CALCIOMERCATO/ Juventus, Marotta “copia” Galliani: ecco il mercato low cost, qualità a basso prezzo

- La Redazione

La Juventus prepara un mercato low cost in vista della finestra di riparazione che aprirà i battenti il prossimo 3 gennaio del 2012. Nel mirino diversi giocatori: ecco la mini lista

marotta_R400_8ott10
Beppe Marotta, dg Juventus (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO – Negli ultimi anni in Italia si è di fatto trasformato il calciomercato. Anche le big, infatti, vista la crisi economico-finanziaria del momento, starebbero guardando ai colpi low-cost, a basso costo, imitando di fatto le società medio-piccole. Il maestro per eccellenza in questo campo è l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, capace di assicurarsi la scorsa estate ben 4 nazionali, Mexes, Nocerino, Taiwo e Aquilani, alla modica cifra di circa 7 milioni di euro (se verrà effettuato il riscatto del centrocampista di proprietà del Liverpool). In inverno, però, potrebbe essere la volta della Juventus. Anche in corso Galileo Ferraris intendono portare a termine un calciomercato di quantità e nel contempo di qualità ma senza spendere cifre esagerate. Vanno lette in tale ottica le indiscrezioni degli ultimi giorni che vogliono Madama sulle tracce di un trio davvero interessante e precisamente Younes Kaboul (25) del Tottenham, Angelo Palombo (30) della Sampdoria e Mauricio Pinilla (27) del Palermo. Tre giocatore dalle indubbie qualità che permetterebbero di sistemare i tre reparti, difesa, centrocampo e attacco, senza spese folli. Con circa 15 milioni di euro ci si può assicurare il trio suddetto, un colpo davvero interessante anche in ottica fair play finanziaria. Ma i tre elencati sopra non sono gli unici colpi low cost in cantiere. In casa Fiorentina c’è infatti un Riccardo Montolivo in scadenza di contratto che piace moltissimo all’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta. Madama che lavora anche con la Roma per cercare di acquistare Marco Borriello, operazione che potrebbe essere chiusa attorno agli 8/10 milioni di euro nel giro di poche ore. Non va poi dimenticata l’idea Alex, difensore centrale di origini brasiliane in forza al Chelsea, anch’esso con una valutazione molto simile a quella del collega partenopeo. Stessa cosa anche per Martin Caceres e Salvatore Bocchetti. Tutte operazione che non superano mai i 10 milioni di euro e a volte non li sfioreranno nemmeno. Il budget invernale a disposizione della Juventus dovrebbe essere di circa 20 milioni di euro da dividere però per almeno 2/3 innesti. La caccia grossa verrà infatti riservata soltanto per l’estate a verdetti stabiliti.

Se a maggio del 2012 sarà stata riconquistata la Champions League a quel punto si darà il via alle danze e in casa bianconera ci sarà da divertirsi…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori