CALCIOMERCATO/ Juventus, Aquilani-Piazon-Arshavin – I rumors di mercato al 23 febbraio

- La Redazione

I rumors del mercato bianconero

arshavin_R375_18set08_phixr

CALCIOMERCATO JUVENTUS – I rumors di mercato al 23 febbraio – La Juventus a giugno potrebbe essere nuovamente rivoluzionata. L’attuale classifica infatti preoccupa il presidente Agnelli e in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League si potrebbe intervenire in maniera massiccia sul mercato.

La prima mossa dovrebbe essere quella di risolvere alcuni giocatori attualmente in prestito con diritto di riscatto. Il caso più importante e spinoso è quello che riguarda Alberto Aquilani. In questi giorni si parla molto del futuro del centrocampista romano, la Juventus non sembra convinta di riscattare il giocatore dal Liverpool per 16 milioni di euro. Il sito tuttomercatoweb.com rivela che a fine aprile le due società si incontreranno per risolvere la situazione.

Notizie negative arrivano dalla Spagna e riguardano il giovane talento brasiliano Lucas Piazon, 17enne del San Paolo che piace molto alla Juventus. Il quotidiano spagnolo Marca ha infatti rivelato che la società sudamericana ha intenzione di blindare il giovane calciatore con una clausola di circa 90 milioni di euro. Eppure soltanto una settimana fa si parlava di un accordo raggiunto tra la Juventus e il San Paolo sulla base di 6 milioni di euro. Sul giovane calciatore brasiliano ci sono anche Chelsea e Real Madrid.

Dall’Inghilterra invece arrivano notizie positive riguardo ad Andrei Arshavin, attaccante dell’Arsenal e della Nazionale russa. Il giocatore sovietico, 30 anni ancora da compiere, verrà messo sul mercato a giugno di Gunners visto che il manager Wenger non lo ritiene più fondamentale per il progetto Arsenal. La Juventus è molto interessata, i bianconeri dovranno fare attenzione ai club spagnoli. La valutazione di Arshavin è di circa 19 milioni di euro, cifra che il club italiano potrebbe mettere sul tavolo delle offerte solo dopo aver ceduto qualche giocatore in esubero.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori