è ottimismo dopo l’ultimo pre-campionato estivo che ha portato sicuramente risultati importanti. I nerazzurri sperano di poter fare bene nel prossimo campionato, di certo toccherà al tecnico Mazzarri trovare l’amalgama giusto per fare ottimi risultati. Dodò è uno dei nuovi acquisti del calciomercato Inter, mentre in uscita ci sarebbe anche Alvarez. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Giovanni Lione ha parlato del calciomercato dell’Inter.

Mazzarri è contento della nuova Inter. Ha ragione? Ha sicuramente ragioni per essere felice visto che si tratta di una squadra importante. Il calciomercato dell’Inter mi è piaciuto tanto fino a questo momento.

Sarà una grande Inter allora? I nerazzurri sono pronti a restare nelle zone alte in campionato, perché Mazzarri dopo il primo anno riesce sempre a dare un’impronta giusta alla propria squadra.

Dodò è uno dei volti nuovi, crede possa fare bene in nerazzurro? Assolutamente sì, Dodò è un calciatore tecnico e di talento che con Mazzarri potrà crescere in maniera esponenziale.

Osvaldo potrà giocare con Icardi? Osvaldo è un attaccante molto tecnico che può giocare con altri compagni in attacco, sicuramente anche con Icardi. Ma molto dipenderà dall’argentino.

In che senso? Icardi è un giovane di talento e ha già diverse richieste dall’estero. Sono convinto che in caso di grandi offerte qualcosa potrebbe cambiare, Icardi potrebbe anche andare via.

A proposito di addii, anche Alvarez verso la cessione? L’argentino è un calciatore molto tecnico ma non credo che possa rientrare nel discorso tattico di Mazzarri. Se arriverà una proposta buona anche per lui la cessione potrebbe anche andare in porto.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori