PAGELLE/ Juventus – Napoli (2-2): i voti, la cronaca e il tabellino

- La Redazione

Nella gara d’addio di Delneri e dello Stadio Olimpico, Napoli e Juventus si dividono la posta in palio con un divertente 2 a 2, in una partita priva di motivazioni.

DelNeri_r400
Gigi Del Neri (foto Ansa)

Juventus  e Napoli si affrontano con poche pretese nell’ultima partita dello Stadio Olimpico e del tecnico bianconero Delneri, ne esce un due a due divertente ma che non cambia nulla.

La partita dell’Olimpico vede il Napoli infarcito di riserve giocare meglio rispetto ai padroni di casa e imporre il proprio ritmo. I partenopei giocano in scioltezza e sfiorano in diverse occasioni la rete del vantaggio con Lucarelli che si vede respingere da Buffon, con la collaborazione della traversa, una conclusione a botta sicura. Stessa sorte tocca al tiro di Del Piero dai 25 metri. Al ventiduesimo minuto gli sforzi degli uomini di Mazzarri sono poi premiati, sugli sviluppi di una lunga azione da calcio d’angolo, Sosa raccoglie un bel pallone sulla destra e lascia partire un cross dalla trequarti sul quale Maggio, uno dei migliori in campo, di testa incorna imparabilmente alle spalle di Buffon. La reazione della Juventus è ancora una volta nei piedi del suo capitano che da calcio piazzato disegna una traiettoria quasi perfetta che si spegne ancora una volta sulla traversa. E’ l’ultimo brivido del primo tempo che si chiude con il Napoli in vantaggio di una rete a zero.

L’avvio della ripresa juventino è veemente. I bianconeri dopo neanche due minuti raggiungono subito il pareggio con Chiellini che ribadisce in rete una mischia da calcio d’angolo. Sembra che l’inerzia sia ormai definitivamente cambiata, ma non è così. Mazzarri chiama dalla panchina i suoi uomini migliori e si nota subito. Lavezzi e Hamsik regalano nuovo brio alla manovra degli azzurri. Proprio da un calcio d’angolo battuto dallo stesso attaccante  argentino Lucarelli, di testa, svetta più in alto di tutti e con la testa si sblocca in quella che probabilmente è la sua ultima partita in azzurro. Ma non è finita qui, anche Delneri ricorre all’artiglieria pesante e manda in campo il bomber Matri che non si fa aspettare e al 39esimo della ripresa raccoglie il filtrante di Aquilani e presentatosi a tu per tu con De Sanctis si mostra glaciale nel superare l’estremo difensore partenopeo e siglare il 2 a 2 definitivo. Nel finale Lavezzi regala l’ultimo brivido con un bello spunto su cui però Buffon salva i suoi ed evita l’ennesima sconfitta stagionale alla Delneri band.

Il Tabellino

Juventus – Napoli 2-2

 (4-4-2): Buffon; Salihamidzic, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Krasic (29′st De Ceglie), Aquilani, Marchisio, Pepe (1′st Boniperti); Del Piero, Toni (25′st Matri) A disposizione: Storari, Giandonato, Sorensen, Martinez. Allenatore: Delneri

 (3-4-2-1): De Sanctis; Santacroce, Cribari, Ruiz; Maggio, Gargano, Maiello (21′st Hamsik), Zuniga; Sosa (8′st Lavezzi), Mascara; Lucarelli (41′st Aronica). A disposizione: Iezzo, Grava, Cannavaro, Dossena. Allenatore: Mazzarri

 

Reti: 22′pt Maggio (N); 2′st Chiellini (J); 25′st Lucarelli (N); 39′st Matri (J).

Ammoniti: Chiellini, Marchisio, Barzagli (J); Ruiz, Mascara, Gargano (N).

Espulsi: //

Arbitro: Rizzoli
 

Juventus

 

Buffon 6.5: Due buone parate e nessuna responsabilità sui gol partenopei.

Salihamidzic 5: In affanno costante sugli esterni partenopei.

Barzagli 6: Il migliore del pacchetto arretrato di Delneri.

Bonucci 5: In occasione del raddoppio napoletano, Lucarelli svetta troppo solo in una zona di sua competenza.

Chiellini 5.5: Il gol del pareggio non cancella una prestazione in continua e perenne sofferenza.

Krasic 5: Annullato a turno da Maggio e Zuniga, non supera mai il diretto avversario e conferma la sua incostanza. (Dal 28’st De Ceglie sv)

Aquilani 6: Diversi tentativi dalla distanza e la verticalizzazione che spiana la strada del pareggio a Matri, ma anche tanta imprecisione in fase d’impostazione.

Marchisio 5.5: Molto nervoso e poco lucido nella zona nevralgica del campo.

Pepe 5: Il Napoli vince sugli esterni e lui non si sottrae al trend generale. Sovrastato da Zuniga viene sostituito nell’intervallo. (Dal 1’st Boniperti 5.5: Non cambia mai il passo. Si fa notare più per i falli commessi che per altro).

Del Piero 7.5: Unico campione vero di questa Juventus si conferma essere lui. Due traverse e la capacità di creare da solo tutte le azioni pericolose dei bianconeri.

Toni 6.5: Fa il consueto lavoro di sponda e difesa del pallone che lo hanno reso celebre, gli manca il guizzo finale. (Dal 26’st Matri 7: Si conferma bomber principe dei bianconeri e realizza l’unica occasione che gli capita tra i piedi).

 

All. Delneri 6: Partita dai pochi contenuti tecnici. Chiude con un pareggio che può essere l’emblema della stagione.

 

Napoli

 

De Sanctis 6.5: Bravo in diverse occasioni, si dimostra protagonista della splendida stagione partenopea.

Santacroce 6.5: Prestazione di grande precisione e puntualità. Non sbaglia praticamente nulla e sostituisce con diligenza Campagnaro.

Cribari 6.5: Conferma l’ottima crescita rispetto ad inizio stagione.

Ruiz 5.5: Impreciso in più occasioni, deve migliorare soprattutto sotto il punto di vista dell’attenzione.

Maggio 7.5: Devastante per tutti i 90 minuti, ha una marcia in più rispetto agli altri 21 in campo. Il gol è il giusto premio ad un anno da protagonista.

Gargano 6: Consueta grandissima volontà in fase di interdizione ma anche imprecisione nella costruzione del gioco.

Maiello 6.5: Buona prova per l’esordiente talentino del vivaio azzurro. Non patisce l’emozione e si mette subito in mostra con buone idee in fase di costruzione. (Dal 21’st Hamsik 6.5: Mette ordine nella manovra napoletana).

Zuniga 7: Dopo un primo tempo intelligente si scatena nella ripresa dove Salihamidzic non lo ferma mai.

Sosa 6: Un bel cross da cui nasce la rete di Maggio ma anche tanta sufficienza con il pallone tra i piedi. (Dal 7’st Lavezzi 6.5: Con il suo ingresso il Napoli cambia marcia, si conferma fondamentale).

Mascara 6.5: Grandissimo sacrificio in fase di ripiegamento e qualche buona idea in zona offensiva.

Lucarelli 6.5: Al rientro da titolare segna un gran gol di testa confermando di non essere finito. (Dal 41’st Aronica sv)

 

All. Mazzarri 6.5: Il suo Napoli onora l’ultimo impegno della stagione e sfiora anche la vittoria a Torino. 

 

(Massimiliano de Cesare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori