CALCIOMERCATO/ Juventus, ag. Amauri: Milan e Inter? Invenzioni giornalistiche (esclusiva)

Giampiero Pocetta, in esclusiva ai nostri microfoni, ha messo a tacere le mille voci attorno al futuro dell’italo-brasiliano. Mancano ancora 3 mesi al mercato e tutto può succedere…

10.10.2011 - La Redazione
amauri_esultanza_r400
Il parmense Amauri (foto ANSA)

Il futuro di Amauri rimane un rebus. L’attaccante vive la spiacevole condizione del fuori-rosa. Una condizione – va detto – che il diretto interessato ha fatto poco per evitare. Dopo il rientro alla base per fine prestito, la Juventus gli aveva fatto capire a chiare lettere che per lui non ci sarebbe stato spazio. Amauri, incurante di questo, ha rifiutato, una dopo l’altra, una miriade di offerte che gli sono pervenute durante l’estate. Sia dall’Italia, con le sue ex-squadre Parma e Palermo in prima fila, sia dall’estero. Il rifiuto più clamoroso, l’italo-brasiliano, lo ha opposto all’Olympique Marsiglia. Una squadra di grande prestigio, allenata dall’ex-juventino Deschamps, che gli offriva un posto da titolare, un ricco ingaggio e la prospettiva di giocare la Champions. Ebbene, Amauri ha detto no a tutto questo. Un rifiuto – oggettivamente – difficile da comprendere, che fece andare su tutte le furie il dg bianconero Beppe Marotta: “Il caso Amauri? Fa riflettere, così le società rimangono ingabbiate”. Da lì la punizione dell’esilio, e il resto è storia nota. Il giocatore, adesso, si sta allenando in disparte, assieme ai ragazzini della Primavera. Con i compagni della prima squadra, ci si incrocia a stento, essendo spesso diversi anche gli orari delle sedute. Insomma, una situazione davvero singolare e, per certi versi, assai sgradevole. Fermo restando che Amauri può vantare un contratto da top player – 3,8 milioni netti a stagione – che rende decisamente più ‘sopportabile’ lo status di fuori rosa. La sua avventura con la Juve – inutile dirlo – è praticamente finita, e si attende solo gennaio per ufficializzare l’addio. In queste settimane, sono circolate tantissime indiscrezioni sulla sua possibile destinazione. Si è parlato anche di soluzioni di lusso, come Milan (e non è la prima volta) ed Inter. Voci messe a tacere, piuttosto bruscamente, dall’agente del giocatore, Giampiero Pocetta, intervenuto in esclusiva ai microfoni de IlSussidiario.net: “Milan e Inter? Invenzioni giornalistiche – taglia corto Pocetta – Al momento non c’è nulla di concreto”. Secondo il procuratore, non ci sarebbe stato alcun contatto con le milanesi: “Mancano ancora 2-3 mesi alla riapertura del mercato, ogni discorso sarebbe prematuro”.

Pocetta è piuttosto abbottonato e non vuole sbilanciarsi nemmeno sul tema Juve. Gli chiediamo conferme: è tutto chiuso con i bianconeri? “Guardi, preferirei non parlare di quest’argomento”. Inutile insistere, anche sul discorso estero: “Se l’hanno cercato club stranieri? No comment, ma tutto può succedere”. Insomma, porte aperte a qualsiasi ipotesi. E’ da vedere solo se Amauri volerà verso altri lidi già a gennaio oppure preferirà andare a scadenza a giugno, per poi scegliersi da sè la squadra dei suoi sogni. Siamo proprio curiosi di scoprire quale sia…

 

(Alessandro Basile)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori