CALCIOMERCATO/ Juventus, Elia, a gennaio ci sarà l’addio, Quagliarella in bilico

- La Redazione

Antonio Conte, tecnico della Juventus, nonostante i tanti nazionali assenti, ieri ha fatto svolgere un’importante amichevole contro il Savona. Male Elia vicino alla cessione a gennaio.

quagliarella_pepe_R400_10nov10
Quagliarella vicino il rientro (Foto Ansa)

Antonio Conte, tecnico della Juventus, nonostante i tanti nazionali assenti, ieri ha fatto svolgere un’importante amichevole contro il Savona, società dilettantistica. Un test che è servito al tecnico pugliese per trarre spunto su alcune indicazioni emerse dal match amichevole. Ieri è tornato in campo Vincenzo Iaquinta, per il bomber calabrese un mezz’ora di gara senza nessun intoppo muscolare. Una notizia positiva visto che il giocatore spesso ha avuto problemi fisici. Iaquinta potrà essere ceduto a gennaio, la Juventus infatti non sembra voler puntare su di lui per questo potrebbe andare via. Il match è finito quattro a zero per la Juventus, il primo gol lo ha messo a segno Alessandro Del Piero che ha mostrato una voglia incredibile di giocare ancora a calcio ad alti livelli. Conte sarà rimasto sicuramente contento. Di certo non è rimasto contento dell’ennesima prova scialba di Elia schierato nell’insolito ruolo di interno di centrocampo. E’ vero, l’olandese è un esterno d’attacco, ma di fronte c’erano i dilettanti del Savona e non il Barcellona. L’ex Amburgo non riesce a saltare l’uomo, ad attaccare la profondità, aspetta sempre il pallone tra i piedi. In Italia anche le formazioni con un tasso tecnico inferiore ti mettono in difficoltà dal punto di vista tattico. Elia rischia seriamente di perdere il contatto con la prima squadra. Conte è molto deluso, i 9 milioni di euro spesi in estate possono risultare davvero un fallimento per la Juventus. Qualcuno ipotizza un taglio già a gennaio, anche perchè il giocatore sembra spaventato ogni volta che mette piede in campo. Una situazione che in casa Juventus non si sarebbero mai aspettato viste le qualità mostrate da Elia. Ieri al match ha preso parte anche Fabio Quagliarella, bomber campano che ha cercato in più di un’occasione il gol spettacolare alla Quagliarella. Prima un pallonetto da centrocampo mal riuscito e poi una girata al volo che ha sfiorato il palo. L’attaccante della Juventus è sembrato molto pimpante, il problema è che rischia di giocare poco con il nuovo sistema di Conte. Quagliarella non ha ancora deciso se andare via a gennaio. Vorrebbe giocare per convincere Prandelli a chiamarlo per gli Europei di giugno.

Difficile però che il c.t. della Nazionale italiana possa convocare un giocatore che nel proprio club è sempre fuori. Fino a questo momento Quagliarella ha totalizzato poche presenze e tanta tribuna o panchina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori