CALCIOMERCATO/ Juventus, Moggi, Capello, Casiraghi – I rumors al 24 febbraio

- La Redazione

I bianconeri pronti a una rivoluzione

agnelli_andrea_elkann_R375x255_22dic09

I rumors al 24 febbraio – La sconfitta subita contro il Lecce non solo ha allontanato il traguardo Champions League per la Juventus ma ha anche mandato su tutte le furie il presidente Agnelli. A giugno, in caso di mancato ingresso alla prossima Champions, potrebbe arrivare una nuova rivoluzione.

I dirigenti della Juventus avranno le antenne indirizzate sulle indagini relative a Calciopoli che si stanno svolgendo al Tribunale di Napoli. Non c’è solo l’onore della Juventus da difendere, ad Angelli interessa anche capire se Moggi verrà squalificato o meno, Il motivo? Secondo il direttore di Qs Bucchioni il presidente bianconero vorrebbe nuovamente Moggi come responsabile del mercato. Questo potrebbe avvenire anche tramite una società esterna, in questo modo l’ex dirigente della Juventus avrebbe il compito di riportare in alto la Vecchia Signora, con Marotta silurato.

L’altro sogno di Andrea Agnelli è Fabio Capello, attuale c.t. dell’Inghilterra ed ex allenatore della Juventus. In bianconero Capello ha vinto due scudetti poi revocati dalla Giustizia Sportiva in seguito alle intercettazioni di Calciopoli, il rapporto tra il tecnico friulano e il presidente bianconero è ben saldo. L’unico inconveniente riguarda il contratto fino al 2012 tra Don Fabio e la Federazione inglese, con Capello che vuole giocarsi le sue carte all’Europeo del 2012 dopo aver fallito il Mondiale sudafricano.

Ci sono indiscrezioni che parlano di un possibile esonero di Delneri già nell’immediato. Il presidente Agnelli ha respinto con forza le critiche piovute sul tecnico friulano dopo il due a zero subito a Lecce, ma qualcosa potrebbe succedere qualora la squadra non reagisse nei prossimi match. Tra i sostituti prende piede l’idea Casiraghi, con l’ex c.t. dell’Under 21 pronto a subentrare nel ruolo di traghettatore fino al termine della stagione. Un modo per rimettersi in pista dopo la delusione con l’Under 21 e la mancata qualificazione all’Europeo di categoria e alle Olimpiadi del 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori