JUVENTUS/ Krasic trequartista e Del Piero titolare: così si esce dalla crisi

- La Redazione

Il laterale serbo potrebbe essere spostato passando da laterale di fascia destra a trequartista. Con la sua velocità potrebbe sorprendere gli avversari, favorendo le punte bianconere

krasic_j_azione_R400_26ott10
Krasic esterno bianconero (Foto Ansa)

Contro il Milan la Juventus ha offerto uno spettacolo certamente non all’altezza del blasone bianconero. Zero tiri in porta, o quasi, nello specchio della porta di Abbiati rimasto inoperoso per tutto il tempo. Ancora una volta sotto accusa è finito il tecnico Delneri, alla terza sconfitta consecutiva, la seconda di fila all’Olimpico.

I tifosi bianconeri chiedono l’esonero del tecnico friulano, ma in società c’è ancora qualcuno disposto ad aspettare. Tra le tante cose che vengono imputate al tecnico anche la mancanza di un gioco alternativo visto che il 4-4-2 tanto caro all’ex allenatore della Sampdoria sembra troppo prevedibile. Le squadre avversarie hanno ben capito che per fermare i bianconeri occorre raddoppiare sulle fasce, bloccando in primis Milos Krasic, l’unico capace di vivacizzare l’azione della Juventus con i suoi dribbling in velocità. Sabato sera per il serbo un solo spunto sulla corsia centrale.

Proprio Krasic potrebbe riaccendere la luce al gioco di Delneri. Come? Il serbo è molto veloce e bravo tecnicamente, Delneri potrebbe utilizzarlo nel ruolo di trequartista, tra le linee, cercando di sfruttare la sua velocità e la sua tecnica. Ovviamente il modulo dovrebbe subire una mutazione, dal 4-4-2 al 4-3-1-2 con Krasic trequartista e un centrocampo a tre con Aquilani regista coperto dai muscoli di Melo e dalla corsa di Marchisio. Krasic infatti potrebbe creare non pochi pericoli alle retroguardie avversarie, che per il momento hanno trovato le misure al serbo.

 

Un Krasic libero di svariare sarebbe una vera e propria mina vagante, magari accompagnato da un Alessandro Del Piero frettolosamente dimenticato in panchina dal tecnico friulano. Al momento la Juventus ha bisogno di fantasia per accendere la vena realizzativa di Matri, altrimenti si rischierà più volte di ripetere lo scempio di sabato sera. E questo ai tifosi bianconeri proprio non piace. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori