CALCIOMERCATO/ Juventus, Chiellini rinato come terzino. La lezione di Alessandro Del Piero…

Chiellini a sinistra sta giocando molto bene, ieri contro il Palermo ha giocato forse la migliore partita del campionato risultato decisivo con un bell’assist per il primo gol di Simone Pepe

21.11.2011 - La Redazione
chiellini_R375x255_07MAR09
Chiellini (Foto: ANSA)

Durante le prime giornate di campionato la Juventus di Conte ha pareggiato qualche partita di troppo finendo in mezzo ad alcune critiche che hanno toccato anche giocatori forti e all’apparenza intoccabili come Giorgio Chiellini, difensore bianconero e della Nazionale di Cesare Prandelli. Chiellini in effetti come centrale ha sofferto molto, contro il Genoa e contro il Bologna ha combinato più di un disastro, ma il tecnico della Juventus Antonio Conte, non lo ha mandato in panchina bensì lo ha riportato al suo ruolo d’origine, ovvero quello di terzino sinistro. Chiellini a sinistra sta giocando molto bene, ieri contro il Palermo ha giocato forse la migliore partita del campionato risultato decisivo con un bell’assist per il primo gol di Simone Pepe. Chiellini ha completamente cambiato i valori in campo e fuori rispetto alle prime giornate in cui spesso era uno dei peggiori in campo. La Juventus ha trovato concretezza a sinistra, perchè Chiellini è bravo a difendere ma anche a offendere. Contro i rosanero ha giocato molto bene prendendo una media voto altissima nei quotidiani nazionali. Un bel calcio alle critiche da parte del difensore toscano che era finito nel banco degli imputati e più di qualcuno aveva caldeggiato la sua esclusione anche dalla Nazionale italiana. In Nazionale gioca da centrale difensivo accanto a Ranocchia, nella Juventus come terzino sinistro con la coppia centrale formata da Barzagli e Bonucci. Chiellini dovrà sdoppiarsi e cercare di migliorare in marcatura quando giocherà da centrale in Nazionale. Conte lo ha ormai catapultato a sinistra forse anche per tamponare l’emergenza in quel ruolo visto le non eccellenti prestazioni sulla fascia sinistra di Grosso e De Ceglie. Questa mattina a Milano Alessandro Del Piero, capitano della Juventus, era presente a un evento organizzato dall’Adidas. Il capitano bianconero ha esaltato il momento positivo dei bianconeri: “Sono strafelice per il nostro momento, non dobbiamo fare calcoli ma continuare a giocare in questo modo”. Del Piero ovviamente ha parlato anche del suo stato attuale: “E’ vero, brucia non giocare ma non è importante. Il futuro? Il mio futuro è sabato contro la Lazio”. Un capitano vero che non vuole alimentare polemiche contro Conte.

Del Piero ieri è entrato a dieci minuti dalla fine cercando di trovare il primo sigillo in questo campionato e il primo nel nuovo stadio bianconero. Del Piero ha dimostrato grande attaccamento alla maglia della Juventus.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori