PAGELLE/ Juventus-Udinese (1-2): i voti, la cronaca e il tabellino (ventiduesima giornata)

- La Redazione

Juventus-Udinese: sintesi, pagelle e tabellino del match dell’Olimpico di Torino.

SaNcHeZ_r400
Alexis Sanchez (foto Ansa)

L’Udinese sbanca Torino e fa sprofondare la Juventus in una crisi nerissima. Gli uomini di Del Neri, andati in vantaggio con uno strepitoso gol di Marchisio, non reggono l’urto della riscossa friulana, concretizzatasi con un micidiale uno-due nei venti minuti finali e che porta la firma di Zapata e del Nino Maravilla Alexis Sanchez, capace di colpi di magia che lo rendono al momento uno dei più forti giocatori presenti nel campionato italiano di serie A. La prestazione della Juventus è riassumibile in uno sguardo: quello di Gigi Del Neri al fischio finale. Il mister bianconero, immobile, sprofondato sulla panchina sotto la pioggia battente: simbolo di una Juventus allo sbando che vede il Milan ormai distante 12 punti.

Il primo tempo va in archivio con il risultato di 0 a 0. Un parziale giusto che ben descrive un primo tempo brutto, giocato con molta intensità a livello di ritmo ma poverissimo in quanto ad occasioni da gol. L’Udinese, probabilmente la squadra più in forma del campionato, non è riuscita ad imprimere al proprio gioco il solito timbro brillante, veloce e imprevedibile, semplificando così i compiti ad una Juventus rimaneggiata ma capace di rintuzzare colpo su colpo le folate offensive dei friulani. L’unico tra i bianconeri che ha provato a dare una svolta alla gara è stato Alex Del Piero, capace di impensierire Handanovic con un paio di conclusioni dalla media distanza: episodi rimasti isolati in un primo tempo grigio che non passerà alla storia del calcio.

Pronti via e l’Udinese parte con un piglio ben diverso: Di Natale nei primi dieci minuti crea non pochi grattacapi alla retroguardia bianconera, andando vicinissimo al gol del vantaggio in un paio d’occasioni. Ma quando l’Udinese sembra sul punto di prendere in mano la gara, ecco che Claudio Marchisio estrae dal cilindro il numero sensazione: girata volante con palla nel sette, per la gioia incontenibile di tutta la Juventus, trovatasi in vantaggio dopo aver sofferto non poco. Ma il vantaggio dura poco più di 6 minuti: il tempo necessario a Zapata, dopo un miracolo di Buffon su conclusione di Di Natale, di ribattere in rete la corta respinta del portiere bianconero, riportando il punteggio in parità. Gli ultimi 20 minuti sono degni di una grande sfida: continui ribaltamenti di fronte, due espulsioni ed occasioni da gol da entrambe le parti, culminate nel gol di Sanchez quasi allo scadere. Gol che lancia l’Udinese nelle parti della classifica e fa calare la notte più buia sulla Torino bianconera.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE LE PAGELLE E IL TABELLINO DI JUVENTUS-UDINESE (1-2)

 

Juventus: Buffon, Grygera, Bonucci, Chiellini, Grosso, Krasic, Melo, Aquilani (Sissoko 39 s.t.), Marchisio (Libertazzi 43 s.t.), Martinez, Del Piero

A disposizione: Storari, Sorensen, Barzagli, Salihamidzic, Sissoko, Libertazzi, Giannetti. All: Del Neri

 

Udinese: Handanovic, Benatia, Zapata, Domizzi, Isla, Pinzi, Inler (Denis 21 s.t.), Asamoah, Armero (Coda 47 s.t.), Di Natale (Abdi 25 s.t.), Sanchez

A disposizione: Belardi, Coda, Pasquale, Badu, Abdi, Denis, Corradi. All: Guidolin

 

Arbitro: Giannocaro

 

Marcatori: Marchisio (15 s.t.), Zapata (22 s.t.), Sanchez (40 s.t.) 

 

Ammoniti: Sanchez (26 p.t.), Martinez (31 p.t.), Chiellini (29 s.t.), Abdi (35 s.t.)

 

Espulsi: Bonucci (42 s.t.), Sanchez (43 s.t.)

 

Recupero: 1 minuto (p.t.), 4 minuti (s.t.)

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE LE PAGELLE DI JUVENTUS-UDINESE (1-2)

Buffon: voto 6,5

Grygera: voto 6

Bonucci: voto 6

Chiellini: voto 6

Grosso: voto 6

Krasic: voto 6,5

Melo: voto 6

Aquilani: voto 6

Marchisio: voto 7

Martinez: voto 6

Del Piero: voto 6,5

 

Handanovic: voto 6

Benatia: voto 6

Zapata: voto 6,5

Domizzi: voto 5,5

Isla: voto 5,5

Pinzi: voto 6

Inler: voto 5,5

Asamoah: voto 6

Armero: voto 6,5

Di Natale: voto 6,5

Sanchez: voto 6,5

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori