CALCIOMERCATO/ Juventus, un argentino per la difesa?

- La Redazione

Il club bianconero sarebbe in lizza per il difensore argentino Lisandro Lopez, in forza all’Arsenal de Sarandì. Sembrerebbe un’operazione da mercato estivo…

antonio_conte_juventus_r400
Antonio Conte (Foto: ANSA)

La Juventus sarebbe di nuovo a caccia del difensore argentino Lisandro Lopez, in forza all’Arsenal de Sarandì. Lo scrive il famoso ‘Olè’. Assieme ai bianconeri sarebbero in corsa per il giocatore Porto e Valencia. E pare anche che gli spagnoli si siano già fatti ufficialmente avanti, mettendo sul piatto circa 3,5 milioni di euro. Il diretto interessato, però, prenderebbe in considerazione l’idea di sbarcare in Europa non prima della prossima estate, avendo intenzione di disputare la Coppa Libertadores. Un bell’intrigo, insomma, con Marotta che di sicuro non si darà per vinto. In Argentina il 22enne è considerato un elemento di grande avvenire ed è già nel giro della Nazionale. Per Conte potrebbe essere quindi un ottimo rinforzo, in un settore che ha trovato in Andrea Barzagli un ottimo punto di riferimento. Quando il difensore arrivò dal Wolfsburg per pochi spiccioli, nessuno immaginava il rendimento che avrebbe potuto offrire, davvero eccelso. Ormai Barzagli è l’autentico leader del pacchetto arretrato. Mai una disattenzione, mai una sbavatura. Con lui al suo fianco, anche Bonucci, al netto di qualche alto e basso, ha riacquisito sicurezza. A sinistra ha dovuto quindi traslocare Giorgio Chiellini, e chissà il nazionale azzurro quanto avrà realmente gradito la novità. Che poi novità non è, essendo il suo ruolo d’origine, quello in cui si è messo in luce all’inizio della carriera. Chiello, dal canto suo, ha sempre assicurato la sua totale disponibilità al sacrificio, pur ribadendo di sentirsi essenzialmente un centrale. Sulla corsia destra, poi, sta facendo molto bene l’ex laziale Lichtsteiner, che è migliorato molto pure dal punto di vista tecnico. “Conte è riuscito laddove io ho fallito, nell’insegnargli i cross”, ha detto, non senza ironia, Edy Reja. Effettivamente lo svizzero ha fatto passi da gigante, diventando un cursore completo, capace di fare su e giù per tutta la partita, senza nemmeno perdere la lucidità necessaria in fase di appoggio. Quanto alle alternative, qui arriviamo alle note dolenti. A parte il rientrante De Ceglie, urgono riserve all’altezza. Motta e Grosso, evidentemente, non sono stati giudicati tali dall’allenatore, che ha deciso di escluderli dai convocati per Dubai.

Il futuro dei due terzini sarà sicuramente altrove. Per Motta si era parlato del Parma, ma mancano conferme ufficiali in tal senso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori