DIRETTA/ FC Inter, presentazione Joao Miranda: le parole del difensore. Mancini è un grande allenatore (oggi martedì 4 agosto 2015)

- La Redazione

Diretta FC Inter, presentazione Joao Miranda: la conferenza stampa nella quale il difensore brasiliano rilascerà le prime impressioni ufficiali da calciatore della società nerazzurra

MirandaBrasile_testa
Joao Miranda, 30 anni (Infophoto)

Prosegue nella conferenza stampa di presentazione, rispondendo alle ultime domande dei giornalisti e parlando di un ambiente straordinario, “una grande squadra che ha una voglia di vincere. Il morale è molto alto”. Il difensore brasiliano ha poi ammesso che Roberto Mancini ha influito nella sua decisione di firmare con l’Inter: ogni grande squadra, ha detto, deve avere un grande allenatore e Mancini certamente lo è. Termina così la conferenza stampa di presentazione di Joao Miranda; un breve incontro con i giornalisti, ora come ha detto lui bisognerà lavorare per trovare la giusta sintonia e farsi trovare pronti al primo appuntamento, l’esordio in campionato contro l’Atalanta.

Ecco Joao Miranda, presentato da Marco Fassone che dà il benvenuto al brasiliano “sperando che sia per lui che per la squadra possa essere una stagione di successo”. Miranda parla della scelta fatta, lasciare l’Atletico Madrid per arrivare all’Inter, spiegando che l’Inter è un grande club e rappresenta una nuova sfida lavorativa, dunque non si è trattato di una decisione difficile. “Sono stato preso per aiutare e migliorare la difesa” ha detto. “Una squadra è fatta di tre reparti e io voglio dare il mio contributo”. Anche a livello di leadership? “Intanto pensiamo a diventare compatti e a conoscerci tra noi, serve il dialogo per migliorare”. A proposito di questo al brasiliano è stata posta una domanda sull’intesa ottima con Diego Godin: replicabile con i compagni nell’Inter? Secondo il nuovo acquisto “i giocatori sono diversi e qui è diverso, dipenderà molto dal lavoro che faremo insieme”. Anche per quanto riguarda Simeone e Mancini, che sono difficili da paragonare. Riguardo la scelta del numero 25, appartenuto a Walter Samuel nel passato recente, Miranda ha parlato di una scelta assolutamente casuale: avendo sempre giocato con il 23, occupato all’Inter da Andrea Ranocchia, il difensore ha semplicemente preso “il primo disponibile”. L’Inter, ha detto Miranda, ha l’obiettivo di avere una rosa vincente e di vincere. “E’ la Champions League il nostro primo obiettivo, poi si vedrà”.

Tutto pronto per la conferenza stampa di Riscone di Brunico. Joao Miranda, maglia numero 25, inizia la prima stagione con l’Inter dopo le quattro di alto livello disputate con l’Atletico Madrid. Riuscirà a portare la sua esperienza internazionale al servizio di Roberto Mancini consentendo all’Inter di rimettere le mani su qualche trofeo? Intanto, sentiamo le sue parole.

Oggi alle ore 12.15, presso l’Haus am Anger di Riscone di Brunico, sede del ritiro della società nerazzurra, l’Inter presenta ufficialmente Joao Miranda, uno dei nuovi acquisti sul calciomercato estivo. Miranda è un grande colpo dell’Inter: classe ’84, brasiliano di Paranavai – stato del Paranà – è un difensore centrale di grande esperienza arrivato ad Appiano Gentile con la formula del prestito oneroso e obbligo di riscatto a giugno 2016, un’operazione che dovrebbe valere 15 milioni di euro compresi i bonus. Miranda è cresciuto nel Coritiba, in patria; già nel 2005 però ha lasciato il Brasile per unirsi al Sochaux, con cui ha disputato una buona stagione.

Che però non gli è valsa la chiamata di grandi club europei; a fine anno è tornato al Sao Paulo e qui è ripartito alla grande, cinque anni che lo hanno consacrato come ottimo difensore e gli hanno spalancato, a parametro zero, le porte dell’Atletico Madrid. Qui Miranda ha trovato una squadra in rampa di lancio e pronta ai successi: il brasiliano ha segnato il quarto gol nella vittoria sul Chelsea in Supercoppa Europea, arrivata a corredo dell’Europa League; e quasi un anno più tardi è stata la sua rete a regalare la Copa del Rey ai Colchoneros, nel derby contro il Real. Il 2013-2014 è l’anno della consacrazione per Miranda: agli ordini di Diego Simeone e in coppia con Diego Godin ha vinto la Liga ed è arrivato ad un secondo dalla Champions League, imponendosi come uno dei difensori centrali più forti al mondo. Misteriosamente Felipe Scolari lo ha lasciato fuori dalla lista della Seleçao per i Mondiali in casa; con il senno di poi, un giocatore della sua esperienza e solidità sarebbe servito eccome. Dopo una stagione travagliata e condizionata dagli infortuni (36 partite in tutte le competizioni), Miranda ha considerato conclusa l’esperienza nell’Atletico Madrid: 177 presenze e 13 gol, poi il passaggio all’Inter dove ha scelto il numero 25. Che è stato indossato in anni recenti da un certo Walter Samuel, conosciuto come Il Muro: i tifosi sperano che Miranda possa ripetere le gesta dell’argentino, anche a livello di trofei vinti. 

La presentazione di Joao Miranda non sarà trasmessa in diretta tv: come comunicato dal sito ufficiale dell’Inter, alle ore 13:15 l’evento andrà in onda su Inter Channel, canale tematico dedicato al mondo nerazzurro che trovate al numero 232 della televisione satellitare Sky, e per il quale dovete essere specificamente abbonati. Anche Sky Sport 24, il canale di notizie e approfondimenti al numero 200, seguirà alcuni brani della conferenza stampa; lo streaming video invece sarà garantito in diretta dal canale Youtube ufficiale dell’Inter, che trovate all’indirizzo www.youtube.com/user/INTER. Inoltre i profili ufficiali dell’Inter sui social network, in particolare Facebook e Twitter, riporteranno le dichiarazioni di Miranda. Trovate tutto agli indirizzi facebook.com/Inter e @Inter.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori