CALCIOMERCATO/ Juventus, Montero e Walcott le ali del futuro

Due ali in arrivo in corso Galileo Ferraris. Antonio Conte punta su Jefferson Montero, nazionale ecuadoregno in forza al Betis di Siviglia e Theo Walcott dell’Arsenal

18.10.2011 - La Redazione
Conte_Antonio_R375_28apr09

CALCIOMERCATO – Ha bisogno di esterni l’allenatore della Juventus Antonio Conte e se non potrà fare affidamento su quelli attualmente in rosa chiederà uno sforzo alla propria dirigenza in vista del mercato di riparazione. Il tecnico salentino ha sempre costruito sugli esterni di ruolo il proprio gioco e i propri successi, prima con il Bari e poi con il Siena. A Torino, però, sta incontrando non poche difficoltà. I nuovi arrivati, Elia, Estigarribia e Giaccherini, non sembrano aver convinto in pieno l’allenatore così come Milos Krasic, sempre più un corpo estraneo della società di corso Galileo Ferraris. Lacune evidenziate dall’ultimo passo falso contro il Chievo a Verona. Una vittoria al Bentegodi avrebbe infatti significato molto vista la classifica statica ma i bianconeri si sono dovuti accontentare di un misero punto. Uno stop forse inatteso derivante proprio dalla mancanza di apporto delle ali nei confronti dell’attacco. Dicevamo di un Krasic sotto la lente d’ingrandimento. Conte ama gli esterni che tagliano al centro mentre l’ex Cska Mosca tende ad andare sul fondo e crossare. Il problema è stato ovviato con soluzioni alternative, leggasi Giaccherini e Pepe, ma è evidente che la fascia destra, se le cose non dovessero migliorare, necessita di un nuovo interprete. Il mercato di riparazione offre diverse buone opportunità ma i nuovi ingressi saranno legati alle partenze. La pista più concreta, ora come ora, porta in Spagna, al Betis di Siviglia, dove gioca Jefferson Montero, ventiduenne nazionale ecuadoregno. Antonio Conte se ne è letteralmente innamorato durante la sfida di fine luglio di Salerno ed avrebbe dato mandato ai dirigenti di tenere sotto stretta osservazione il ragazzo. Montero è di proprietà del Villarreal e per convincere i sottomarini gialli bisognerà presentare un’offerta interessante. Qui torna in ballo Krasic la cui partenza sarà basilare per incassare la somma necessaria da reinvestire nel sudamericano. Sulle sue tracce vi sono i club inglesi e non è da escludere un’offerta interessante dell’ordine di circa 10/15 milioni di euro. Il sogno si chiama invece Theo Walcott. Il giovane inglese ha già di fatto annunciato l’addio all’Arsenal e l’intenzione di non prolungare il proprio contratto che scade nel 203.

 

Non è da escludere proprio uno scambio alla pari Walcott-Krasic, magari con piccolo conguaglio in favore dei Gunners, visto che i londinesi sono fra le società interessate al nazionale serbo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori