CALCIOMERCATO/ Juventus, rifondazione: Agnelli chiede 150 milioni, Elkann risponde picche

- La Redazione

Incerto il futuro societario bianconero

delneri_R375x255_14mag10
Delneri, foto Ansa

CALCIOMERCATO JUVENTUS – Si inizia a delineare la strategia della Juventus per la prossima stagione. In questi giorni, come scrive La Gazzetta dello Sport, i vertici di corso Galileo Ferraris inizieranno a capire come muoversi per far tornare grande questa Vecchia Signora troppo malata. Si sperava, dopo una rivoluzione durante la scorsa estate, di poter vivere una stagione non da protagonisti ma almeno dignitosa. La realtà è però completamente diversa e all’orizzonte c’è il rischio di una mancata qualificazione in Champions League con tutto ciò che ne deriva.

Sempre in base a quanto raccolto dal quotidiano milanese vi sarebbero alcuni conflitti interni che complicherebbero ulteriormente la situazione. Fra i cugini Andrea Agnelli e John Elkann vi sono infatti diversità di vedute. Il presidente bianconero ha chiesto ben 150 milioni di euro per riprogettare quasi da zero la squadra mentre il titolare della Exor, la “cassaforte” di Madama, ha risposto con soli 50 milioni.

Una cifra che appare oggi come oggi davvero irrisoria tenendo conto che per un campione di prima fascia servono almeno 30 milioni. Per completare il quadro della situazione non si può dimenticare l’avvento del nuovo stadio, che a partire dalla prossima stagione ospiterà le gare della Juventus. La Vecchia Signora rischia di avere a disposizione un gioiello mal sfruttato tenendo conto dell’eventuale mancanza di qualificazione in Champions e i conseguenti “no” dei vari campioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori