Diretta/ Presentazione Xherdan Shaqiri all’Inter: info streaming video e tv. Le parole dello svizzero (mercoledì 14 gennaio 2015)

- La Redazione

Diretta: la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter, info streaming video e tv per seguire la conferenza stampa in programma mercoledì 14 gennaio 2015 alla Pinetina do Appiano Gentile

shaqiri_pollici
Xherdan Shaqiri, 23 anni, nazionale svizzero (INFOPHOTO)

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter, altre dichiarazioni dell’attaccante: “In effetti Ausilio mi aveva detto che i tifosi volevano vedermi qua, è stato bello sentire che i tifosi mi hanno voluto, questa è stata una delle ragioni che mi hanno spinto a venire qua. La Serie A? Non si fanno tanti gol come in Bundesliga, perché tutte le squadre hanno grandi schemi tattici a livello difensivo, noi cercheremo di proporre un calcio divertente, offensivo“. Perché hai voluto solo l’Inter? “Un giocatore quando sceglie dove trasferirsi considera anche quale squadra lo vuole di più, l’Inter mi ha preferito rispetto alle altre squadre e questo mi ha spinto a sceglierla. Volevo fare un’esperienza nuova ed ora voglio avere successo qui, riportando il team al vertice. Sarà sicuramente un sfida ma vogliamo farlo“. Dove preferisci giocare?Già al Bayern penso di aver mostrato di essere versatile, posso giocare sia al centro che sulle fasce. Poi è vero che mi piace giocare da numero 10, avendo la possibilità di svariare su tutto il fronte e cercare l’ultimo passaggio o la giocata decisiva. Però sarà compito di Mancini schierarmi nella ‘zolla’ che riterrà migliore per me e per la squadra“.

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter, le prime parole dello svizzero: “Mi sono reso conto a San Siro che l’Inter ha tanti tifosi albanesi. Io sono nato in Kosovo, che è una sorta di nazionale gemella dell’Albania, in più io rappresento la Svizzera di cui sono nazionale. Mi sono reso conto in Germania che il Bayern ha guadagnato qualche tifoso albanese dopo il mio arrivo, potrà essere così anche per l’Inter“. “Mi sono allenato con la squadra, dal mio punto di vista ho fatto allenamenti positivi, spero di giocare nel fine settimana“. “Penso che nel calcio non si possano fare dei piani, o meglio si possono fare a livello di squadra ma noi giocatori scendiamo in campo parta dopo partita e ogni volta per fare tre punti. Io so di essere in un club vincente che gioca sempre per vincere, cercherò di portare la mia mentalità“. Hai parlato con Rummenigge? “No, non era necessario. Ripeto, tutto il mondo conosce l’Inter, per me è stata una scelta chiara, voglio riportare l’Inter al vertice“. Ti sei confrontato con Guardiola prima di essere ceduto? “Non ho parlato molto con Guardiola, sapevano che io volevo andare quindi non c’è stato bisogno di dirsi grandi cose. San Siro? Bellissimo, l’unica differenza è che gli stadi qui non sono sempre pieni come in Germania, ma spero che saremo noi a riempirli di nuovo entusiasmando i tifosi e riportandoli allo stadio“.

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter, altre dichiarazioni dell’attaccante. Domanda: al Bayern avevi perso il sorriso? E qual è il tuo colpo migliore? Risponde: “Alla fine in effetti al Bayern non ero totalmente felice, se ne sono resi conto in molti. Io ho bisogno di giocare per essere felice e mettere in mostra le mie qualità. Ho molta fame di successi, ho vinto molto in passato e voglio vincere ancora qui all’Inter. Ho una buona sensazione rispetto alla nuova squadra e all’allenatore“. Quanto sei stato vicino alla Juventus? L’Inter secondo te può arrivare al terzo posto? “Se si legge quello che hanno scritto i giornali pare che io abbia avuto contatti con tutte le squadre. Il mio agente che è mio fratello ha valutato diverse possibilità e la Juventus era una di queste, adesso però conta solo l’Inter e sono fiducioso che riusciremo a tornare in alto“. “Non c’era bisogno di parlare con nessuno perché l’Inter la conoscono tutti, si sa che è un club con enormi ambizioni e grandi successi alle spalle. (…) Mio fratello ha sempre avuto ottimi contatti con Piero Ausilio, in un clima sempre positivo, questo mi ha colpito e convinto a venire qui“. 

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter, le prime parole dello svizzero: “Ho avuto anche altre offerte, dall’Inghilterra e dalla Germania, ma per me la volontà di venire all’Inter è sempre stata chiara. Ho parlato al telefono con mister Mancini,  mi ha illustrato i suoi progetti, dopo aver parlato con lui è stato chiaro che la scelta migliore per me era venire all’Inter. Voglio aiutare la squadra a risalire“. Cosa ti ha impressionato di più di questi primi giorni all’Inter? “La primissima cosa che mi ha colpito sono stati i tifosi che mi hanno aspettato all’aeroporto. E’ stata una cosa che mi ricorderò per sempre, anche a fine carriera, è stato difficile districarsi in mezzo a tutta quella folla. E’ stato bello anche vedere la prima partita a San Siro (l’ultimo Inter-Genoa, ndr)”. Cosa hai imparato dai tuoi ex compagni come Robben e Ribery? Qualcosa che ti porti dietro anche adesso? “Penso che ogni giocatore sia diverso, io non amo confrontarmi con altri giocatori anche se ho giocato con grandissimi campioni. Ho comunque imparato molto dai campioni del Bayern, cercherò di utilizzare quanto ho appreso qui all’Inter. Quello che importa in ogni caso sarà il successo di tutta la squadra, spero di conquistare altre successi qui all’Inter“.

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter: l’attaccante ha esordito con la Nazionale A della Svizzero il 3 marzo 2010, nell’amichevole che gli elvetici hanno perso 1-3 a San Gallo contro l’Uruguay. Il primo gol con la maglia rossocrociata in un altro 1.3, subito dall’Inghilterra il 7 settembre dello stesso anno ma in una partita ufficiale, valida per le qualificazioni a Euro 2012. Altro giro, altro 3-1, questa volta a favore e prima tripletta con la Svizzera per Shaqiri: accadde il 6 settembre 2011 contro la Bulgaria, sempre nel girone di qualificazione agli Europei. Non l’ultimo tris in Nazionale: Shaqiri si è infatti ripetuto agli ultimi mondiali brasiliani, realizzando tre reti nello 0-3 ai danni dell’Honduras (fase a gironi). Con la selezione svizzera Xherdan ha incrociato anche l’Italia, nell’amichevole di Ginevra del 5 giugno 2010: risultato finale 1-1.

In diretta la presentazione di Xherdan Shaqiri all’Inter: la prima conferenza stampa dell’attaccante svizzero si terrà alla Pinetina di Appiano Gentile mercoledì 14 gennaio 2015 alle ore 13:00 (ingresso per giornalisti ed accreditati dalle 12:40). C’è grande attesa per vedere Shaqiri in campo con la maglia nerazzurra, per adesso i tifosi dovranno accontentarsi di ascoltare le sue prime parole da giocatore dell’Inter. Xherdan Shaqiri è un attaccante esterno, una sorta di moderna ala che ha nel dribbling e nella rapidità di gambe le sue qualità principali: l’Inter lo ha prelevato dal Bayern Monaco in prestito con obbligo di riscatto, fissato a 15 milioni che potranno diventare 17 in base ai bonus stabiliti (1 ulteriore milione se il giocatore disputerà almeno 15 partite entro la fine della stagione, 1 altro se l’Inter raggiungerà la qualificazione in Champions League). Shaqiri vestirà la maglia dell’Inter numero 91, la scelta è già stata ufficializzata sul sito della società: al Bayern Monaco indossava il numero 11 che però gli è stato ‘soffiato’ di poco da Lukas Podolski, l’altro acquisto nerazzurro nel calciomercato di gennaio. Due colpi che danno più soluzioni offensive a mister Roberto Mancini e che hanno riacceso l’entusiasmo nella tifoseria; gli acquisti dell’Inter in questa finestra di compravendite potrebbero non essere finiti qui, anche se la società dovrà prestare attenzione all’equilibrio fra entrate ed uscite imposto dal Fair Play Finanziario. Nato a Gnjilane in Kosovo il 10 ottobre 1991 (23 anni), Shaqiri ha giocato con SC Augst (a livello giovanile), Basilea e Bayern prima di trasferirsi all’Inter. Nazionale svizzero, vanta 41 presenze e 15 gol con la maglia rossocrociata (debutto nel 2010) oltre alla trafila nelle selezioni giovanili a partire dall’Under 17. La sua miglior stagione a livello personale è stata probabilmente l’ultima con il Basilea, la 2011-2012: 41 presenze e 9 gol complessivi lo fecero conoscere al grande pubblico europeo ed indussero il Bayern Monaco a spendere oltre 10 milioni di euro per portarlo in Germania. Con i bavaresi Shaqiri non ha mai trovato un posto da titolare fisso per la presenza di veri e propri mostri sacri nel suo ruolo, i vari Franck Ribery, Arjen Robben e Thomas Muller. Dopo una stagione e mezzo è arrivato il treno dell’Inter: ‘baby Shaq’ ci è salito al volo e i tifosi non vedono l’ora di vederlo all’opera… La presentazione di Xherdan Sahqiri all’Inter sarà trasmessa in diretta tv dal canale tematico Inter Channel, il numero 232 del pacchetto Sky. Il profilo Twitter ufficiale @Inter seguirà l’evento riportando le parole del nuovo acquisto in tempo reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori