CALCIOMERCATO JUVENTUS/ Mancini: “Vinco e resto al Manchester City”

In una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, Roberto Mancini si racconta e parla della sua esperienza a Manchester. Il suo nome ricorre spesso nei rumors di mercato.

10.05.2011 - La Redazione
Mancini_r400
Il City di Mancini oggi contro il Fulham (Infophoto)

In una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, Roberto Mancini si racconta e parla della sua esperienza a Manchester. Il suo nome ricorre spesso nei rumors di mercato, soprattutto in casa Juventus, ma dalle parole del tecnico dei citiziens non si ha proprio l’impressione che il Mancio sia sul piede di partenza: anzi, parla e programma la prossima stagione calcistica in Inghilterra.

Il suo City è atteso sabato dalla finale di FA CUP contro lo Stoke City, che può riportare in casa City un trofeo che manca da troppi anni: “questo torneo è il trionfo della partita secca, con tutta la sua aleatorietà” dice il tecnico, che non si vede così tanto favorito nella finale “perchè nella gara secca i giganti dello Stoke sono pessimi clienti”.

Ma il tecnico si dice anche soddisfatto della stagione in corso: “dovevamo arrivare quarti e se oggi facciamo risultato col Tottenham è praticamente fatta. Se arriviamo quarti il bilancio è positivo, se arriviamo quarti e vinciamo la FA CUP il bilancio diventa straordinario”.

Mancini commenta così le voci che lo danno vicino alla panchina della Juventus: “Non ho mai ricevuto nessuna proposta. A Manchester ho lavorato per mettere basi solide: e andarmene adesso non sarebbe certo intelligente”. Il calciomercato impazza e coinvolge anche alcuni dei suoi giocatori, Tevez in testa: “A dicembre ci disse che il suo desiderio era andare in Italia, perchè quattro anni a Manchester gli sembravano sufficienti, ma se cambiasse idea e rimanesse sarei felice”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI ROBERTO MANCINI SUL MANCHESTER CITY

Se Tevez decidesse di migrare in Italia il City punterebbe forte su Dzeko che, dice Mancini, “la prossima stagione farà mille gol: l’abbiamo fattoa rrivare a gennaio per dargli qualche mese di ambientamento”.

Dzeko e Balotelli, una coppia diversissima anche caratterialmente: “Ma Mario resta di sicuro. Lui è una scommessa in corso, ha dimostrato le sue qualità, ma deve fare molto di più. Se riuscirà a crescere diventerà un campione e io avrò dimostrato allo sceicco che la fiducia in me era ben riposta”.

Ultimo consiglio di calciomercato: chi è l’uomo in grado di far fare il salto di qualità al City? Nessun dubbio: “Fabregas”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori