CALCIOMERCATO/ Juventus, per Montolivo spunta il Liverpool. Ecco i ‘tagli’ di Conte

- La Redazione

Per il centrocampista viola si fanno sotto i Reds. Aumenta dunque la concorrenza attorno al giocatore. Ecco intanto i tagli decisi dal tecnico in vista del ritiro di Dubai…

riccardo_montolivo_intera_R400
Riccardo Montolivo (foto ANSA)

Spunta una pretendente inglese per Riccardo Montolivo, da tempo nel mirino della Juventus (e del Milan). Si tratta del Liverpool di Kenny Dalglish, che sarebbe intenzionato a mettere sul piatto 7 milioni di euro per strappare il giocatore, in rotta con la Fiorentina, alla nutrita concorrenza. Ne ha parlato oggi il portale inglese Caught Offside. Per il dg bianconero Beppe Marotta l’assalto dei Reds suona come un campanello d’allarme. E’ tempo di muoversi, dunque, e di organizzare una contromossa. Il sogno della Juve, come si sa, è quello di formare un centrocampo tutto ‘azzurro’ formato da Marchisio, Pirlo e, appunto, Montolivo. La Vecchia Signora, ad ogni modo, è chiamata ad operare soprattutto in uscita, nel corso dell’imminente mercato invernale, che aprirà i battenti il prossimo 3 gennaio. Tanti i giocatori in lista di sbarco: i loro nomi sono ultra-noti, ed oggi si è avuta un’ulteriore conferma della loro, per così dire, non indispensabilità. Il tecnico Antonio Conte ha comunicato infatti la lista dei convocati per il ritiro, che si terrà tra Arabia Saudita ed Emirati Arabi. Nell’elenco, come c’era da aspettarsi, non figurano i sicuri partenti Motta, Grosso, Iaquinta, Toni e il ‘fuori rosa’ Amauri. 26 in tutto i giocatori chiamati dall’allenatore, 23 della prima squadra più 3 giovani della Primavera. In Arabia i bianconeri incontreranno l’Al Hilal, prima di rientrare in Italia per preparare la trasferta di Lecce. Tornando agli epurati, è chiara la volontà di Conte: non rientrano nel suo progetto quei giocatori che in allenamento non si sono ‘dannati’ come gli altri. O che comunque, per motivi tecnico-tattici, non sono considerati utili. In attacco, ad esempio, l’affollamento è già notevole e potrebbe aumentare con l’arrivo di Marco Borriello dalla Roma. Scontato dunque l’addio dei tre esclusi Iaquinta, Toni e Amauri. Per quest’ultimo sembra sfumato l’approdo al Genoa, che si accinge a prelevare Alberto Gilardino dalla Fiorentina: forse domani sarà la giornata decisiva per sbloccare l’affare. In difesa, invece, sono stati bocciati Marco Motta e Fabio Grosso, per quanto almeno uno dei due avrebbe potuto far comodo, se non altro numericamente parlando. Sembra chiaro quindi che la Juve cercherà di prendere un paio di nuovi difensori, un laterale ed un centrale. Mentre a metà campo potrebbe arrivare un nuovo interno.

O due, se dovesse partire (ma sembra poco probabile) l’ex-azzurro Michele Pazienza. Ultimi ritocchi, e poi Madama sarà pronta più che mai a far faville.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori