CALCIOMERCATO / Juventus, il punto sul mercato al 14 dicembre: Benaglio libera Buffon? Valzer attaccanti: Pazzini torna in lizza

- La Redazione

Per giugno il bomber della Samp o Benzema

Benaglio_R400

Che tra Gigi Buffon e la Juventus qualcosa non sia più come prima sembra pacifico. E non sono solo le parole (avventate e poi smentite) di Del Neri a confermare che SuperGigi non sia più un punto fermo in casa bianconera. Dalla Germania rimbalza una voce clamorosa: la Juve starebbe già cercando il futuro numero uno e lo avrebbe individuato in Diego Benaglio, guardiano della porta del Wolfsburg.

Continua il valzer di nomi per l’attacco. Ieri è tornato in voga quello di Gianpaolo Pazzini, ma solo per giugno, Così come quello di Karim Benzema, che non starebbe soddisfacendo Josè Mourinho in queste ultime partite da titolare a causa dell’infortunio di Higuain.

BENAGLIO: Il portiere svizzero ha 27 anni, è affidabile (lo abbiamo visto all’opera agli Europei e ai Mondiali) e pronto per una big. Il sito tedesco 4-4-2 lo accosta alla Juventus. I bianconeri infatti starebbero cercando già il nuovo numero uno del futuro. Storari è molto stimato, ma non più giovanissimo. Mentre Gigi Buffon potrebbe essere usato per far cassa in vista di investimenti futuri.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE NEWS SUL CALCIOMERCATO DELLA JUVENTUS

PAZZINI: Gianpaolo Pazzini vorrebbe lasciare la Sampdoria a fine stagione. Niente di ufficiale, ma il bomber doriano si sente finalmente pronto per una grande squadra. Alla Juve riabbraccerebbe Del Neri e farebbe un salto di qualità notevole. I bianconeri, rimasti scottati dal caso Dzeko, vogliono andare sul sicuro assicurandosi un attaccante italiano.

 

BENZEMA: A Torino però continuano a valutare con attenzione anche la situazione di Karim Benzema. Il nazionale francese sta stentando a Madrid nonostante l’infortunio di Higuain. Se Mourinho riuscisse a convincere Perez a regalargli un’altra punta a gennaio, Benzema potrebbe decidere di lasciare il Bernabeu per nuove avventure. La Juve ci pensa e spera in uno spiraglio per intavolare una trattativa. Se non a gennaio, almeno per giugno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori