CALCIOMERCATO/ Juventus, Tacchinardi: Mi hanno detto che Conte va alla Juve…

- La Redazione

Secondo l’ex centrocampista bianconero Tacchinardi il tecnico del Siena Conte, già capitano della Juve, potrebbe essere il nuovo tecnico della Vecchia Signora. Servono, ha detto, top player

antonio_conte_r400-1
Antonio Conte (foto Ansa)

Il nuovo tecnico della Juventus potrebbe essere Antonio Conte. Lo ha rivelato Alessio Tacchinardi, ex centrocampista bianconero, che ha pronosticato il prossimo arrivo del compagno di tante battaglie sulla panchina di Madama. “Ho saputo che è quasi fatta per Antonio Conte alla Juve – ha detto Tacchinardi intervistato da tuttipazziperlajuve.com – Secondo me la Juve vuole puntare su Spalletti o comunque un allenatore importante. Se salta Spalletti però andranno su Conte o su Gasperini. Ma Conte è una garanzia, conosce bene l’ambiente”.

Secondo l’ex-giocatore, “deve tornare ad essere la vera Juventus il prima possibile, perché sono troppi anni che stiamo soffrendo nel vedere una squadra in queste condizioni. Adesso bisogna mettere mano al portafoglio e prendere tre o quattro veri top player. Attualmente in rosa non ci sono giocatori che fanno la differenza, per tornare al vertice servono giocatori importanti”.

Gli investimenti sul mercato non sono mancati in questi anni ma secondo Tacchinardi sono stati commessi tantissimi errori: “In questi anni la Juve ha comprato davvero malissimo. Io ad esempio avevo ancora un anno di contratto nel 2007 ma mi hanno mandato via per prendere Tiago e Almiron spendendo tanti soldi.

Invece di spendere cifre elevate per prendere tanti giocatori ma di poca qualità, dovevano invece comprare due o tre campioni a stagione. Sembriamo sempre più l’Inter pre-Calciopoli che comprava tanti giocatori medi ogni anno e poi non combinava mai niente. I campioni assoluti che fanno la differenza ci devono essere in ogni squadra vincente, la Juventus attuale ha tutti discreti giocatori, ma niente di più”.

Un duro j’accuse, quello di Tacchinardi; i tifosi juventini condivideranno tutto dalla prima all’ultima parola, ma chissà come la penseranno gli attuali dirigenti…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori