CALCIOMERCATO / Juventus, Marotta: Del Piero resta e prenderemo 3 star

- La Redazione

Il dg bianconero svela i piani della Juve del futuro: dal riscatto dei prestiti ai nuovi arrivi sino alla permanenza del capitano. E su Calciopoli e Del Neri…

marotta_R400_8ott10
Beppe Marotta, dg Juventus (Foto Ansa)

Beppe Marotta svela i piani della Juventus del futuro in un’intervista a Libero in edicola oggi. Il dg bianconero parla del suo rapporto con Del Neri, di mercato e di Calciopoli.

Cominciamo dalle frasi sul tecnico della Juve, sempre più in difficoltà nel gestire una squadra che sembra sbandare paurosamente nelle ultime giornate. “Il Del Neri di oggi è lo stesso che la stagione scorsa giunse quarto con la Samp. Con lui ho lavorato solo un anno e mi è bastato per apprezzarlo. Gigi incassa peraltro continui attestati di stima dalla società”. Insomma, per Marotta non è a rischio. Per ora.

Spostandoci sul mercato, il dg chiarisce l’intricata situazione di prestiti e riscatti in casa Juventus. “Non abbiamo alcun obbligo. Per Quagliarella abbiamo speso 4,5 milioni e per riscattarlo ne occorrono altri 10 in quattro anni. Pepe è costato 1,5 subito, ne servono altri 7,5. Aquilani è arrivato a zero, ma il prezzo del cartellino è fissato a 16 milioni. Sono in prestito secco anche Motta, Traoré e Rinaudo. Matri è costato 2,5 milioni a gennaio (coperti dalla cessione di Ariaudo al Cagliari) e altri 14,5 in più anni da luglio. Toni è arrivato gratis, Barzagli per 300mila euro. Quest’anno dovevamo pensare a creare uno zoccolo duro”.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE MAROTTA E JUVENTUS

La prossima stagione è invece dedicata all’acquisto di 2-3 campioni? “Sì, le star che serviranno a rendere la Juve supercompetitiva”. Come si fa con il fair play finanziario di Platini? “ Siamo attenti più che altro al rapporto tra fatturato e costo squadra. Il fair play finanziario per ora è cosa indefinita, pone dei limiti ma non fissa sentenze per i trasgressori”.

 

Chiusura su Del Piero e Calciopoli. Il capitano resterà alla Juventus? “Il presidente è stato chiaro: la Juve vuole continuare, ora dipende solo da Alex”. Sulle intercettazioni e gli scudetti tolti, Marotta è secco. “Stiamo ancora aspettando che rispondano al nostro esposto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori