CALCIOMERCATO/ Juventus, Borriello sgambettato da Amauri: e l’affare slitta…

- La Redazione

Clamorosa battuta d’arresto nella trattativa per portare Marco Borriello in bianconero. Non perché tra Roma e Juventus qualcosa sia andato storto, ma…

marco_borriello_roma_r400
Marco Borriello (foto ANSA)

Clamorosa battuta d’arresto nella trattativa per portare Marco Borriello in bianconero. Non perché tra Roma e Juventus qualcosa sia andato storto, anzi, i documenti sono praticamente pronti e le molteplici conferme raccolte confidenzialmente dagli operatori vicini alle parti in causa oramai si sprecano. Il problema è un altro ed è un problema che mette a rischio, se non l’intero affare, quantomeno la partenza dell’attaccante per il ritiro di Dubai. Marotta è stato chiaro: non si acquista se non si vende. E nemmeno si annunciano prestiti, ancor più se onerosi. Facile quindi capire che tutto è – almno nella tempistica – legato al buon esito della trattativa che porterebbe Amauri dalla Juventus al Genoa. Oggi secondo quanto raccolto dal quotidiano online Repubblica.it, ci sarebbe stato un rifiuto di Amauri alla proposta avanzata da Preziosi. A quanto pare l’attaccante fuori rosa della Juventus avrebbe detto no alla proposta di un triennale da 1,8 milioni di euro netti a stagione. Alla Juventus lui ne percepisce 4 (netti, inutile sottolinearlo) più o meno, anzi poco meno per la precisione, di quanti ne percepisce Marco Borriello. Facile capire che la Juventus non può considerare nemmeno per un secondo la possibilità di dover foraggiare entrambi i giocatori (forse visto i rapporti pessimi tra club e l’attaccante italo-brasiliano non si vuole rischiare assolutamente qualche strana sorpresa dell’ultimo minuto) e quindi la trattativa ha subito un arresto che in ogni caso pare proprio solo momentaneo. Il Genoa – secondo i bene informati – dovrebbe cavarsela proponendo una cifra di 2,4 milioni netti a stagione, che pare che il giocatore (seppure il suo procuratore continui a trincerarsi dietro un prudente no-comment) possa accettare. Al momento però il Genoa non ritiene di poter offrire una cifra pari o superiore ai due milioni netti, e per questo motivo le parti al momento sono destinate a non incontrarsi. C’è un punto di equilibrio superato il quale infatti si può prendere in seria considerazione l’ipotesi Gilardino, ma quest’ultimo parte con l’handicup di un contratto da rescindere a suon di milioni (non tanti per la verità), ma la Juventus pur di risolvere il problema Amauri è dispostissima a farlo partire senza nulla pretendere sul costo del cartellino. Insomma Borriello-Juventus è un matrimonio che s’ha da fare e quasi certamente – a meno di situazioni clamorose – si farà, ma solo dopo che si sia risolta positivamente la cessione di Amauri. 

Il rifiuto per ora è solo il primo atto di una trattativa, niente in grado di far saltare i nervi anche dei meno “navigati”. Certo è che se questo intoppo si protraesse potrebbe essere l’ennesimo sgambetto di Amauri alla dirigenza. E sarebbe un brutto affare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori